Persone

Giuseppe Guzzetti

Giuseppe Guzzetti, classe 1934, è il presidente dell'Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa (Acri) e di Fondazione Cariplo.

Avvocato, banchiere e filantropo, iscritto alla Dc, è stato presidente della Regione Lombardia ( 1979-1987) e senatore della Repubblica (1987-1994).

Dal 1997 è presidente della Fondazione Cariplo (secondo azionista con il 5% di Banca Intesa dopo la Compagnia di San Paolo che ha il 9%) e dal 2000 di Acri.

Molto influente nella finanza milanese è considerato il “padre” delle fondazioni di origine bancaria.

Ultimo aggiornamento 22 maggio 2017

Ultime notizie su Giuseppe Guzzetti
    • News24

    Le Bcc negoziano con la Bce sulla vigilanza dei nuovi gruppi

    L'iniziativa annunciata dal premier Giuseppe Conte di un intervento legislativo sulla riforma del credito cooperativo potrebbe non implicare un passo indietro. Potrebbe invece accogliere un'istanza che arriverebbe dal settore del credito cooperativo, impegnato nella costituzione di tre nuovi gruppi

    – di Laura Serafini

    • News24

    Bce, Nato, def i primi «salti» dal contratto ai fatti

    A poche ore dall'insediamento e la fiducia, per il premier Conte e non solo per lui, non c'è tempo per la luna di miele. Debutta al G7 e non sarà un primo test facile soprattutto per il clima di scontro che troverà sui dazi e certo la dichiarazione di Salvini che "giustifica" Trump contro «la

    – di Lina Palmerini

    • News24

    La nuova vita delle Fondazioni: socie stabili nelle ex popolari

    Con 40 miliardi di patrimonio, le 88 Fondazioni ex bancarie continuano a rappresentare per l'Italia un importante strumento di investimenti nel sociale e, negli anni recenti, anche nel promuovere e co-finanziare start up sul territorio. Al 24° congresso Acri dal titolo «Identità e cambiamento», che

    – di Alessandro Graziani

    • News24

    Guzzetti, sì a sviluppo della Cdp ma senza mettere a rischio il risparmio

    Le sorti future della Cassa depositi e prestiti rubano la scena al XXIV congresso dell'Acri, le fondazioni di origine bancaria. Non è un caso e in realtà neanche una sorpresa, tutto questo accade a dieci giorni dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste per il rinnovo dei vertici

    – di Laura Serafini

    • News24

    Telecom e il potere, quell'intreccio lungo un secolo

    Telecom non è solo Telecom. Telecom è un pezzo di anima dell'Italia. E' da sempre lo specchio dei rapporti di potere fra la politica e l'economia. E' la terra di mezzo in cui, in un paese statolatrico come il nostro, si confrontano due entità quali il pubblico e il privato. Da Beneduce alla

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Startup, nasce il fondo Indaco Venture. In dote 130 milioni

    Le startup italiane hanno bisogno di ossigeno per crescere e diventare scaleup. Il nostro Paese, con le sue 135 scaleup italiane legate all'ICT e 970 milioni raccolti arranca dietro a numeri europei ben più importanti, tanto che si posiziona all'undicesimo posto. L'Europa conta nel complesso ben

    – di Monica D'Ascenzo

    • News24

    Grandi giornali Usa e big del web Faccia a faccia sulle news a Bagnaia

    Sarà il primo confronto pubblico tra i direttori dei grandi giornali americani - New York Times, Wall Street journal, Washington Post - e i responsabili delle news di Google, Facebook e Twitter: il faccia a faccia, che toccherà uno dei temi caldi del futuro dell'editoria, non andrà in scena negli

    – di Silvia Pieraccini

    • News24

    Guzzetti e la spinta delle Fondazioni alla politica nella partita delle Tlc

    L'ingresso nel capitale di Tim da parte della Cassa depositi e prestiti avviene anche (e forse soprattutto) su spinta delle ex Fondazioni bancarie, che della Cdp sono azioniste di minoranza con il 15,9%. La partita su Tim si incrocia con quella del rinnovo dei vertici della Cassa, che da statuto

    – di Alessandro Graziani

    • News24

    Maxi rimbalzo per l'Europa, Telecom spinge Milano a massimi da febbraio

    Maxi rimbalzo per le Borse europee che accelerano nel pomeriggio, in scia all'apertura positiva di Wall Street, e chiudono con rialzi superiori al 2% lasciandosi alle spalle le preoccupazioni per una guerra di dazi tra Stati Uniti e Cina. A Milano lo Ftse Mib si attesta a ridosso di quota 23mila

    – di Cheo Condina

1-10 di 439 risultati