Persone

George Soros

George Soros è un imprenditore e filantropo: nato in Ungheria nel 1930, è naturalizzato statunitense. Nel 1946 infatti George Soros, o Gyorgy Schwartz, è fuggito dal suo paese durante l’inizio dell’occupazione sovietica ed è emigrato in Inghilterra, paese nel quale ha studiato e si è laureato, presso la famosa London School Of Economics, nel 1952. Nel 1956 si è trasferito negli Stati Uniti ed ha iniziato ad operare nel campo dell’alta finanza. Nel 1969, insieme a Jim Rogers, George Soros è stato uno dei fondatori del Quantum Fund, fondo di investimento che ha creato la base della fortuna dell’imprenditore, garantendogli un rendimento elevatissimo nei successivi 10 anni. Durante il cosiddetto “mercoledì nero” (16 settembre) del 1992, George Soros è diventato famoso con un’operazione di speculazione finanziaria che lo ha portato a vendere più di 10 miliardi di dollari in sterline: il risultato è stato che la Banca d'Inghilterra venne costretta a svalutare la propria moneta e George Soros nel processo guadagnò una cifra stimata in 1,1 miliardi di dollari. Da quel momento è soprannominato “l'uomo che distrusse la Banca d'Inghilterra”. Nel 2010, il suo patrimonio è stimato dalla rivista americana Forbes in 14 miliardi di dollari.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su George Soros
    • News24

    Legge sull'università, procedura di Bruxelles contro Orban

    La Commissione europea ha compiuto oggi il primo passo verso una procedura d'infrazione contro l'Ungheria per la legge sull'istruzione superiore che minaccia l'esistenza della Central European University, l'università indipendente fondata dal finanziere americano, ma di origini magiare, George

    – di Luca Veronese

    • News24

    Borse europee sottovalutate ma la primavera rischia di essere «finta»

    Li chiamano errori di valutazione del mercato: su questi trader e grandi investitori costruiscono le proprie fortune future. «Di solito in situazioni lontane dall'equilibrio lo scostamento fra percezione e realtà porta a un apice che scatena un feedback positivo nella direzione opposta», spiega un

    – di Maximilian Cellino

    • Econopoly

    La prossima recessione, il (basso?) rischio Frexit e la fine della Trumpmania

    Pubblichiamo un post di Steen Jakobsen, capo economista e CIO di Saxo Bank* - E' una vecchia verità di chi investe, che il profitto derivi principalmente da asset erroneamente valutati e illiquidità. Maggiore è l'errore di valutazione nel prezzo dell'asset, più alto sarà il rendimento atteso. E' cosa simile per la liquidità: maggior liquidità equivale a minori guadagni attesi. Nella sua teoria della riflessività, George Soros ha esaminato questo tema nel dettaglio, affermando:"Di solito, in situ...

    – Econopoly

    • News24

    Il «problema infernale» del nuovo disordine mondiale

    Nel suo libro "A Problem from Hell": America and the Age of Genocide (ed. italiana "Voci dall'inferno: l'America e l'era del genocidio", Baldini Castoldi Dalai, 2004 ), che uscì nel 2002 e vinse il Premio Pulitzer l'anno successivo, Samantha Power condannava l'inazione degli Stati Uniti nel

    – di R. Frydman, S. Whatley, K. Murphy, J. Stein

    • News24

    Ungheria, Orban vuole chiudere l'università di Soros

    L'Ungheria di Viktor Orban sta per introdurre una legge sulle università straniere che potrebbe costringere George Soros a chiudere la Central European University. Il provvedimento proposto questa settimana attacca direttamente, ancora una volta, le attività di Soros considerato dal premier Orban

    – di Luca Veronese

    • News24

    Soros vende la quota in Igd

    Cambia l'azionariato di Igd. Dopo tre anni dall'acquisto, l'imprenditore George Soros ha scelto di vendere la propria partecipazione nella società italiana Igd, gruppo che si occupa di investimenti immobiliari nel segmento dei centri commerciali. La società quotata possiede supermercati e gallerie

    – di Paola Dezza

    • News24

    Il mondo che ha creato Donald Trump

    Da quasi una generazione l'Occidente vive una sorta di progresso all'inverso. Se pensiamo all'instabilità generata dalla guerra in Iraq che dopo il Medio Oriente ha investito l'Europa, agli effetti negativi della crisi finanziaria del 2008 sulla fiducia degli elettori nel capitalismo liberale e

    – di Michael Burleigh

    • News24

    Corte Ue: legittimo vietare il velo sul posto di lavoro

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEBRUXELLES - La Corte europea di Giustizia ha preso oggi una importante decisione che potrebbe fare giurisprudenza in un campo delicatissimo nei rapporti sociali in Europa. La magistratura comunitaria ha deciso in una sentenza che un datore di lavoro può legittimamente

    – dal nostro corrispondente Beda Romano

1-10 di 434 risultati