Persone

George Martin

George Martin è nato il 3 gennaio del 1926 a Londra ed è deceduto l'8 marzo del 2016, è stato definito il "quinto Beatles" per il ruolo decisivo rivestito nel successo della famosissima band londinese, sia in qualità di produttore che di strumentista ed arrangiatore.

Già in tenera età Martin cominciò a suonare ed a studiare il pianoforte.

Tra il 1947 ed il 1950 ha frequentato la prestigiosa "Guildhall School of Music and Drama" di Londra, dove ha studiato pianoforte ed oboe ed ha potuto conoscere un'ampia varietà di stili musicali.

Diplomatosi, lavora prima presso il dipartimento di musica classica della BBC e poi alla EMI, che negli anni '50 diventa, grazie al grande successo generato dal nuovo genere musicale, il rock and roll, una delle più importanti etichette discografiche dell'epoca.

Sempre nella galassia EMI, Martin divenne manager dell'etichetta Parlophone, dedicata all'incisione di dischi umoristici ed al lancio di artisti minori.

All'inizio degli anni '60 conobbe i Beatles, ancora esordienti e poco noti, ne apprezzò l'abilità nel suonare ma dovette lavorare a lungo per far emergere in loro il grandissimo talento canoro e musicale che avrebbero offerto al pubblico negli anni successivi.

La sua impostazione musicale classica ha lasciato traccia in memorabili brani del gruppo da lui arrangiati, quali "Yesterday", "Eleanor Rigby" e "Penny Lane".

Oltre ai Beatles, Martin ha prodotto album anche per molti altri artisti, tra i quali gli "America" e gli "Ultravox".

George Martin è stato insignito delle onorificienze di Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico e Knight Bachelor ed ha ottenuto la nomination al Premio Oscar del 1965, per il miglior adattamento musicale, per il film "Tutti per uno".

E' stato coniugato con Sheena Chisholm e Judy Lockhart Smith ed era padre di quattro figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su George Martin
    • Agora

    «Sgt. Pepper» 50 anni dopo si fa in quattro: ecco tutte le edizioni celebrative del capolavoro dei Beatles

    Dopo i rumors degli ultimi giorni, messi in moto da qualche intervista e una serie di mosse curiose di Amazon, abbiamo una data. E soprattutto abbiamo finalmente il dettaglio di come sarà: cade il velo sull'edizione speciale a celebrazione del 50ennale di «Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band», l'album con cui i Beatles azzerarono la storia della musica (e del costume) del ventesimo secolo. Il 26 maggio il «Sergente» tornerà a marciare in tanti ricchissimi formati. L'album è stato oggetto di un...

    – Francesco Prisco

    • News24

    George Martin

    George MartinProduttore, arrangiatore ma soprattutto scopritore dei Beatles, l'uomo che a 36 anni si accorse che quei quattro ragazzi di 20, nonostante tutti i limiti degli autodidatti, «avevano qualcosa». Fu lui a tirarlo fuori. Per dire: senza di lui non avremmo mai avuto l'orchestrazione barocca

    • News24

    Eleanor Rigby

    Il pallino del gioco passa rapidamente a McCartney che trova il tempo di inventare il pop da camera: a sostegno della sua voce non ci sono più chitarre, basso e batteria ma violini, viola e violoncello, un quartetto galante magnificamente arrangiato dal producer George Martin, il «grande vecchio»

    – di Francesco Prisco

    • Agora

    Vittorio Cosma, professione producer. Ma con «La facoltà dello stupore»

    Se il mestiere più bello del mondo - almeno per gli appassionati di una certa musica - è quello della rockstar, il secondo mestiere più bello del mondo è quello del produttore, inteso come producer. Tradotto: colui che ha in mano il progetto discografico di un artista, seleziona le composizioni, determina gli arrangiamenti e soprattutto il «suono» di un'opera. Il producer è quasi sempre un musicista prestato alla consolle. Che, alle brutte, lascia la consolle per mettersi dietro uno strumento, p...

    – Francesco Prisco

    • Agora

    Morto George Martin, producer che si mise in proprio (per permettere ai Beatles di fare i Beatles)

    Se c'è una persona che in campo musicale ha inventato il ruolo moderno di produttore, quella persona è stata George Martin, l'unico per il quale l'epiteto di quinto Beatle non suona abusato, scomparso oggi a 90 anni. Executive e arrangiatore della gloriosa Parlophone Emi, «raccolse» John, Paul, George e Ringo ancora ragazzini dopo che erano stati scartati dalla Decca e li trasformò nella più grande rock band di sempre. Per capirci: senza il suo tocco «classico» i Fab Four non sarebbero mai arriv...

    – Francesco Prisco

    • News24

    Arriva la terza stagione di «Game of Thrones»

    Da settimane gli appassionati di serie tv non parlano che di questo: torna "Game of Thrones". Il prossimo 31 marzo innumerevoli spettatori si attaccheranno

    – di Giorgio Fontana

1-10 di 20 risultati