Persone

Francesco Greco

Napoletano, 65 anni, Greco entra in magistratura nel 1977 come uditore a Roma ma si trasferisce subito a Milano.

Il 30 maggio del 2016 viene nominato, con voto a larga maggioranza del Consiglio Superiore della Magistratura, nuovo Procuratore Capo di Milano.

La prima inchiesta che gli concede una ribalta nazionale arriva alla metà degli anni Ottanta, quando comincia a indagare sul fallimento della società di costruzioni Icomec.

È un anticipo di Mani pulite. Greco scopre le tangenti versate dai vertici dell'azienda ai politici che devono concedere gli appalti. Nell'indagine finisce anche il segretario del Partito socialdemocratico, Pietro Longo, che verrà poi condannato in via definitiva. È il primo segretario di partito nei confronti del quale viene chiesta l'autorizzazione a procedere e che viene quindi arrestato. Anni prima di tangentopoli.
Poi, arriva l'ingresso nel pool Mani Pulite, le indagini, e la firma – insieme a Di Pietro, Gherardo Colombo e Piercamillo Davigo - su quel comunicato letto in tv dall'uomo simbolo del pool il 14 luglio 1994, dopo il colpo di spugna del decreto Biondi. Come andò a finire è ormai cronaca. Vinsero loro, i magistrati.
È Greco a scoprire il ruolo della società offshore All Iberian («L'Ufficio Affari riservati della Fininvest», la definisce il pm nella requisitoria del processo) e delle altre società estere del cosiddetto comparto B del gruppo Berlusconi. Ma l'accusa di falso in bilancio cade nel vuoto perché nel frattempo il governo Berlusconi ha cambiato la legge.

Pochi anni dopo Greco è su un altro fronte caldo, il crack della Parmalat, poi le inchieste su Antonveneta e Bnl, il caso San Raffaele e le tangenti della Fondazione Maugeri che coinvolgono l'allora presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e le indagini su Ligresti. Fino ai dossier più recenti: il caso Ilva, con il sequestro di 1,9 miliardi di euro alla famiglia Riva, e le investigazioni sugli omessi pagamenti delle imposte di Armani, Prada, Apple, Google, Amazon, Facebook, l'inchiesta sul Credit Suisse.

Il suo pool ha trattato oltre 14mila fascicoli in cinque anni e ha consentito all'Erario di recuperare oltre 3,6 miliardi di euro legati alle inchieste.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Francesco Greco
    • News24

    Il nullatenente da Guinness con 3.638 auto

    A interrompere, però, il progetto affaristico (e per nulla collezionistico) di un 34enne di Mugnano, in provincia di Napoli, è arrivata la Procura di Napoli Nord che, con il capo della stessa, Francesco Greco, ha deciso da tempo di impiegare energie e risorse per stroncare un fenomeno molto diffuso in Campania, che ha numerosi aspetti di allarme sociale.

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Per Facebook il sospetto di «stabile organizzazione»

    La procura di Milano, guidata dal procuratore Francesco Greco, ha avviato una strategia che punta a far incassare allo Stato le imposte non versate dai giganti del web, avvalendosi delle indagini del Nucleo di polizia tributaria della Gdf di Milano.

    – di Angelo Mincuzzi

    • Agora

    Palermo, un patto dei professionisti contro la mafia. Nel nome di Falcone

    Mettere nero su bianco regole etiche comuni a tutte le professioni e creare un organismo in grado di supportare i professionisti sul terreno della legalità. E' il "patto" stretto oggi pomeriggio alla Camera di Commercio di Palermo dagli ordini professionali, chiamati a raccolta dalla Consulta delle professioni in occasione del 25° anniversario della strage di Capaci per ricordare i servitori dello Stato in prima linea contro la mafia. Da Francesco Greco, presidente degli Avvocati e anche della C...

    – Nino Amadore

    • News24

    Nuova sede Dia a Milano, a due passi da Piazza Affari

    Via Cordusio 4, due passi da Piazza Affari a Milano. Sarà evocativo o forse no del principio di vita professionale del giudice Giovanni Falcone secondo il quale per dare la caccia ai mafiosi bisogna seguire il percorso dei soldi, fatto sta che proprio lì la Dia (Direzione investigativa antimafia)

    – di Roberto Galullo

    • News24

    La beffa della procura di Milano: due miliardi di incassi ma pochi magistrati

    Più di 2 miliardi di euro. Sono soldi già recuperati o che entreranno presto nelle casse della collettività. Ci sono i 1.200 milioni che dai trust di Jersey della famiglia Riva verranno utilizzati per il risanamento dell'Ilva di Taranto, i 306 milioni che Google verserà al Fisco e quelli già pagati

    – di Angelo Mincuzzi

    • News24

    Google fa pace (dopo un anno) con il Fisco italiano: pagherà 306 milioni di euro

    Trecentosei milioni di euro. E' la cifra che Google verserà all'Agenzia delle Entrate per fare pace con il Fisco italiano. Il verbale di "accertamento con adesione" che sigilla l'accordo è stato firmato questa mattina dai rappresentanti del gruppo di Mountain View e da quelli delle Entrate. Si

    – di Angelo Mincuzzi

    • News24

    Tra Google e il Fisco italiano una «pace» da 300 milioni

    Il conto da saldare con il Fisco italiano si aggirerà intorno ai 300 milioni di euro. Sarà questo il prezzo che Google dovrà pagare all'agenzia delle Entrate per sanare un contenzioso fiscale scaturito da imposte non versate su un giro d'affari di circa un miliardo di euro tra il 2009 e il 2013.

    – di Angelo Mincuzzi

1-10 di 288 risultati