Persone

Giulio Andreotti

Giulio Andreotti è nato a Roma il 14 gennaio del 1919 ed è deceduto sempre a Roma il 6 maggio del 2013, è stato uno statista e scrittore italiano.

Per sette volte presidente del Consiglio, otto volte ministro della Difesa, cinque volte degli Esteri, due volte delle Finanze, del Bilancio e dell’Industria, una volta del Tesoro e una dell'Interno, sempre in Parlamento dal 1946 al 2013; Giulio Andreotti pur non essendone mai stato segretario, è stato per interi decenni il principale esponente della Democrazia Cristiana (Dc).

Conseguita la maturità classica presso il Liceo "Torquato Tasso" di Roma e laureatosi in giurisprudenza, nel 1946 è stato eletto membro all’Assemblea Costituente, mentre nel 1948 è entrato in Parlamento come deputato democristiano.

L’attività di governo di Giulio Andreotti è iniziata nel 1947 con il ruolo di sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo De Gasperi.

Nel 1972 viene nominato per la prima volta presidente del consiglio, mentre alla fine del decennio è stato alla guida del governo della “solidarietà nazionale”, rimasto in carica dal 29 luglio del 1976 all'11 marzo del 1978 e nato grazie all'astensione del Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer, durante la votazione in Parlamento per la fiducia.

Alla fine degli anni Ottanta, grazie al patto con Craxi e Forlani (detto Caf, dalle iniziali dei tre), Giulio Andreotti è nominato primo ministro per l’ultima volta.

Dopo il terremoto di Tangentopoli, nel quale non è mai indagato, nel 1991 è stato nominato senatore a vita.

Nel 2003 è terminato il lungo processo nel quale è stato accusato di essere colluso con la mafia, Andreotti ha ottenuto la prescrizione per i presunti reati commessi negli anni precedenti al 1980, mentre è assolto per le vicende verificatesi nel periodo successivo.

Giulio Andreotti è stato insignito di numerose onorificienze italiane e straniere, quali Cancelliere e Tesoriere dell'Ordine militare d'Italia (1959 e 1974), Gran croce al merito della Croce Rossa Italiana, Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede), Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna, 1985), Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) ecc.

E' stato sposato con Livia Danese (scomparsa nel 2015) ed aveva quattro figli, Lamberto, Serena, Stefano e Marilena.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Giulio Andreotti
    • News24

    La Deneuve affonda Giletti nella mancata intervista a «Non è l'Arena»

    Ci sono interviste che già dal promo su La 7 si preannunciano come un successo garantito, tanto più se sulla scia di uno degli scandali mediatici del momento, il caso Weinstein. «Lasciamo agli uomini la libertà di importunarci» ha scritto in una contestata lettera Catherine Deneuve. E il "Non è

    – di Stefano Biolchini

    • News24

    Liste elettorali, scendono in campo anche i professionisti

    Avvocati, giornalisti, medici, accademici. A liste chiuse sono molti i nomi alle elezioni che arrivano alla politica da categorie professionali. E' la moda del "candidato esterno", abbracciata anche dal Movimento 5 Stelle.

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Salini Impregilo apre il dossier stadio della Roma

    «Lo stadio Olimpico di Roma è molto bello, ma dalle curve per vedere la porta dal lato opposto ci vuole un buon binocolo» scriveva nel lontano 1987 Giulio Andreotti, allora ministro degli Esteri del Governo Craxi ai tempo del Pentapartito. Tifosissimo della Roma, l'uomo politico più potente del

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Adriano Celentano, il «Molleggiato» che si fece predicatore

    La storia della canzone italiana è un affare di befane. Il 6 gennaio 1937, giorno in cui la tradizione popolare appende calze al camino, ad Asti nasceva Paolo Conte, autore e interprete tra i più influenti dell'ultimo mezzo secolo. Lo stesso giorno di 12 mesi più tardi, esattamente 80 anni fa, a

    – di Francesco Prisco

    • News24

    Ipotesi Salini per lo stadio della Roma

    «Lo stadio Olimpico di Roma è molto bello, ma dalle curve per vedere la porta dal lato opposto ci vuole un buon binocolo» scriveva nel lontano 1987 Giulio Andreotti, allora ministro degli Esteri del Governo Craxi ai tempo del Pentapartito. Tifosissimo della Roma, l'uomo politico più potente del

    – Simone Filippetti

    • News24

    Da «Chiamami col tuo nome» a «Loro», i 10 film più attesi del 2018

    Mentre addetti ai lavori e appassionati compilano le loro classifiche sui migliori film del 2017, ecco una panoramica delle dieci pellicole della nuova stagione da segnare sull'agenda di ogni cinefilo che si rispetti:Tre manifesti a Ebbing, Missouri (11 gennaio): il primo titolo da non perdere

    – di Andrea Chimento

    • News24

    La presidenza del Senato, un ruolo che non porta fortuna politica

    Ha chiuso ieri l'assemblea che segna la nascita della lista unitaria della sinistra: Pietro Grasso, formalmente ancora presidente del Senato, ha fatto il suo esordio da leader politico dell'area che si raccoglie intono a Mdp, Si e Possibile. Un nuovo inizio per l'ex magistrato, già a capo della

    – di Riccardo Ferrazza

1-10 di 360 risultati