Persone

Franco Roberti

Franco Roberti è nato il 16 novembre del 1947 a Napoli ed è un magistrato italiano, attualmente Procuratore nazionale antimafia.

Vinto il concorso in magistratura, è stato nominato uditore giudiziario nel 1975, quindi ha rivestito l'incarico prima di pretore, presso il mandamento di Borgo San Lorenzo (FI) poi

di giudice presso il Tribunale di Sant'Angelo dei Lombardi (AV), per diventare poi a partire dal 16 settembre del 1982 sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli.

Tra l'11 gennaio del 1993 ed il 27 agosto del 2011, è stato sostituto procuratore nazionale antimafia presso la Direzione Nazionale Antimafia, quando è stato nominato procuratore aggiunto della Repubblica di Napoli.

A partire dal 16 aprile del 2009 ha assunto il ruolo di procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, con funzioni di coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia.
Il 25 luglio del 2013 è stato nominato dal Consiglio Superiore della Magistratura, Procuratore nazionale antimafia, incarico ufficialmente assunto a partire dal 6 agosto del 2013.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Franco Roberti
    • News24

    Padoan: «Le mafie sguazzano nella finanza opaca»

    «Tra le pieghe dell'opacità delle transazioni e nel fatto che l'innovazione finanzaria viaggia velocemente, le mafie sguazzano perché la risposta delle istituzioni statali è sempre più lenta», parola del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

    – di Roberto Galullo

    • News24

    • News24

    Roberti: «Puntare sulla lotta alle mafie transnazionali»

    Un saluto che non ha mancato di entrare nel vivo delle funzioni della Direzione nazionale antimafia, dello stato dell'arte nella lotta alla criminalità organizzata e dello sviluppo atteso (e inevitabile) sul fronte del contrasto transnazionale alle mafie e al terrorismo. Il giorno in cui il plenum

    – di Roberto Galullo

    • News24

    De Raho capo della Procura nazionale antimafia e antiterrorismo

    Dopo il ritiro dalla corsa a due del procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato, il plenum del Csm ha nominato all'unanimità Federico Cafiero De Raho capo della Procura nazionale antimafia e antiterrorismo. De Raho, attualmente capo della Procura di Reggio Calabria, subentra a Franco

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Procura Antimafia, passo indietro di Scarpinato. Csm verso nomina di De Raho

    Il Pg di Palermo Roberto Scarpinato ha ritirato la propria candidatura a Procuratore nazionale antimafia. La decisione arriva alla vigilia del voto del plenum del Consiglio superiore della magistratura, che proprio domani ha all'ordine del giorno la nomina del successore dell'attuale procuratore,

    – di Redazione Online

    • News24

    Roberti: legalizzare la cannabis per sconfiggere i clan

    «Abbiamo chiesto al Parlamento e al Governo una scelta che non si può eludere: o si mettono in campo tutte le risorse per combattere il traffico di droghe leggere, o diamo allo Stato il monopolio della produzione e vendita delle droghe leggere, senza per questo far venir meno il disvalore morale di

    • News24

    Antiriciclaggio, previsti nuovi poteri di indagine in materia finanziaria

    Ampliato il sistema di prevenzione dell'antiriciclaggio. La Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo e la Guardia di finanza hanno sottoscritto un protocollo d'intesa con cui sono previsti nuovi poteri di indagine in materia finanziaria.

    – di Ivan Cimmarusti

    • News24

    Greco: urgente il nuovo Codice bancario

    Non è più possibile attendere oltre per un nuovo Codice bancario. E' quanto ribadirà oggi il procuratore della Repubblica di Milano, Francesco Greco, nella sua audizione alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema bancario e finanziario. Greco lo ha annunciato ieri intervenendo a Milano al

    – di Angelo Mincuzzi

    • News24

    Il fratello del killer di Marsiglia accetta il trasferimento in Francia

    La Corte di Appello di Bologna, all'esito dell'udienza di convalida del mandato di arresto europeo, ha disposto la custodia cautelare in carcere per Anis Hannachi, il fratello del killer che il 1 ottobre ha ucciso a coltellate due ragazze, le cugine Laure e Marianne, alla stazione di Saint-Charles

1-10 di 178 risultati