Persone

Gioacchino Genchi

Gioacchino Genchi è un poliziotto e un esperto informatico. Sospeso dall’incarico di vicequestore di Palermo, ha collaborato come consulente informatico con magistrati quali Falcone e de Magistris. Le sue indagini sono state usate per la strage di via D’Amelio, in cui ha perso la vita Borsellino. É stato accusato da Berlusconi di un presunto scandalo intercettazioni. Scagionato dal Riesame, il suo archivio segreto è stato dissequestrato.

Dopo la laurea in Giurisprudenza nel 1985 Gioacchino Genchi ha vinto il concorso di Funzionario della Polizia di Stato. Ha ricoperto incarichi di dirigente della Zona Telecomunicazioni e del Nucleo Anticrimine per la Sicilia Occidentale e del Centro Elettronico Interregionale di Palermo. Nel 1996 è diventato consulente tecnico dell’Autorità Giudiziaria, contribuendo alla soluzione d’indagini come la strage di via D’Amelio, in cui è morto il giudice antimafia Borsellino. Ha collaborato come consulente informatico con magistrati quali Giovanni Falcone e Luigi de Magistris per l’inchiesta Why not. Nel 2009 il Presidente del Consiglio Berlusconi lo ha accusato di uso illecito d’intercettazioni. Gioacchino Genchi si è difeso dicendo di aver solo analizzato i tabulati. Il suo archivio è finito sotto indagine del Copasir. Genchi è stato scagionato dal Riesame e i computer che ha utilizzato per le indagini sono stati dissequestrati. Rientrato in servizio dopo 9 anni di aspettativa, è stato di nuovo sospeso per 6 mesi dalla carica di vicequestore di Palermo.

Su Gioacchino Genchi sono stati pubblicati libri, tra cui Il caso Genchi - Un uomo in balia dello Stato, di Edoardo Montolli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Gioacchino Genchi
    • News24

    Why not, causa civile per danni a parlamentari

    La vicenda relativa all'acquisizione senza autorizzazione, nel 2009, di tabulati telefonici di parlamentari durante il processo Why not - che era nato sull'ipotesi della presunta esistenza di un comitato di affari sostenuto dalla massoneria e che si era concluso senza condanne - lascia la sede

    • Agora

    Why Not /1 Luigi De Magistris chiede una commissione parlamentare d'inchiesta: l'ennesima utopia

    Ho sempre pensato (ergo: scritto) che Luigi De Magistris* con la sua indagine Why Not avesse capito tutto. Il sistema marcio che sconquassa la Calabria (ergo: l'Italia) emergeva in tutto il suo fetore nell'indagine che (parallelamente all'altra Poseidon) aveva condotto. Ho sempre pensato (ergo: scritto) che Luigi De Magistris avesse, però, sbagliato metodo e ceduto in tentazione. Non a caso, riconoscendogli onestà, serietà e un'avviata capacità professionale che peccava però di esperienza e gui...

    – Roberto Galullo

    • News24

    Why not, assolto de Magistris. «Finalmente fatta giustizia»

    La terza corte di appello di Roma ha assolto il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ed il consulente Gioacchino Genchi dall'accusa di abuso d'ufficio in relazione alla vicenda dell'acquisizione di tabulati telefoni di politici. «Sono molto contento, finalmente è stata fatta giustizia». Così Luigi

    • Agora

    De Magistris, Genchi, Scarpinato, Di Matteo, Lari, Cafiero De Raho, Renzi, de Bortoli e "le" massonerie

    Parto da un episodio personale. Nel lontano (giornalisticamente parlando) 2007, l'allora direttore del Sole-24 Ore, Ferruccio de Bortoli (sul quale a fondo articolo tornerò) mi chiese di seguire a Catanzaro l'indagine Why Not di un magistrato napoletano che - nomen omen - si chiama Luigi De Magistris. Dovevamo recuperare terreno visto che gli altri media stavano cavalcando l'onda. Noi no. Rimediammo con una lunga serie di servizi a mia cura che poi si interruppero, come spesso capita nei giorna...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    ESCLUSIVO/6 Bomba al pm antimafia Cisterna e incontri clandestini nel nuovo memoriale di Nino Lo Giudice

    Cari amici di blog il 30 novembre l'infaticabile Nino Lo Giudice, colui il quale, a parte il terremoto di Reggio, sì è autoaccusato di ogni tragedia o quasi, sostiene un nuovo interrogatorio nel carcere romano di Rebibbia alla presenza di Giuseppe Pignatone, del procuratore aggiunto Michele Prestipino Giarritta, di Renato Cortese Capo della Squadra mobile di Reggio Calabria e dell'avvocato Fernando Catanzaro del Foro di Roma. Il suo debutto è questo: voglio fare dichiarazioni spontanee. Prego, s...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    FLASH+++ Da Gioacchino Genchi nessun accesso abusivo alla banca dati delle Finanze

    Il Gup del Tribunale di Roma Marina Finiti, dopo una camera di consiglio durata pochi minuti, alle 15.15 di oggi ha assolto perché il fatto non sussiste Gioacchino Genchi per i presunti accessi abusivi al Siatel, il Sistema di interscambio dell'anagrafe tributaria degli enti locali dell'Agenzia delle entrate. A Genchi erano state contestate le attività di accertamento nei processi più importanti degli ultimi anni. A marzo del 2009, oltre alla perquisizione, c'era stato anche il sequestro dell'ar...

    – Roberto Galullo

1-10 di 36 risultati