Ultime notizie:

Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Lo spesometro non vuole un nuovo invio dei file in attesa di elaborazione

    I file che sono stati trasmessi e che si vorrebbe individuare nel sito della Agenzia vengono elaborati nello spazio ditre giorniper cui non occorre inviarli di nuovo ed è necessario avere pazienza. Questo risulta dalle risposte che le Entrate hanno pubblicato sul sito «Fatture e corrispettivi». I

    – di Alessandra Caputo e Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Spesometro, un filo d'Arianna per uscire dal labirinto

    Oggi doveva essere l'ultimo giorno dello spesometro ma è arrivato un comunicato del Mef che anticipa un Dpcm che proroga il termine al 16 ottobre 2017. Da tale data decorrono, quindi, i termini per l'eventuale sanzione ridotta e per il ravvedimento operoso.

    – di Alessandra Caputo, Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Basta rispettare le specifiche tecniche

    Difendere la bontà dello spesometro è arduo nei giorni in cui il sistema telematico delle Entrate stenta.

    – di Gian Paolo Tosoni

    • News24

    L'Agenzia gioca d'anticipo per il gettito

    Stavolta l'Agenzia fa presto anche per non avere ulteriori richiami dalla Corte dei Conti ed invia con una celerità inusuale gli avvisi bonari ai contribuenti le cui liquidazioni Iva del 2017, hanno presentato delle anomalie relativamente ai versamenti dell'imposta. Quindi la comunicazione

    – di Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Spesometro, errori rimediabili

    Conto alla rovescia per l'invio dello spesometro che andrà spedito entro il 28 settembre. Mancano ormai dieci giorni ed entro ieri avrebbe dovuto essere pubblicato il provvedimento di proroga del termine dell'invio dei dati delle fatture emesse e di acquisto registrate; così non è stato e quindi i

    – di Alessandra Caputo e Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Intra, dati Iva e 770: gli invii vanno sfoltiti

    Le scadenze fiscali impattano molto sull'organizzazione amministrativa delle aziende e degli studi e sui relativi costi strutturali. Da un lato quindi le scadenze dovrebbero essere accorpate per una più agevole individuazione, dall'altro però occorre evitare un'eccessiva concentrazione per non

    – di Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Informazioni inviate secondo competenza

    Per l'invio dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre 2017 il primo appuntamento è lunedì 18 settembre, dato che il giorno 16 è sabato. Il termine originario previsto dall'articolo 4, comma 4 del Dl 193/2016 era il 25 luglio ma è stato prorogato al 16 settembre con il

    – di Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Deve essere segnalato se manca l'imposta

    Nel sito delle Entrate sono disponibili le specifiche tecniche per la formazione del file da inviare. Gli operatori devono solo verificare con l'aiuto dei tecnici informatici se le registrazioni effettuate nei registri Iva sono compatibili e possono essere lette e tradotte nel formato elettronico.

    – di Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Esonerati agricoltori, minimi e forfettari

    Sono pochi i contribuenti esclusi dall'obbligo della trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e registrate.

    – di Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Gli ostacoli dei codici e dei file «pesanti»

    La proroga del termine del 18 settembre entro il quale deve essere eseguita la prima trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e quelle di acquisto registrate nel primo semestre 2017 rappresenta comunque un sollievo. Anche se un desiderio diffuso è contrario alle proroghe in quanto le

    – di Gian Paolo Tosoni

1-10 di 306 risultati