Aziende

Fnac

Fondata in Francia nel 1954 per opera di André Essel e Max Theret, la Fnac (sigla che stava inizialmente per Fédération Nationale d'Achat des Cadres, ma successivamente solo per Fédération Nationale d'Achat, in italiano Federazione Nazionale per gli Acquisti) è stata fin dall’inizio della sua avventura una catena di negozi specializzati nella vendita di attrezzature fotografiche e radiofoniche con forti sconti sul prezzo per gli associati, secondo il progetto di rendere più accessibile la tecnologia a tutte le fasce della popolazione. Successivamaente all’affiliazione di diversi punti vendita esterni avvenuta alla fondazione, nel 1956 viene creato il primo negozio Fnac a Parigi, nel quale sono venduti solo prodotti precedentemente testati in modo indipendente dai tecnici della società. Dagli anni Sessanta Fnac ha iniziato anche la vendita di dischi incrementando i profitti ed arrivando ad aprire il suo negozio anche ai non soci. La crescita del volume di affari è stata costante e nel 1980 Fnac è entrata nella borsa di Parigi con un fatturato di circa due miliardi si franchi francesi. Nel frattempo alle precedenti aree di acquisto si sono affiancate anche quelle di libri, informatica e microtecnologia. Nel 1993 l’istituto bancario francese Credit Lyonnais è diventato azionista di maggioranza, ma l’anno successivo la quota è ceduta al gruppo Prr (Pinault-Printemps-Redoute) che ne detiene tuttora la proprietà.

Sotto il controllo di Prr, Fnac è diventata una catena leader nella distribuzione dei beni culturali e tecnologici, in Francia, dove ha aperto 69 negozi ripartiti in 56 città, ma non solo. Sul mercato internazionale a Fnac fanno capo 41 punti vendita ripartiti in sette nazioni: tra i quali Brasile, Belgio, Spagna e Italia. Nel nostro Paese ci sono attualmente 8 negozi, situati a Milano, Genova, Torino (due sedi), Verona, Napoli, Roma e Firenze.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Fnac
    • News24

    L'orto in cucina? E' minimal, hi-tech e si compra online

    Persino Bloomingdal's, Fnac, Boulanger riservano spazi crescenti a questi orti da cucina che possono cambiare in meglio qualsiasi dieta, evitare sprechi e spese inutili poiché forniscono erbe aromatiche, ortaggi e anche piccoli frutti freschissimi, senza OGM, senza pesticidi, senza veleni.

    – di Paola Guidi

    • News24

    Alle ragazze dico: «Sfilate, se vi pare. Ma studiate»

    Accanto a lei dal 2009 c'è Denis Olivennes, intellettuale e scrittore, nonché giornalista multimediale ante litteram: fino al 2010 direttore del Nouvel Observateur, oggi è presidente di Lagardère Active e in passato ha guidato la catena Fnac.

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    «Amazon-Barbarossa» e il terrore che incute nelle catene del retail

    All'inizio del '500 era l'apparizione all'orizzonte delle vele del corsaro ottomano Barbarossa - provenienti da Algeri - che terrorizzava gli abitanti delle coste mediterranee. In questi giorni è stato l'annuncio "a ciel sereno" dell'acquisizione da parte di Amazon, per 13,7 miliardi di dollari, di

    – di Umberto Bertelè

    • News24

    La fabbrica delle élite francesi non conosce né crisi né recessioni

    Come si è arrivati a questo? E' ciò che si chiede gran parte del mondo, e la quasi totalità dell'élite francese, riguardo della seconda tornata delle presidenziali in Francia. Charles de Gaulle incluse il ballottaggio nella costituzione della V Repubblica per costringere i francesi a scegliere in

    – di Hugo Drochon

    • News24

    Gli smartphone trainano le vendite di prodotti elettronici

    La crisi è passata ma la ripresa si vede poco. Per fortuna che la corsa dello smartphone mantiene un buon livello d'interesse per i consumatori . Tiene la spesa dei prodotti di elettronica di consumo anche per merito delle Tv flat e dei sistemi audio, rallentano gli elettrodomestici, in particolare

    – di Emanuele Scarci

    • Agora

    Elettronica di consumo, vendite online quadruple del negozio fisico

    Accelerano le vendite di elettronica di consumo, soprattutto per le vendite online, quadruple rispetto al negozio fisico. Trainano gli acquisti di smartphone, Pc mobile ed elettrodomestici. Secondo i dati di Gfk, nel periodo maggio 2015-aprile 2016 le vendite sono salite a 14,2 miliardi, il 5,7% in più dell'analogo periodo dell'anno prima, e pari a 771 milioni di crescita. Spacchettando il dato generale, gli acquisti nel canale dei negozi fisici sono aumentati del 4,6% a 12,8 miliardi e un guada...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Vivendi acquista il 15% di Fnac

    Vivendi non si ferma più e, dopo essere salito quasi al 25% di Telecom Italia e aver stretto un accordo strategico con Mediaset, ha annunciato di aver raggiunto un'intesa per acquistare il 15% della catena francese di negozi Fnac. Il gruppo presieduto da Vincent Bolloré, infatti, si è impegnato a

    • Agora

    Grande distribuzione in ginocchio: Media World chiude 7 negozi e per 4.830 lavoratori contratti di solidarietà

    Sindacati e azienda trovano una soluzione alla crisi di Mediamarket, la catena commerciale tedesca di elettronica di consumo che opera in tutta Italia con le insegne Media World, Saturn e Media World Compra On Line. L'azienda aveva avviato una procedura di licenziamento collettivo per 906 dipendenti della rete vendita e dei 7 negozi di Roma, Milano, Genova, Settimo Milanese, Brescia, Nola, Napoli e Beinasco, che chiuderanno i battenti entro l'estate.  La trattativa lampo ha permesso di accantona...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    La crisi dei consumi mette in ginocchio le catene commerciali

    Esplode la crisi nella grande distribuzione italiana. Licenziamenti annunciati e largo ricorso agli ammortizzatori sociali, fughe di alcune catene estere e cessione delle reti sono soltanto gli effetti di un drammatico calo dei margini che ha colpito le catene commerciali, food e non food. Negli ultimi anni il crollo dei consumi ha messo le aziende commerciali sotto pressione: le ha costrette a dimezzare gli investimenti per nuove aperture e ha ridotto la superficie di vendita. La miccia che ...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Fusione tra Expert e Unieuro

    Il presidente Silvestrini: l'approdo naturale è la Borsa entro tre anni al massimo

    – Emanuele Scarci

1-10 di 108 risultati