Aziende

France Telecom

France Telecom è la maggiore impresa di telecomunicazioni in Francia e la terza in Europa. Con 180.000 dipendenti e 192 milioni di clienti nel mondo, è una delle principali aziende globali del settore. Attraverso brand come Orange, Amena (operatore spagnolo acquisito nel novembre 2005), Tp Group, Equant e PagesJaunes, France Telecom offre a privati e imprese una vasta gamma di servizi, che comprendono la comunicazione fissa e mobile, la trasmissione di dati, la connessione web e altre attività multimediali.

Le origini di France Telecom risalgono a circa due secoli fa, quando nel Paese i servizi di telecomunicazione erano di competenza del Ministero degli Interni francese. Già allora, nel 1837, una legge assicurava il monopolio allo Stato sulle reti di segnalazione: è stata quella la norma, poi, alla base del modello di regolamentazione delle telecomunicazioni in Francia.

Quando è arrivato il primo telefono in Francia, nel 1878, il servizio è stato inizialmente concesso a un azienda privata, ma già nel 1889 il settore è stato del tutto nazionalizzato. Nel 1909 la gestione dei servizi telefonici è separata dalla gestione dei telegrafi e vengono create due amministrazioni differenti, sempre in ambito statale. Durante la seconda guerra mondiale, la grande importanza dei servizi di telecomunicazioni viene riconosciuta, anche se sono lasciati sotto l’alveo dei servizi postali. Il governo si rende conto però della centralità della ricerca nel settore e istituisce, nel 1944, il Cnet (Centro Nazionale per la Ricerca nelle Telecomunicazioni). Negli anni 70, l’accresciuta domanda di servizi di comunicazione ha dato nuovo impulso all’opera di ristruttuzione che ha sancito la sostanziale autonomia dei servizi di comunicazione telefonica da quelli postali. Nel 1988 nasce formalmente France Telecom, come azienda pubblica: nel 1991 la società si trasforma in un fornitore autonomo di un servizio pubblico e, nel 1996, si quota alle Borse di Parigi e New York.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su France Telecom
    • NovaOther

    Il contenuto torna re

    E' la speranza da anni corteggiata dagli operatori, per salvare i propri ricavi dal declino, e ora vive un ritorno di fiamma: il mercato dei contenuti media e video. Film, serie tv, spettacoli, sport. Tutti gli operatori telefonici italiani indicano questi contenuti come la principale area innovativa su cui stanno puntando di più per il mercato domestico. Non importano più i flop passati (che risalgono alle prime Iptv, su Adsl, oltre dieci anni fa). Adesso le condizioni sembrano più favorevoli, g...

    – Alessandro Longo

    • News24

    Lo shopping francese in Italia vale 52 miliardi in 10 anni

    C'è un asse sempre più forte nelle fusioni e acquisizioni. E' la direttrice tra Roma e Parigi, tra la finanza transalpina, che ha il suo simbolo nel raider Vincent Bollorè, e quella tricolore, che Oltralpe sta provando negli ultimi anni ad avventurarsi sempre più spesso come dimostra la

    – di Carlo Festa e Andrea Franceschi

    • Agora

    Sul tavolo dei banker l'ipotesi di fusione tra Orange e Telecom: il ruolo di Open Fiber

    In questa rubrica, qualche giorno fa, si è già dato conto del piano che starebbero studiando le banche d'affari per una fusione tra Orange e Telecom Italia, in modo da risolvere a cascata i problemi di Vivendi in Italia e di facilitare un'alleanza con Fininvest su Mediaset (leggere anche l'articolo "Il piano delle banche d'affari per Telecom, Mediaset e Vivendi lungo l'asse Roma-Parigi" del 21 gennaio scorso). Al momento sarebbero soltanto ipotesi, tanto che i protagonisti coinvolti smentiscono ...

    – Carlo Festa

    • News24

    Torna la speculazione su Mediaset

    Dove non arriva il piano, arrivano le voci. La seduta borsistica di Mediaset è stata "salvata" sul finale dal ritorno di voci di una cessione della quota di Vivendi in Telecom con probabile destinazione Orange. Niente di nuovo nel campo degli scenari possibili che si sono già affacciati in questi

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Bolloré il jazzista della finanza dalle molte carte da giocare

    Vincent Bolloré è un jazzista della finanza: improvvisa con estro. Forse il disegno finale non è chiaro neppure a lui, ma sa che ha diverse carte da giocare. Ora ha avviato l'affondo su Mediaset con l'obiettivo - «in un primo tempo», come espressamente dichiarato da Vivendi - di arrivare fino al

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    I casi Orange e Deutsche Post: soluzioni opposte per la stessa vicenda

    Non è solo l'Italia ad avere motivi di scontro con Bruxelles. In questi giorni sta facendo molto discutere il diverso atteggiamento che la Commissione europea ha avuto in due rilevanti casi di aiuti di Stato che sono sostanzialmente identici. Si tratta della tedesca Deutsche Post e della francese

    – di Giuseppe Chiellino

    • News24

    Vivendi-Mediaset, scontro totale su Premium

    La volontà di trovare un accordo con Mediaset sul riassetto di Premium c'è. Detto questo, Vivendi, con un durissimo comunicato, risponde punto per punto alle società della famiglia Berlusconi. Che, avverte, «hanno lanciato attacchi mediatici dannosi per gli interessi e l'immagine di Vivendi quando

    – di Marigia Mangano

    • NovaCento

    Il lato oscuro del digitale: se lo conosci lo eviti

    La tecnologia crea innovazione ma - contemporaneamente - anche rischi e catastrofi: inventando la barca, l'uomo ha inventato il naufragio (Paul Virilio) Siamo esseri analogici intrappolati in un mondo digitale (Donald Norman) Paul Virilio è un grande filosofo, sociologo, epistemologo (e molto altro) francese; figura coltissima che - grazie ai molteplici interessi - riesce a vedere i fenomeni da angolature inedite e suggestive. La sua affermazione stupefacente ci ricorda che la tecnologia crea ce...

    – Andrea Granelli

    • News24

    Necessario tagliare costi e debito

    La scelta di affidare la guida di Telecom Italia a un manager come Flavio Cattaneo, riconosciuto per le sue capacità di "ristrutturatore", indica che Vivendi ha intenzione di partire dal consolidamento delle fondamenta aziendali per esercitare il suo ruolo di azionista di riferimento. Continua

    – Antonella Olivieri

1-10 di 238 risultati