Le parole chiave

Fratelli musulmani

Il movimento islamista dei Fratelli musulmani è nato nel 1928 per iniziativa di Hassan el-Banna, per anni è stato la principale forza di opposizione in Egitto senza essere riconosciuto dallo Stato. I Fratelli musulmani si sono opposti alla secolarizzazione delle nazioni islamiche, in favore di un'osservanza più rigida del Corano. Dalla Fratellanza egiziana derivano tutte le altre organizzazioni diffuse sul piano internazionale e alcune sette estremiste. Dopo la rivoluzione del 2011 in Egitto e la caduta di Mubarak, i Fratelli musulmani sono stati riconosciuti. Il gruppo ha sostenuto il referendum costituzionale del marzo del 2011 e ha fondato il partito Libertà e giustizia. Nelle elezioni di settembre ha ottenuto 235 seggi. Alle presidenziali di quest'anno, le prime in Egitto, il leader del gruppo Mohamed Morsi ha vinto con il 51,73% dei voti.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Fratelli musulmani
    • News24

    Egitto, l'ex presidente Morsi condannato all' ergastolo per spionaggio

    Ergastolo all'ex presidente egiziano Mohamed Morsi, espressione dei Fratelli musulmani, nel processo per spionaggio ai danni dell'Egitto e a benficio del Qatar. ... Esponente di spicco del movimento islamista dei Fratelli musulmani, Morsi era già stato condannato in precedenza a morte per il suo ruolo nell'evasione di massa dal carcere di Wadi el Natroun, all'ergastolo per aver complottato con un'organizzazione terroristica straniera (nella fattispecie, il movimento palestinese Hamas) e a 20 anni...

    • News24

    Colpo di grazia al turismo egiziano

    Le immagini che ritraggono le spiagge quasi deserte delle località balneari del Mar Rosso e le piscine vuote dei grandi alberghi di Sharm el-Sheikh suscitano una sensazione di smarrimento. Così come le strette viette della medina del Cairo, così vuote da apparire più grandi. Lo stesso avviene alle

    – Roberto Bongiorni

    • News24

    Colpo di grazia al turismo egiziano

    Le immagini che ritraggono le spiagge quasi deserte delle località balneari del Mar Rosso e le piscine vuote dei grandi alberghi di Sharm el-Sheikh suscitano una sensazione di smarrimento. Così come le strette viette della medina del Cairo, così vuote da apparire più grandi. Lo stesso avviene alle

    – Roberto Bongiorni

    • News24

    Colpo di grazia al turismo già moribondo

    Nel Paese più popoloso del mondo arabo un cittadino su nove dipende dal turismo. Dipendeva. Chi ha la fortuna di aver conservato il suo lavoro oggi si domanda, non senza inquietudine: e ora cosa accadrà?

    – Roberto Bongiorni

    • News24

    Donald Trump, Vladimir Putin e il fascino dell'uomo forte

    L'ascesa di Donald Trump è stata accompagnata da prevedibili borbottii: «Può accadere soltanto in America». Invece, il fenomeno Trump si comprende meglio se inquadrato in un trend globale: il ritorno alla leadership nella politica internazionale dell'"uomo forte".

    – Gideon Rachman

    • News24

    Il senso di onnipotenza di al-Sisi

    Per chi resiste c'è sempre un'altra versione della storia. Che il generale al- Sisi sia un intoccabile lo avevamo capito perfettamente. Un giorno il presidente egiziano incassa decine di miliardi di dollari dalla casa reale saudita.

    – Alberto Negri

    • News24

    Gli errori condivisi di Usa ed Europa

    Americani ed europei condividono più che le stesse politiche i medesimi errori: messaggi sbagliati o ambigui lanciati nei confronti dei turchi, dei sauditi e

    – Alberto Negri

    • News24

    Le promesse tradite nell'Egitto del generale al-Sisi

    Forse è vero: solo i militari possono garantire ordine e stabilità in questa fase storica dell'Egitto. Forse la democrazia è un frutto prematuro, anche se l'ipotesi sta piuttosto stretta a un Paese che fra alti e bassi è uno Stato da oltre 5mila anni. Garanti della trinità egiziana contemporanea -

    – Ugo Tramballi

    • News24

    Con Sarraj anche i signori del petrolio

    Passo dopo passo Fayez al-Sarraj sembra consolidare la sua leadership, almeno in Tripolitania. Dopo aver lasciato Tunisi sbarcando mercoledì scorso nella base navale tripolina di Abu Sittha, il neo premier continua a incassare adesioni importanti per riuscire a trasferire in tempi ragionevoli il

    – Gianandrea Gaiani

1-10 di 750 risultati