Persone

Giancarlo Galan

Giancarlo Galan è un politico italiano, è stato Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e Presidente della Regione Veneto dal 2010 e 2011 e Ministro per i Beni e le Attività culturali nel Governo Berlusconi IV.

Nominato in sostituzione di Luca Zaia (eletto presidente della Regione Veneto proprio in successione al neoministro), Giancarlo Galan ha partecipato fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1994, al movimento politico di Forza Italia, anche se precedentemente era iscritto al Partito Liberale Italiano.

Nato a Padova il 10 settembre 1956, laureato in giurisprudenza e manager di Pubblitalia, Giancarlo Galan è eletto alla Camera nel 1994, mentre nel 1995 è entrato nel Consiglio regionale del Veneto. Nello stesso anno è nominato Presidente della Giunta Regionale, venendo confermato anche nelle due elezioni amministrative successive, avvenute nel 2000 e nel 2005. Alle elezioni politiche del 2006 è nominato senatore per Forza Italia nel Veneto, ma dopo tre mesi ha scelto di lasciare l'incarico e restare presidente regionale.

Nel 2010 viene nominato Ministro per le Politiche Agricole in sostituzione di Luca Zaia, ruolo da cui si dimette nell'Aprile del 2011, quando si pone alla guida del dicastero dei Beni e delle Attività culturali, lasciato libero da Sandro Bondi.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Giancarlo Galan
    • News24

    Parte la corsa al seggio, ma in 50 hanno già detto addio al Parlamento

    La campagna elettorale è entrata nel vivo. E forte è la competizione per accaparrarsi un seggio che «costa» fino a 70mila euro. Ma se si guarda al bilancio della legislatura ormai agli sgoccioli, sono in tanti gli onorevoli che hanno lasciato il Parlamento nel corso del proprio mandato per

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    • News24

    Le altre «vittime» della Severino: Minzolini, Galan, Scopelliti

    Dopo l'udienza di ieri davanti della Corte europea dei diritti dell'uomo, a Silvio Berlusconi non resta che aspettare. Nelle mani dei giudici di Strasburgo c'è la possibilità per l'ex premier di tornare candidabile prima del 2019, quando avrà termine l'incandidabilità imposta dalla legge Severino

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Mose, assolto l'ex sindaco di Venezia Condanna per Altero Matteoli

    Si chiude l'ultimo capitolo giudiziario del Mose di Venezia. Dopo una lunga serie di patteggiamenti già avvenuti in gran parte nel 2014, cioè nello stesso anno dell'esplosione del caso con 35 arresti a vario titolo per corruzione, appropriazione indebita e distrazione di fondi pubblici, arrivano

    – di Sara Monaci

    • News24

    Inchiesta Mose: Matteoli condannato a 4 anni, assolto Orsoni

    L'ex ministro (e ora senatore) Altero Matteoli è stato condannato a 4 anni di reclusione e a oltre 9,5 milioni di euro di multa per corruzione nell'inchiesta Mose. Esce illeso dal processo, per assoluzione o prescrizione di parte delle vicende ascritte, l'ex sindaco Giorgio Orsoni che era accusato

    • News24

    Mose, il pm chiede 6 anni per Matteoli e 2 anni e 3 mesi per Orsoni

    Sei anni per l'ex ministro Altero Matteoli, 2 anni e tre mesi per l'ex sindaco di Venezia Giorgio Orsoni. Queste le richieste formulate oggi dai pm Stefano Ancillotto e Stefano Buccini per due degli 8 imputati rimasti nel processo per le tangenti del Mose (gli altri accusati, tra cui Giancarlo

    • News24

    Se il corruttore svela gli ingranaggi della corruzione

    La corruzione è «un male gravissimo della nostra società che inquina le fondamenta del vivere civile» e che va «combattuto senza equivoci o timidezze» attraverso «una grande alleanza tra tutti gli strati della società, dalla scuola al mondo economico, dai corpi intermedi alle istituzioni locali».

    – di Stefano Natoli

    • News24

    La parabola della Città della speranza e del suo fondatore Franco Masello

    Spes contra spem. La speranza contro la speranza. La massima paolina, se intesa in senso letterale, si attaglia perfettamente alla parabola della Città della speranza di Padova, fondata nel '94 da Franco Masello, imprenditore self made man di Malo, il paese dello scrittore Luigi Meneghello, che nei

    – Mariano Maugeri

    • News24

    Sappada, si arena il sogno del paese che vuole passare dal Veneto al Friuli

    "Schanni!" I sappadini avevano detto addio al Veneto in Plodarisch, il dialetto germanofono che si parla anche in Carnia. E Zaia il temporeggiatore ("il 2016 sarà l'anno del referendum per l'autonomia", proclama) aveva incassato con apparente imperturbabilità la trasmigrazione che rischiava di

    – Mariano Maugeri

    • News24

    Veneto Banca, Bolla nominato presidente

    E' Pierluigi Bolla il nuovo presidente di Veneto Banca. Imprenditore vitivinicolo di origini veronesi, Bolla è stato nominato ieri all'unanimità dal Consiglio di amministrazione della banca di Montebelluna. Sul suo nome si è coagulato un ampio consenso dopo che il primo candidato alla nomina, il

    – Luca Davi

1-10 di 411 risultati