Persone

Giovanni XXIII

Giovanni XXIII è il nome che Angelo Roncalli scelse quando fu nominato Papa.

Roncalli fu pontefice dal 1958 al 1963, anno della sua morte. Fu un Papa sui generis, molto vicino alla gente, ricordato da molti come “il Papa buono”. Probabilmente eletto perché già di età avanzata nella speranza che fosse un pontefice di transizione, Roncalli sorprese tutti già dalla scelta del nome. Giovanni era infatti caduto in disuso da diversi secoli, in particolare dalla vicenda dell’antipapa Giovanni XXIII, risalente al XV secolo.

Dal punto di vista politico e confessionale fu un innovatore. Convocò il Concilio Vaticano II vincendo le resistenze di alcuni esponenti del Vaticano. Sebbene morì prima della sua conclusione, il Concilio Vaticano II portò un’ondata riformatrice nella Chiesa in sintonia con il sentire di Giovanni XXIII: un maggiore ecumenismo e una maggiore vicinanza alla gente. Giovanni XIII si contraddistinse infatti per essere un Papa molto vicino alla gente: il suo papato fu caratterizzato da frequenti viaggi, un minore formalismo e una comunicazione molto semplice ma efficace. Sono rimasti alla storia alcuni discorsi e similitudini, tra cui il cosiddetto discorso della Luna e il “date una carezza”. Anche per questo fu molto amato dalla gente, che lo chiamava affettuosamente il “Papa buono”. Giovanni XXIII fu anche aperto alle altre confessioni, sia cristiane sia non. In questo aiutò certamente la sua esperienza come delegato apostolico in Bulgaria, Grecia e Turchia che aveva fatto prima di diventare Papa.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Giovanni XXIII
    • News24

    Bambini e ragazzi sulla nave della legalità nel giorno di Falcone e Borsellino

    «Abbiamo parlato molto di Falcone, di Borsellino e degli uomini della loro scorta: un risultato l'abbiamo raggiunto: non chiamano più i poliziotti "infami"». Bartolomeo Perna, preside dell'Istituto comprensivo Parco verde di Caivano provincia di Napoli, accompagna la V elementare a Palermo per far

    – di Patrizia Maciocchi

    • Agora

    Culture&tourism: 300 castelli e palazzi Adsi aprono le porte il 21 maggio

    Torna domenica 21 maggio - come si legge in una nota - la Giornata Nazionale dell'Associazione Dimore Storiche Italiane: l'iniziativa annuale promossa da A.D.S.I. (con il contributo di Mapei e Banca del Fucino) apre gratuitamente circa 300 splendide residenze d'epoca (nella foto Palazzo Pfanner a Lucca), castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutt'Italia a centinaia di migliaia di visitatori italiani e stranieri. Per celebrare i 40 anni di A.D.S.I. questa edizione del Grand Tour si avval...

    – Vincenzo Chierchia

    • News24

    Il Papa pregherà sulla tomba di Don Milani a Barbiana

    L'annuncio è arrivato il giorno dopo il videomessaggio per la pubblicazione dell'opera omnia di don Lorenzo Milani. Francesco il 20 giugno andrà a Barbiana sulla tomba del priore, quasi in coincidenza con il cinquantesimo della sua prematura morte, sui monti del Mugello, nelle terre di un confino

    – di Carlo Marroni

    • News24

    A Catania la nuova metro spinge l'immobiliare

    Oggi a Catania il ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio ha tagliato il nastro della nuova tratta della metropolitana Nesima-Giovanni XXIII: una notizia importante per la città siciliana che da domani avrà una linea di circa nove chilometri. E' proprio sulle infrastrutture che Catania sta

    – di Paola Pierotti

    • News24

    Quando a Roma nacque l'Europa: come eravamo quel 25 marzo 1957

    Chi è stato sui banchi della scuola elementare a cavallo degli anni '50 e '60 del secolo scorso ha sentito parlare del "Mercato comune" e della "Piccola Europa", perché c'era una paginetta con la cartina sul sussidiario. Il 25 marzo 1957, giorno della firma a Roma dei Trattati istitutivi della Cee

    – di Piero Fornara

    • Agora

    In ricordo di Michael Novak

    La figura del grande teologo americano Michael Novak (morto venerdì 17 febbraio a Washington all'età di 83 anni) è stata tratteggiata con molta chiarezza da Flavio Felice sul Sole 24 Ore di domenica 19 febbraio. Qui vorrei solo ricordare come Novak all'inizio degli anni Duemila collaborò con molti articoli al Sole 24 Ore. Le sue posizioni sul fronte economico miravano a dimostrare come non vi fosse antagonismo tra capitalismo e Vangelo, ma il capitalismo doveva essere il sistema in cui i valori ...

    – Gianfranco Fabi

    • News24

    Papa: l'avidità del denaro è la radice di tutti i mali

    «L'avidità del denaro è la radice di tutti i mali». Il messaggio di Francesco per la Quaresima 2017 è la sintesi della sua pastorale del pontificato, che si avvia al compimento del quarto anno, tra un mese. E' la condanna dell'attaccamento alle ricchezze, che porta a «una sorta di cecità», e di

    – di Carlo Marroni

    • News24

    Meningite, cinquantenne morto in ospedale di Vibo Valentia

    Un uomo di 50 anni è deceduto nell'ospedale di Vibo Valentia a causa di un'infezione da meningococco. Giuseppe Iannazzo, titolare di un ristorante a Lamezia Terme, era stato ricoverato due settimane fa nel reparto di rianimazione dell'ospedale cittadino e successivamente trasferito nell'unità di

    • News24

    Creare il futuro

    «L'esperienza è l'unica profezia dei saggi» (A. De Lamartine); un'esperienza che, per il profeta, diventa compito. Profezia è una parola composta dal prefisso ??? (pro, "davanti, prima", ma anche "per", "al posto di") e dal verbo ???? (femì, "parlare, dire"). Il profeta quindi è letteralmente

    • News24

    Da Renzi a Grillo, il voto dei big

    Il premier Renzi al seggio senza documento, Grillo succhia la matita indelebile («Funziona»), Berlusconi al seggio con Francesca Pascale invita a non perdere l'occasione di fare "ciao". Mattarella vota a Palermo e rientra a Roma per seguire dal Quirinale lo spoglio elettorale. Ecco i big al voto

1-10 di 245 risultati