House Ad
House Ad

Goldman Sachs

Considerata la più grande e importante banca d’affari al mondo, Goldman Sachs è stata fondata nel 1869 negli Stati Uniti da Marcus Goldman, al quale si è poi unito, nel 1882, il socio e genero Samuel Sachs. Quotata in borsa sulla piazza di New York, Goldman Sachs è organizzata in una rete di filiali che sono distribuite nelle principali città del mondo (tra le quali Londra, Francoforte, Tokyo e Hong Kong) e per le quali prestano la loro opera circa 32.000 collaboratori. Tra le attività nelle quali ha operato fin dalla sua fondazione Goldman Sachs ci sono consulenze finanziarie, gestione di ristrutturazioni, fusioni ed acquisizioni aziendali, investimenti su materie prime, derivati e azioni a rischio, amministrazioni di fondi d’investimento e previdenziali. Attiva come guida per le società che vogliono quotarsi in borsa fino dai primi anni del Novecento, Goldman Sachs ha sopportato un periodo di difficoltà successivamente alla grande crisi del 1929, ma è ritornata a essere un punto di riferimento per il mondo della finanza internazionale a partire dagli anni Cinquanta, sotto la guida di Gus Levy. In questo periodo la banca ha sviluppato nuove tecniche di investimento, tra le quali la “block trading”, sistema che permette di acquistare e vendere azioni simultaneamente. Negli anni Ottanta il giro di affari di Goldman Sachs è cresciuto talmente tanto da portare la banca d’affari ad essere consulente economico per diversi governi, seguendo i processi di privatizzazione di numerose aziende statali, mentre nel 1986 l’istituto di credito ha seguito la quotazione in borsa del colosso tecnologico Microsoft.

Durante la crisi finanziaria che ha colpito l’economia mondiale negli ultimi tre anni, Goldman Sachs è stata coinvolta in diverse controversie finanziarie e legali, come quella per la crisi di liquidità della compagnia d’assicurazione americana Aig o come quella per le accuse di truffa ai propri clienti legate alle vicende del titolo azionario Abacus2007-Ac1.

(Aggiornato il 04 ottobre 2010 )

Ultime notizie su Goldman Sachs

News24

I veri conti delle quattro regine del calciomercato

02/09/2015 07:07

Considerando l'obbligo di restituzione del debito contratto con Goldman Sachs per 230 milioni scattato dal luglio 2015 (tre milioni a trimestre più l'accontanamento della quota capitale in vista della maxi-rata finale da 184 milioni da versare entro il 30 giugno 2019 e quello di contenere il deficit entro i 30 milioni nel 2016 (l'esercizio 2014 si è chiuso di fatto con un rosso di 100 milioni), sarà indispensabile l'approdo in Champions.

News24

Puntare sui consumi interni per investire nel Dragone

29/08/2015 02:42

Per Goldman Sachs, «anche se apparentemente mostra segni di vulnerabilità, il Paese resta una delle grandi potenze esportatrici, con ampie riserve e legami finanziari modesti con il resto del mondo; inoltre, i vertici hanno la volontà e i mezzi per intervenire in caso di choc».

News24

Macché recessione globale / La Cina in realtà non è poi così vicina

26/08/2015 06:45

Ok, la Cina sta frenando più di quanto ci si aspettasse. E per i Paesi emergenti il rallentamento di Pechino, il crollo delle materie prime e il rialzo dei

News24

Wall Street fallisce il recupero

26/08/2015 06:35

NEW YORK

News24

Una mail di Cook aiuta le azioni Apple, ma la chiusura è in rosso

24/08/2015 07:55

Apple è protagonista di un poderoso rally che sulle prima battute ha permesso al titolo del produttore dell'iPhone di guadagnare una capitalizzazione da oltre

News24

23/08/2015 08:10

News24

Fineldo, super-utile per la famiglia Merloni

21/08/2015 07:18

C'è un mega tesoretto da 540 milioni di euro nel forziere di Fineldo, la cassaforte della famiglia marchigiana Merloni. Mezzo miliardo che segna l'addio del

News24

Forex, lo scandalo continua

19/08/2015 06:37

LONDRA

News24

Goldman rileva il banking online di Ge

15/08/2015 08:14

Goldman Sachs entra nel banking online, rilevando le attività nel settore della General Electric, ormai determinata ad abbandonare i servizi finanziari che

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9