Persone

Giorgio Albertazzi

Giorgio Albertazzi è nato il 20 agosto del 1923 a Fiesole ed è deceduto il 28 maggio del 2016 a Roccastrada (GR), è stato un attore e regista italiano.

Dopo essersi diplomato al ginnasio e laureato in architettura, si è completamente dedicato all'arte della recitazione in fotoromanzi, in teatro, al cinema ed in televisione.

Nel 1949 ha debuttò sul palcoscenico, in occasione del Maggio Musicale Fiorentino, in "Troilo e Cressida" (di Shakespeare), sotto la direzione di Luchino Visconti.

Al cinema ha preso parte a numerosi film, tra i quali "Gioventù alla sbarra" (1951), "Art. 519 codice penale" (1952), "Il mercante di Venezia" (1953), "Violenza segreta" (1963), "Gradiva" (1970) (di cui ha curato la regia), "La nottata" (1974), "Tutti gli anni una volta l'anno" (1995), "L'avvocato De Gregorio" (2003), "La rabbia" (2008), "C'è chi dice no" (2011) e "La sindrome di Antonio" (2016).

Anche la televisione lo ha visto protagonista di numerosi sceneggiati, a partire da "Delitto e castigo" (1959) per passare alla serie tv "Passioni" (1963) ed infine allo show "Ballando con le stelle", che lo ha visto già novantunenne tra i concorrenti, in qualità di ballerino.

Il 10 febbraio del 2006, nel corso della Cerimonia di apertura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino, ha interpretato il "Canto di Ulisse", tratto da Dante.

Innamoratissimo del teatro, tanto da aver espresso il desiderio di morire sul palcoscenito, ha preso parte a numerossimi spettacoli, festeggiando in teatro il suo novantesimo compleanno con un omaggio al suo poeta prediletto Gabriele d'Annunzio.

Nell'ultima stagione (2015/2016) ha rappresentato al Teatro Ghione di Roma, "La Tempesta" (di Shakespeare) e "Le memorie di Adrano" (di Marguerite Yourcenar).

Giorgio Albertazzi è stato insignito dell'onorificenza di "Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana" (26 giugno 1996) e della "Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte" (2002).

Il 12 dicembre del 2007 si è unito con rito civile alla nobildonna fiorentina Pia Tolomei di Lippa, più giovane di lui di 36 anni.

Si è spento la mattina del 28 maggio 2016 nella tenuta di famiglia in Maremma, in località La Pescaia, nel comune di Roccastrada (GR).

Grande attore di teatro, attivo per decenni sulle scene, Albertazzi è stato anche uno dei primi divi televisivi, protagonista di letture poetiche e di sceneggiati di grande successo.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Giorgio Albertazzi
    • News24

    Addio a Pasquale Squitieri, il regista dei Guappi e del Prefetto di ferro

    Nel suo ultimo film, l'avvocato De Gregorio (2003, interpretato da Giorgio Albertazzi) tentò di tornare alle sue origini narrando un ambiente che ben conosceva, quello del tribunale di Napoli, ma ormai con poca convinzione e con una stanchezza da televisione.

    – di Goffredo Fofi

    • News24

    Un andaluso a New York

    Noto a tutti, letto, antologizzato e recitato da attori come Vittorio Gassman, Arnoldo Foà, Giorgio Albertazzi, quasi all'improvviso il suo nome sparì.

    – di Alfonso Berardinelli

    • News24

    Giorgio Albertazzi

    Di quell'epoca Albertazzi fu un protagonista. ... Giorgio Albertazzi

    • News24

    A Milano l'ultimo saluto a Dario Fo. In migliaia sotto la pioggia

    Un funerale di arte e di politica per il Nobel Dario Fo a Milano che si è chiuso con la canzone Bella Ciao, con il figlio Jacopo a pugno chiuso che dice «grazie compagni, grazie» e Beppe Grillo che invita «a fare un po' di silenzio su Dario». Sono tanti i cittadini che oggi hanno portato l'ultimo

    • News24

    Mattatore anarchico

    Quando viene a mancare un artista importante e noto sono molte le immagini che si affollano nella mente di chi ha seguito la sua carriera da vicino o soltanto per frammenti. E nel caso di Giorgio Albertazzi, scomparso ieri all'età di novantadue anni, sembrano riemergere dalla memoria tanti profili

    – Antonio Audino

    • News24

    Albertazzi divo e ribelle, baciato dagli dei del palcoscenico

    Talentuoso, contraddittorio, geniale, affascinante, Giorgio Albertazzi ha avuto in dono dagli dei del palcoscenico una carriera sfaccettata, multiforme e una personalità tra le più complesse e difficili da etichettare del teatro italiano del secondo Novecento. E' stato un divo ed è stato a suo modo

    – di Renato Palazzi

    • News24

    Teatro, è morto Giorgio Albertazzi

    Non solo un attore, ma un vero e proprio monumento del teatro e del cinema italiano. Giorgio Albertazzi è morto questa notte 92 anni mentre si trovava in Toscana nella casa di Pia De' Tolomei. Era nato a Fiesole il 20 agosto 1923. La sua ultima apparizione in teatro era stata nel Mercante di

    • NovaCento

    PAOLO POLI: UN SALUTO!

    NATALE di Paolo Poli (da Alto Gradimento) Metteremo una bella stella cometa sul ventilatore. Ma non si metterà a girare inopinatamente? No, no. ZZZZZ! AH! Quando la raccogliemmo, la sua testa sorrideva ancora. In altro contesto, Paolo Poli ha scritto (detto), secondo quanto ha raccolto Cristina Leo: «Ho provato con l'adozione. Sono stato esaminato da una giudichessa che però mi individuò subito come pessimo soggetto. "I figli hanno bisogno di una figura femminile". Io misi avanti mia madr...

    – Luca Boschi

1-10 di 53 risultati