Persone

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni, politica, giornalista, fondatrice, insieme a Crosetto e La Russa, del partito Fratelli d'Italia, è stata Ministro per la Gioventù nel governo Berlusconi IV diventando il più giovane Ministro della storia repubblicana.

Nata a Roma il 15 gennaio 1977, Giorgia Meloni è entrata per la prima volta alla Camera, come deputato di Alleanza Nazionale, nel 2006, anno in cui è stata anche nominata vicepresidente della Camera, anche in questo caso la più giovane della Repubblica Italiana.

Il suo impegno politico è iniziato nel 1992, nel Msi, Movimento Sociale Italiano, mentre nel 1997 viene nominata responsabile romana di Azione Studentesca, movimento giovanile di An. Nel 2000 Giorgia Meloni è diventata dirigente di Azione Giovani, movimento ufficiale dei giovani di An, e nel 2004 è stata eletta presidente dello stesso movimento al congresso di Viterbo. Sempre nel 2004 è entrata a far parte dell’Esecutivo Nazionale di An, mentre nel 2009 è diventata presidente del movimento politico giovanile del Popolo della Libertà, chiamato Giovane Italia.

Nel Giugno 2012 ha rassegnato le dimissioni dal movimento e nel Dicembre dello stesso anno ha creato, insieme a Ignazo La Russa e Guido Crosetto, il partito Fratelli d'Italia-Centrodestra nazionale.

Nel novembre del 2015 fonda il movimento "Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni" e partecipa insieme al leader del centrodestra Silvio Berlusconi ed al segretario della Lega Nord Matteo Salvini, ad una manifestazione a Bologna promossa dall'intera coalizione.

Nel gennaio del 2016 partecipa al "Family Day" dichiarandosi contraria al ddl Cirinnà e ritenendo assolutamente inamissibili le prerogative riconosciute alle coppie omosessuali in materia di adozione di minori.

Il 16 marzo del 2016 si candida alla carica di sindaco di Roma ma i cittadini scelgono Virgina Raggi.

Convive con Andrea Giambruno ed è mamma di Ginevra nata nel settembre del 2016.

Ultimo aggiornamento 05 novembre 2017

Ultime notizie su Giorgia Meloni
    • News24

    Berlusconi: senza maggioranza rischio speculazioni mercati

    «L'Italia è un paese importante per l'Ue quindi ciò che succede da noi interessa anche a Bruxelles e se queste elezioni non portano ad un governo e ad unamaggioranza anche l'Europa è preoccupata. Penso che se gli italiani non dovessero dare vita ad un governo stabile ci saranno delle speculazioni

    – di Redazione Roma

    • News24

    Una campagna elettorale senza «modelli stranieri»

    Pietro Grasso che vola a Londra per incontrare il leader laburista Corbyn fa venire in mente che il capo politico di Liberi e uguali è un'eccezione in una campagna elettorale in cui sono svaniti i "modelli stranieri". Le citazioni di Emmanuel Macron nei discorsi di Matteo Renzi si sono diradate,

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Da Salvini ancora uno stop a Berlusconi: non voglio raccattare profughi M5s

    Il leader della Lega Matteo Salvini assume ancora una volta una posizione distante da quella di Forza Italia, alleato nella coalizione di centrodestra in vista delle elezioni del 4 marzo. All'apertura di Berlusconi nei confronti dei fuoriusciti del M5S per il dopo elezioni («Se firmano il

    – di Redazione Roma

    • News24

    Elezioni 2018, tutte le piazze divise del centrodestra

    La battaglia per la leadership del centrodestra ha un riflesso plastico nella campagna elettorale. Nonostante il Cavaliere ripeta ormai che la partita sia chiusa e la sua coalizione abbia già vinto, fa discutere la divisione degli appuntamenti dei leader. Eppure le piazze separate, almeno nei

    – di A. Gagliardi e A. Marini

    • Info Data

    Elezioni, come sono i rapporti di forza interni al centrodestra?

    Sondaggi alla mano, è l'unica coalizione che può aspirare a superare il 40% alle elezioni del 4 marzo. Ovvero quella quota che, secondo gli analisti, può garantire la maggioranza sia alla Camera che al Senato, senza bisogno di ulteriori alleanze. Ma in una campagna elettorale in cui Matteo Salvini e Silvio Berlusconi continuano ad esprimere opinioni discordanti, dall'abolizione della legge Fornero alla reintroduzione della naja, mentre Giorgia Meloni ribadisce di essere candidata alla premiershi...

    – Riccardo Saporiti

    • Info Data

    Elezioni, come sono i rapporti di forza interni al centrodestra?

    Sondaggi alla mano, è l'unica coalizione che può aspirare a superare il 40% alle elezioni del 4 marzo. Ovvero quella quota che, secondo gli analisti, può garantire la maggioranza sia alla Camera che al Senato, senza bisogno di ulteriori alleanze. Ma in una campagna elettorale in cui Matteo Salvini e Silvio Berlusconi continuano ad esprimere opinioni discordanti, dall'abolizione della legge Fornero alla reintroduzione della naja, mentre Giorgia Meloni ribadisce di essere candidata alla premiershi...

    – Riccardo Saporiti

    • News24

    Berlusconi: Cottarelli sarà in squadra governo. Ma lui: disponibilità mai data

    «L'ho sentito ieri e si è dichiarato disponibile, sarà uno di quelli che sarà nella nostra squadra di governo». Così Silvio Berlusconi ha annunciato alla Confcommercio la disponibilità di Carlo Cottarelli (ex commissario alla spending) alla guida del ministero per la spending review. Una

    – di Redazione Roma

    • News24

    Musei, perché è così difficile essere Christian Greco in Italia

    Negli scorsi giorni le cronache italiane hanno riscoperto all'improvviso Christian Greco, il direttore del Museo Egizio di Torino finito in primo piano per il suo «scontro» con la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. In realtà Greco aveva già fatto parlare di sé, ma per ragioni diverse dal

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Licenziare i direttori dei musei? Solo se sbagliano, ma niente spoils system

    Il direttore del museo Egizio, Christian Greco, può dormire sonni tranquilli. Le minacce di rimuoverlo, poi ridimensionate, da parte di Fratelli d'Italia per la campagna lanciata dall'Egizio a favore dei cittadini di lingua araba (si entra in due, paga solo uno) non hanno fondamento giuridico. Il

    – di Antonello Cherchi

    • News24

    Confcommercio ai partiti: Iva bloccata e riduzione aliquote Irpef

    Sop agli aumenti dell'Iva previsti per il 2019, riforma del fisco con poche aliquote, conferma del Jobs Act individuando però anche uno strumento per il lavoro occasionale in grado di colmare il vuoto lasciato dall'abolizione dei voucher. Sono alcune delle proposte che il Consiglio Generale di

    – di Marzio Bartoloni

1-10 di 692 risultati