Persone

Giuseppe Scopelliti

Giuseppe Scopelliti è nato il 21 novembre del 1966 a Reggio Calabria ed è un politico italiano.

Dal 5 giugno del 1995 al 22 maggio del 2000 è stato Presidente del Consiglio regionale della Calabria.

Tra il 1° giugno del 2002 ed il 14 maggio del 2010 è stato Sindaco di Reggio Calabria.

Dal 30 marzo del 2010 al 29 aprile del 2014 è stato Presidente della Regione Calabria.

Giuseppe Scopelliti è laureato in Economia e Commercio, è stato editore della rivista "Calabria" ed editorialista de "Il Secolo d'Italia", "Il Roma", "Gazzetta del Sud", "Il Quotidiano della Calabria", "Il Domani", "Il Giornale di Calabria", e la rivista "Calabria".

Scopelliti ha iniziato da giovanissimo la carriera politica, infatti nel 1988, a soli 22 anni, viene eletto consigliere circoscrizionale a Reggio Calabria, nella lista del Movimento Sociale Italiano. Tre anni dopo gli viene affidata la carica di segretario provinciale del Fronte della Gioventù di Reggio Calabria e nel 1992 viene eletto consigliere comunale di Reggio Calabria sempre con il Msi.

Nel 1995, Giuseppe Scopelliti è invece entrato come consigliere alla Regione Calabria con Alleanza Nazionale, venendo poi nominato presidente del Consiglio Regionale. Rieletto in regione anche nel 2000, ha svolto l’incarico di assessore al Lavoro ed alla Formazione.

Nel 2002, sostenuto dal centro destra, Giuseppe Scopelliti viene eletto sindaco di Reggio Calabria, carica alla quale è riconfermato anche dopo le amministrative del 2007.

E' stato coinvolto in diverse vicende giudiziarie, da ultimo (il 27 marzo del 2014) è stato condannato, dal Tribunale di Reggio Calabria nell'ambito dell'inchiesta relativa al "caso Fallara" risalente all'espletamento del mandato di sindaco, a 6 anni di reclusione per abuso d'ufficio e falso, all'interdizione perpetua dai pubblici uffici ed al pagamento di una provvisionale di 120 000 euro.

La condanna ha fatto scattare, ai sensi della legge Severino, la sospensione di Scopelliti da presidente della Giunta regionale.

Il 28 marzo Scopelliti annuncia le dimissioni che ufficializza il 29 aprile del 2014 tramite lettera depositata al Presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico.

Il 10 gennaio del 2014 diventa coordinatore nazionale del Nuovo Centrodestra che lo candida alle Elezioni europee del 2014 (Italia) nella Circoscrizione Italia meridionale ma non riesce ad essere eletto.

Nell'ottobre del 2014, in dissenso con l'NCD che tenta di trovare un accordo con il Partito Democratico in vista delle elezioni regionali in Calabria, esce dal partito sostenendo, come indipendente, Wanda Ferro candidata del centrodestra, che verrà poi battuta dal candidato del PD Mario Oliverio.

Giuseppe Scopelliti è sposato con Barbara Varchetta ed ha una figlia, Greta.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Giuseppe Scopelliti
    • News24

    Scopelliti condannato in appello a cinque anni per abuso e falso

    L'appello non lo salva ma almeno gli toglie un anno. Giuseppe Scopelliti, ex sindaco di Reggio Calabria ed ex governatore della Calabria, si consolerà così di fronte alla sentenza odierna della Corte di appello della città sullo Stretto.Cinque anni a fronte dei sei comminatigli in primo grado nel

    – di Roberto Galullo

    • Agora

    Mammasantissima/7 Il "sindaco" di Reggio Calabria Pasquale Condello e il «cane da mandria» Peppe Scopelliti

    Cari e amati lettori di questo umile e umido blog, dalla scorsa settimana scrivo dell'indagine Mammasantissima della Procura di Reggio Calabria (ma molto ne ho già scritto sul Sole-24 Ore). Per questo rimando ai link a fondo pagina. Oggi cambio ancora registro e ritorno al fosco quadro che la Procura dipinge sulla cappa che da sempre offusca Reggio e la Calabria. Debbo essere sincero: ora comincia ad essere un po' più chiara anche la sceneggiata del "supremo" Pasquale Condello che il 13 aprile...

    – Roberto Galullo

    • News24

    Dirigente dei forestali pagato per non fare nulla supplica: fatemi lavorare

    Il regno per una scrivania. Chissà, in fondo la pensava così Leandro Vittorio Savio, dirigente dell'Afor, l'Agenzia della forestazione della Regione Calabria (ora Calabria Verde). Il suo nome finisce per puro caso nell'indagine Mammasantissima della Dda di Reggio Calabria (condotta dal capo della

    – Roberto Galullo

    • News24

    Gioia Tauro, ultima chiamata per area industriale e porto

    Akmadu, un ragazzo senegalese di neppure trent'anni, sta in piedi immobile sotto un sole feroce. Tende la mano verso il finestrino di una delle rarissime automobili che si avventurano nel cuore della terza zona industriale di Gioia Tauro e farfuglia nel suo italiano zoppicante: «Aiutatemi, devo

    – Mariano Maugeri

    • News24

    Colpi di pistola contro azienda presidente Confindustria Vibo

    Alcuni colpi di pistola sono stati sparati nella notte a Maierato contro il cancello d'ingresso del Popilia resort, complesso turistico dell'attuale presidente di Confindustria di Vibo Valentia, Pippo Callipo, imprenditore attivo nella produzione del tonno e già presidente di Confindustria Calabria

    • Agora

    Libertà di stampa/ Pregi (straordinari) e difetti (ordinari) nella relazione della Commissione parlamentare antimafia

    Il 2 marzo la Commissione parlamentare antimafia ha presentato la relazione "sullo stato dell'informazione e sulla condizione dei giornalisti minacciati dalle mafie", già in vero approvata il 5 agosto 2015. Un compito superiore ed improbo che, se è stato portato avanti con ostinazione e professionalità, lo si deve (quasi) solo ad un senatore: Claudio Fava (Si-Sel). Non poteva che essere così. Claudio - lo dico per i lettori più giovani - ha respirato e vissuto libertà di informazione grazie al...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Qualità della vita: l'Albergo Miramare di Reggio Calabria e la sua esemplare storia (di infiniti scontri politici)

    Giuseppe Falcomatà venne eletto sindaco di Reggio Calabria il 26 ottobre 2014 con il 60,99% dei voti. Questo - in una città come Reggio e in una regione come la Calabria - vuol dire solo e unicamente una cosa: i blocchi di potere (che in questa terra sono sempre transeunti e trasversali) erano passati armi e bagagli con il "predestinato" ben prima del risultato dell'urna. Non solo legittimo (per carità di Dio, l'urna è democrazia) ma ovvio, scontato e banale: dopo 10 anni di "modello Reggio" del...

    – Roberto Galullo

    • News24

    Reggio Calabria, un territorio in attesa di riscatto

    Nella provincia di Reggio Calabria, più in basso di così, c'è solo da scavare. Oppure, per risalire nella speranza di aver toccato il fondo, affidarsi all'accoglienza della Madonna della Consolazione. Del resto la Chiesa è diventata un punto di riferimento per il riscatto morale di un popolo

    – Roberto Galullo

1-10 di 207 risultati