Ultime notizie:

Gaza

    • Agora

    Israele e Iran: sindromi belliche

    Qualche giorno fa gli israeliani hanno abbattuto un aereo siriano che aveva sconfinato e i siriani hanno lanciato due missili caduti nel lago di Tiberiade; a Gaza Hamas continua a rompere le tregue con Israele, negoziate da Onu ed Egitto: sembra che Hamas palestinese ed Hezbollah libanese si stiano riavvicinando.

    – Ugo Tramballi

    • News24

    Alta tensione in Medio Oriente, Netanyahu annuncia escalation

    Non accenna ad attenuarsi la tensione al confine tra Israele e la Striscia di Gaza, dopo l'uccisione di due giovani manifestanti palestinesi, un 15enne colpito al petto e morto subito durante le proteste di ieri e un 18enne deceduto oggi in ospedale. ... Hamas è responsabile di tutte le attività che partono da Gaza e subirà le conseguenze del terrorismo che fomenta contro civili israeliani». Più di 130 palestinesi sono stati uccisi durante le proteste al confine tra Gaza e Israele, entrate...

    • Agora

    La pace del secolo fra Israele e Palestina (Trump dixit)

    La parte forse più pregiata e certamente nuova di questo possibile big deal, è che con il si di MbS, i palestinesi devono rinunciare a Gerusalemme Est come capitale, e che nel processo di pace il caso palestinese dovrebbe essere smontato in due tronconi diversi: aiutando Hamas a rinascere economicamente a Gaza in cambio dell'accettazione del piano americano; abbandonando al loro destino la Cisgiordania e i partner storici del negoziato: Ab Mazen, l'Autorità palestinese, l'Olp e Fatah.

    – Ugo Tramballi

    • Info Data

    L'era dei muri che dividono il mondo. I confini della globalizzazione

    Secondo uno studio pubblicato nel 2016 dagli esperti della University of Quebec, Elizabeth Vallet, Zoe Barry e Josselyn Guillarmou, quando il Muro di Berlino venne abbattuto, un quarto di secolo fa, erano 16 le recinzioni in tutto il mondo. Oggi sono addirittura 63, che interessano 67 stati, completate o in fase di progettazione. La globalizzazione, che avrebbe dovuto portare ad un progressivo abbattimento delle barriere rimaste, è stata in realtà causa di rinati timori sulla sicurezza. Un terzo...

    – Filippo Mastroianni

    • Info Data

    L'era dei muri che dividono il mondo. Le nuove frontiere della globalizzazione

    Secondo uno studio pubblicato nel 2016 dagli esperti della University of Quebec, Elizabeth Vallet, Zoe Barry e Josselyn Guillarmou, quando il Muro di Berlino venne abbattuto, un quarto di secolo fa, erano 16 le recinzioni in tutto il mondo. Oggi sono addirittura 63, che interessano 67 stati, completate o in fase di progettazione. La globalizzazione, che avrebbe dovuto portare ad un progressivo abbattimento delle barriere rimaste, è stata in realtà causa di rinati timori sulla sicurezza. Un terzo...

    – Filippo Mastroianni

    • News24

    Gaza: Hamas disponibile ad accordo per il cessate il fuoco

    Hamas ha fatto sapere che in seguito a mediazioni le fazioni armate della Striscia sono disponibili ad un cessate il fuoco con Israele. Khalil al-Haya, un membro dell'ufficio politico del movimento palestinese, ha detto che grazie a mediatori egiziani potrebbe finire l'attuale fase di scontro con

    • News24

    Perché Angela Merkel è sparita dalla scena Ue (ora in mano a Macron)

    «Siete degli idioti». L'insulto di Alice Weidel, co-leader del partito di estrema destra Alternative für Deutschland, è rivolto ad Angela Merkel e ai suoi ministri, nell'avvio in questi giorni del dibattito in Parlamento sulla politica di bilancio dei prossimi quattro anni e il "Def" tedesco. «I

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Storia di Gaza, un inferno lungo 12 anni sotto il segno di Hamas

    Entrarci richiede anche un'ora. Uscirci molto di più. Ci vuole pazienza; occorre sottoporsi alle meticolose perquisizioni dei soldati israeliani, ai raggi X, ai body scanner. A volte anche spogliarsi ed attendere senza indumenti in una stanza fredda.

    – di Roberto Bongiorni

    • Agora

    Turchia, Erdogan difende la causa palestinese per migliorare nei sondaggi ma intanto manda a picco la lira

    Recep Tayyip Erdogan, alla vigilia di un voto presidenziale che lo vede al 42% dei sondaggi e quindi sotto la soglia del 51% per evitare lo schiaffo del ricorso al ballottaggio con un candidato che diventerebbe quello di tutta l'opposizione riunita, ha deciso di vestire i panni del difensore dei diritti del mondo islamico. Perché?  Per raccogliere più voti possibili di quell'area conservatrice e religioso che, dopo 16 anni ininterotti al potere del partito filosilamico Akp, ha voltato le spalle ...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Erdogan difende la causa palestinese ma intanto manda a picco la lira

    Recep Tayyip Erdogan, alla vigilia di un voto presidenziale che lo vede al 42% dei sondaggi e quindi sotto la soglia del 51% per evitare lo schiaffo del ricorso al ballottaggio con un candidato che diventerebbe quello di tutta l'opposizione riunita, ha deciso di vestire i panni del difensore dei

    – di Vittorio Da Rold

1-10 di 1260 risultati