Persone

Flavio Zanonato

Flavio Zanonato è nato il 24 luglio del 1950 a Padova ed è un politico italiano.

Dal 6 giugno del 1993 al 27 giugno del 1999 e successivamente dal 13 giugno del 2004 al 10 giugno del 2013, è stato sindaco di Padova.

Tra il 28 aprile del 2013 ed il 22 febbraio del 2014, è stato Ministro dello Sviluppo Economico nel Governo Letta.

Dopo essersi diplomato perito industriale, Flavio Zanonato ha iniziato la carriera politica all’epoca dei movimenti studenteschi degli anni Settanta.

Nel 1975 viene nominato consigliere comunale a Padova (carica che mantiene fino al 2004) come esponente del Pci. Dello stesso partito è diventato poi prima segretario provinciale, quindi membro della direzione nazionale, oltre che direttore del settore immigrazione ed emigrazione.

Nel 1993 Flavio Zanonato viene eletto per la prima volta sindaco di Padova, venendo supportato da un accordo tra le diverse forze politiche, accordo favorito dalle polemiche seguite allo scoppio di Tangentopoli.

Nel 1995 viene confermato alla carica di primo cittadino con il nuovo sistema di elezione diretta e rimane in carica fino al 1999.

Sconfitto alle successive amministrative, nel 2000 viene eletto consigliere regionale del Veneto.

Si ricandida a sindaco di Padova nel 2004, venendo per la terza volta premiato dagli elettori.

Nel 2009 viene riconfermato sindaco di Padova, incarico che lascia dopo la nomina a Ministro della Repubblica.

Il 22 febbraio del 2014, con l'insediamento del governo Renzi, viene sostituito alla carica di Ministro dello Sviluppo da Federica Guidi.

Nel 2014 si candida alle Elezioni europee e viene eletto, per il Partito Democratico, nella Circoscrizione Nord-Est.

E' sposato con Lella ed ha un figlio, Alessandro.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Flavio Zanonato
    • News24

    La caduta di «Bito», il sindaco che sfidava gli alleati a pugni

    «Te speto fora» ha ringhiato Massimo Bitonci all'ex sindaco di Padova Flavio Zanonato durante una riunione politica. ... Richiami metapolitici che settimana dopo settimana gli hanno alienato le simpatie di quel ceto medio che lo aveva votato per liberarsi di Flavio Zanonato e il suo numero due, reggente per un anno durante il quale Flavio prese possesso del ministero delle Attività produttive del governo Letta. ... Il colpo a vuoto di Zanonato, che si gode il crepuscolo a Strasburgo, ha generato...

    – Mariano Maugeri

    • News24

    La parabola della Città della speranza e del suo fondatore Franco Masello

    Spes contra spem. La speranza contro la speranza. La massima paolina, se intesa in senso letterale, si attaglia perfettamente alla parabola della Città della speranza di Padova, fondata nel '94 da Franco Masello, imprenditore self made man di Malo, il paese dello scrittore Luigi Meneghello, che nei

    – Mariano Maugeri

    • Agora

    Una Leopolda a Milano per l'Europa (e per sostenere la nostra manifattura 4.0)

    "Riscopriamo la vera Europa" in un momento decisamente difficile del progetto europeo dove le tensioni nazionalistiche tornano a farsi sentire prepotentemente. Questo in titolo di un incontro, una sorta di "Leopolda" alla milanese voluta dai parlamentari europei del Pd svoltasi sabato 28 novembre a Milano. Divisi per tavoli a cui corrispondeva un argomento specifico (dall'economia alla politica estera, dall'istruzione alla sicurezza, dall'energia al turismo) i parlamentari europei del partito de...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    No walls in Europe, diario di viaggio ai confini della speranza

    «No walls in Europe» questo il messaggio, scritto con il pennarello su un cartello bianco messo domenica sera all'imbrunire sull'alta rete metallica con filo spinato che ora separa l'Ungheria dalla Croazia. Il gesto finale e simbolico di una missione compiuta in questi tre giorni in Ungheria alle

    – Silvia Costa

    • News24

    Profughi, Ungheria fuori dall'Europa

    Alla stazione di Hegyeshalom, tre chilometri dal confine ungherese con l'Austria, non si può che prendere atto che il premier Orban ha vinto la sua partita contro i profughi. Non c'è traccia di loro né del loro dramma se si esclude una presenza di operatori della Croce rossa. Eppure domenica

    – Sandra Zampa

    • News24

    Il dossier Cottarelli: per lo Stato affitti da 1,2 miliardi

    Affitti dello Stato fuori controllo per oltre 1,2 miliardi. Finanziamenti ai partiti che restano «misteriosi». Ma anche proposte per rivedere i trasferimenti ad autotrasporto e trasporto pubblico locale, rafforzare la fase di esecuzione delle opere pubbliche programmate dal Cipe e de-finanziare

    • News24

    Appalti Grandi Opere: Lupi riferirà in aula. Delrio: «Sta riflettendo»

    Mentre dalle carte continuano ad emergere nuovi particolari sull'inchiesta della procura di Firenze sugli appalti nelle Grandi opere che vede 51 indagati e ha portato in carcere per corruzione l'ex capo della struttura governativa sulle grandi opere Ercole Incalza e l'imprenditore Stefano Perotti

    – Giorgio Santilli

    • News24

    Immobili, quando la tassa è «insopportabile»

    Dall'Imu sui terreni che fino a oggi erano considerati esenti perché montani alle tasse sui capannoni ingigantite dai cambi continui di regole e dai paradossi

    – di Gianni Trovati

1-10 di 445 risultati