Aziende

Ferrero

Ferrero Spa è multinazionale italiana, specializzata in prodotti dolciari. È posseduta al 100% dalla P.Ferrero & C, che fa capo a sua volta alla capogruppo Ferrero International Sa, con sede in Lussemburgo.

Il gruppo Ferrero si colloca al 3° posto per fatturato fra le industrie dolciarie mondiali. Nel mondo Ferrero Spa occupa 30mila dipendenti, il gruppo era costituito da 78 società consolidate a livello mondiale, con 22 stabilimenti produttivi. I prodotti Ferrero sono distribuiti in oltre 160 paesi.

Ferrero Spa commercializza prodotti come Kinder, Nutella, Estaté e Tic Tac, ed è guidata dal Presidente Giovanni Ferrero (figlio di Michele).

L’azienda è nata nel 1942, per idea di Pietro Ferrero . Nel 1950 è entrato in azienda Giovanni e poi il figlio di Pietro, Michele. Nel 1956 la Ferrero ha aperto il primo stabilimento estero, in Germania. Nel 1960 è stato inaugurato il sito italiano in provincia di Milano e quello di Avellino. Nel 1968 è stata realizzata la produzione in Francia, successivamente in Olanda, Belgio, Svizzera, Danimarca e Inghilterra. L'anno seguente la Ferrero è arrivata a New York, in Austria, Irlanda, Porto Rico e in Ecuador. Nel 1983 è nata la Fondazione Ferrero. Nel 1987 è iniziata l'attività in Basilicata e nel 1994 è stata inaugurata la sede di Avellino. Sono seguite le sedi commerciali estere nell'Est dell'Europa: in Polonia, Cecoslovacchia e Ungheria e l’espansione in Messico, Turchia, Stati Uniti. Negli ultimi anni Ferrero ha intensificato lo shopping di aziende rivali del settore la turca Oltan (nocciole) e l'inglese Thorntons (cioccolato) la belga Delacre, (specializzata in biscotti).

Il 16 marzo 2017 ha comprato per 115 milioni di dollari Fannie May, produttore statunitense di cioccolato per la fascia alta di mercato.

Il Gruppo Ferrero ha un fatturato di 9,5 miliardi di Euro (dati 2015).

Ultimo aggiornamento 16 marzo 2017

Ultime notizie su Ferrero
    • News24

    Boccia: non generalizzare, l'operazione Italo è un valore

    «Il caso Ferrero - ha detto Boccia - dimostra come siamo bravi anche a comprare all'estero, il caso STX-Fincantieri, non bisogna generalizzare: è evidente che siamo italiani, abbiamo un cuore italiano e quindi tifiamo Italia ma è anche evidente che quando accade un'operazione come Italo è anche un valore perché se gli americani fanno diventare Italo un fattore di competitività che collega il Paese, anche di attrattività turistica, diventa un valore».

    – di Redazione Roma

    • News24

    La transizione di Nestlé: venderà la sua quota in L'Oréal?

    LUGANO - Il titolo Nestlé oggi a Zurigo è in leggero rialzo (+0,1%), ma la forte discesa di ieri (-2,1%), giorno dell'annuncio dei risultati 2017, ha lasciato il segno. Il fatto è che sulla piazza svizzera la multinazionale elvetica dell'alimentare è chiaramente un peso massimo e gli interrogativi

    – di Lino Terlizzi

    • Agora

    Ferrero rompe gli indugi e punta sul gelato in partnership con Unilever

    e.scarci709@gmail.com --------------------------- Ferrero torna ad accarezzare un sogno e scende in pista con i gelati a marchio Kinder. A iniziare dalla Francia in aprile. E poi Germania, Svizzera e Austria, ma non l'Italia. Il tentativo non è nuovo, ma questa volta è molto strutturato e si pone obiettivi rilevanti. "Creati da Ferrero i gelati verranno prodotti e distribuiti da Unilever", scrive il quotidiano economico Les Echos. Da parte sua, il direttore generale di Ferrero France, Baptiste ...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Milan: il primo colpo estivo sarà Strinic

    Mirabelli e Fassone, in questa breve finestra di mercato invernale, si sono presi una pausa dopo essersi scatenati nella faraonica campagna acquisti dell'estate scorsa con i milioni della misteriosa proprietà cinese. I rossoneri però guardano già alla prossima stagione e il primo colpo di giugno

    – a cura di Datasport

    • News24

    Il corpo a corpo con la storia dell'Ilva

    «Il 26 luglio del 2012, mi trovavo nell'ufficio di presidente di Confindustria Taranto. Il mio socio, Tommaso Carone, mi chiamò al telefono: "All'Ilva stanno mandando via tutti. Sta succedendo qualcosa di grosso. In acciaieria, ci sono carabinieri ovunque"». Quella telefonata rappresenta per

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Bene il Trattato se guarderà anche alla Cina

    Nel primo albo di Asterix, ambientato nel 50 avanti Cristo, il legionario-spia Caligula Minus ammira il fabbro Automatix forgiare metalli a mani nude, grazie alla pozione magica con cui gli irriducibili Galli di un piccolo villaggio dell'Armorica resistono agli assalti delle centurie romane.

    – di Andrea Goldstein

    • News24

    Bene il Trattato se guarderà anche alla Cina

    Nel primo albo di Asterix, ambientato nel 50 avanti Cristo, il legionario-spia Caligula Minus ammira il fabbro Automatix forgiare metalli a mani nude, grazie alla pozione magica con cui gli irriducibili Galli di un piccolo villaggio dell'Armorica resistono agli assalti delle centurie romane.

    – Andrea Goldstein

    • Agora

    Il calcio italiano senza pace: fallisce l'elezione del presidente Figc, arriva il commissario

    A circa 80 giorni dalla mancata qualificazione ai mondiali russi, il calcio italiano non dà segnali di rinascita e coesione. Dopo quattro turni di voto l'assemblea della Federcalcio a Fiumicino non è riuscita ad eleggere il nuovo presidente. La fumata nera al ballottaggio tra Sibilia e Gravina, con le schede bianche di Calciatori e Dilettanti apre le porte al commissariamento del Coni. Un'opzione sollecitata dal presidente Giovanni Malagò già all'indomani di Italia-Svezia e delle dimissioni d...

    – Marco Bellinazzo

    • Info Data

    L'Italia del cibo: i numeri del M

    La zampata di Ferrero, che ha rilevato il segmento dolci della Nestlé negli Usa, è stata salutata come una boccata d'ossigeno da chi teme che il made in Italy alimentare sia sempre più preda degli investitori stranieri. Nell'anno del cibo italiano nel mondo i nostri marchi sono dunque diventati predatori? L'operazione Ferrero pesa parecchio sulla bilancia, tra barrette Butterfinger e caramelle weeTarts ci sono voluti 2,8 miliardi di euro. Ma se guardiamo agli ultimi tre anni delle operazioni d...

    – Il Sole 24 Ore del Lunedì

1-10 di 1697 risultati