Persone

Giulio Andreotti

Giulio Andreotti è nato a Roma il 14 gennaio del 1919 ed è deceduto sempre a Roma il 6 maggio del 2013, è stato uno statista e scrittore italiano.

Per sette volte presidente del Consiglio, otto volte ministro della Difesa, cinque volte degli Esteri, due volte delle Finanze, del Bilancio e dell’Industria, una volta del Tesoro e una dell'Interno, sempre in Parlamento dal 1946 al 2013; Giulio Andreotti pur non essendone mai stato segretario, è stato per interi decenni il principale esponente della Democrazia Cristiana (Dc).

Conseguita la maturità classica presso il Liceo "Torquato Tasso" di Roma e laureatosi in giurisprudenza, nel 1946 è stato eletto membro all’Assemblea Costituente, mentre nel 1948 è entrato in Parlamento come deputato democristiano.

L’attività di governo di Giulio Andreotti è iniziata nel 1947 con il ruolo di sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo De Gasperi.

Nel 1972 viene nominato per la prima volta presidente del consiglio, mentre alla fine del decennio è stato alla guida del governo della “solidarietà nazionale”, rimasto in carica dal 29 luglio del 1976 all'11 marzo del 1978 e nato grazie all'astensione del Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer, durante la votazione in Parlamento per la fiducia.

Alla fine degli anni Ottanta, grazie al patto con Craxi e Forlani (detto Caf, dalle iniziali dei tre), Giulio Andreotti è nominato primo ministro per l’ultima volta.

Dopo il terremoto di Tangentopoli, nel quale non è mai indagato, nel 1991 è stato nominato senatore a vita.

Nel 2003 è terminato il lungo processo nel quale è stato accusato di essere colluso con la mafia, Andreotti ha ottenuto la prescrizione per i presunti reati commessi negli anni precedenti al 1980, mentre è assolto per le vicende verificatesi nel periodo successivo.

Giulio Andreotti è stato insignito di numerose onorificienze italiane e straniere, quali Cancelliere e Tesoriere dell'Ordine militare d'Italia (1959 e 1974), Gran croce al merito della Croce Rossa Italiana, Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede), Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna, 1985), Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) ecc.

E' stato sposato con Livia Danese (scomparsa nel 2015) ed aveva quattro figli, Lamberto, Serena, Stefano e Marilena.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Giulio Andreotti
    • Econopoly

    24 marzo 1979, un giorno nero per il Paese: attacco politico-giudiziario alla Banca d'Italia

    Il 23 marzo 1979 Antonio Maccanico, segretario generale al Quirinale con Sandro Pertini, scrive nei suoi diari: «Ho ricevuto Giovanni De Matteo (capo della procura di Roma, ndr), il quale mi ha informato della proposta di un suo sostituto di procedere contro Baffi e Sarcinelli... Sono rimasto allibito... Ho informato il presidente, La Malfa e Baffi... Ho un gran sospetto che vi sia un legame con l'Affare Caltagirone, cioè che si voglia premere su Baffi e Sarcinelli perché questi divengano più ar...

    – Beniamino Piccone

    • Agora

    Antonio Ingroia, Servitore dello Stato nelle sabbie mobili del sottogoverno politico, del servilismo dei media e della favola "italiani brava gente"

    Oggi scrivo di Antonio Ingroia, l'ex magistrato che ha lavorato fianco a fianco nella Procura di Marsala con Paolo Borsellino e da quest'ultimo espressamente voluto ancora al suo fianco nel 1992 nella Procura di Palermo. Ingroia - tanto per dirne alcune tra le tante - si è occupato di alcuni tra i più importanti processi sui rapporti tra la mafia e il mondo della politica, dell'imprenditoria, dell'economia, dei professionisti e della massoneria. Sia ben chiaro: stiamo parlando (nel migliore de...

    – Roberto Galullo

    • News24

    Barroso consulente Goldman: il caso al Comitato etico Ue. E lui si arrabbia

    Chi ci perde di più è la credibilità dell'Europa. Dopo un'inchiesta durata un anno e mezzo su José Manuel Barroso, ex presidente della Commissione europea per due mandati fino al 2014, l'Ombudsman europeo, Emily O'Reilly, ha scritto una lettera al Comitato etico dell'esecutivo di Bruxelles per

    – di Riccardo Barlaam

    • Info Data

    Scopri il volto del premier degli ultimi 50 anni di governo della Repubblica

    Un nuovo esecutivo andrà a formarsi nelle prossime settimane, dopo delle elezioni che hanno confermato una ormai cronica difficoltà della nostra Repubblica di creare maggioranze stabili. Intanto queste elezioni hanno raccontato il crollo della sinistra italiana, oltre che dei partiti dell'establishment. Grandi vincitori il Movimento 5 Selle e, soprattutto, la Lega di Salvini, per la prima volta partito egemone del centrodestra. Per raccontare Cinquant'anni di vita Repubblicana abbiamo realizzat...

    – Infodata

    • Info Data

    Tutti i premier della Repubblica. Il volto del Governo degli ultimi 50 anni

    Un nuovo esecutivo andrà a formarsi nelle prossime settimane, dopo delle elezioni che hanno confermato una ormai cronica difficoltà della nostra Repubblica di creare maggioranze stabili. Intanto queste elezioni hanno raccontato il crollo della sinistra italiana, oltre che dei partiti dell'establishment. Grandi vincitori il Movimento 5 Selle e, soprattutto, la Lega di Salvini, per la prima volta partito egemone del centrodestra. Per raccontare Cinquant'anni di vita Repubblicana abbiamo realizzat...

    – Filippo Mastroianni

    • News24

    Addio al petroliere Gian Marco Moratti, patron di Saras

    E' scomparso all'età di 81 anni Gian Marco Moratti, imprenditore del petrolio, presidente di Saras, fratello dell'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti e marito di Letizia Moratti, prima cittadina di Milano dal 2006 al 2011.Figura centrale dell'industria petrolifera italiana degli ultimi 30 anni,

    • News24

    La Deneuve affonda Giletti nella mancata intervista a «Non è l'Arena»

    Ci sono interviste che già dal promo su La 7 si preannunciano come un successo garantito, tanto più se sulla scia di uno degli scandali mediatici del momento, il caso Weinstein. «Lasciamo agli uomini la libertà di importunarci» ha scritto in una contestata lettera Catherine Deneuve. E il "Non è

    – di Stefano Biolchini

1-10 di 368 risultati