Aziende

Ferrero

Ferrero Spa è multinazionale italiana, specializzata in prodotti dolciari. È posseduta al 100% dalla P.Ferrero & C, che fa capo a sua volta alla capogruppo Ferrero International Sa, con sede in Lussemburgo.

Il gruppo Ferrero si colloca al 3° posto per fatturato fra le industrie dolciarie mondiali. Nel mondo Ferrero Spa occupa 30mila dipendenti, il gruppo era costituito da 78 società consolidate a livello mondiale, con 22 stabilimenti produttivi. I prodotti Ferrero sono distribuiti in oltre 160 paesi.

Ferrero Spa commercializza prodotti come Kinder, Nutella, Estaté e Tic Tac, ed è guidata dal Presidente Giovanni Ferrero (figlio di Michele).

L’azienda è nata nel 1942, per idea di Pietro Ferrero . Nel 1950 è entrato in azienda Giovanni e poi il figlio di Pietro, Michele. Nel 1956 la Ferrero ha aperto il primo stabilimento estero, in Germania. Nel 1960 è stato inaugurato il sito italiano in provincia di Milano e quello di Avellino. Nel 1968 è stata realizzata la produzione in Francia, successivamente in Olanda, Belgio, Svizzera, Danimarca e Inghilterra. L'anno seguente la Ferrero è arrivata a New York, in Austria, Irlanda, Porto Rico e in Ecuador. Nel 1983 è nata la Fondazione Ferrero. Nel 1987 è iniziata l'attività in Basilicata e nel 1994 è stata inaugurata la sede di Avellino. Sono seguite le sedi commerciali estere nell'Est dell'Europa: in Polonia, Cecoslovacchia e Ungheria e l’espansione in Messico, Turchia, Stati Uniti. Negli ultimi anni Ferrero ha intensificato lo shopping di aziende rivali del settore la turca Oltan (nocciole) e l'inglese Thorntons (cioccolato) la belga Delacre, (specializzata in biscotti).

Il 16 marzo 2017 ha comprato per 115 milioni di dollari Fannie May, produttore statunitense di cioccolato per la fascia alta di mercato.

Il Gruppo Ferrero ha un fatturato di 9,5 miliardi di Euro (dati 2015).

Ultimo aggiornamento 16 marzo 2017

Ultime notizie su Ferrero
    • News24

    Ferrero supera i 10 miliardi di ricavi

    Ferrero supera i 10 miliardi di fatturato e mette a segno nel bilancio consolidato (chiusura al 31 agosto) una crescita dell'8,2%. Il Gruppo guidato da Giovanni Ferrero ha chiuso l'anno con ricavi pari a 10,3 miliardi di euro. Con 86 società consolidate a livello mondiale e 22 stabilimenti produttivi - 3 operanti nell'ambito del Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero - i prodotti Ferrero sono presenti in 170 paesi.

    – di Filomena Greco

    • News24

    Per la «cooperative compliance» si chiude il quadro normativo

    Il vantaggio di questi nuovi strumenti per l'impresa - secondo Bruno Ferroni, direttore fiscale del Gruppo Ferrero, il primo ad aver chiuso un accordo di cooperative compliance con il fisco italiano, è il fatto di poter limitare l'incertezza: «I veri rischi per l'impresa sono legati a ciò che non conosce - spiega Ferroni - strumenti come la cooperative compliance e l'interpello investimenti danno maggior consapevolezza e quindi capacità di gestione».

    – di Federica Micardi

    • News24

    Tamburi va in vacanza con Alpitour

    Tamburi,tramite la newco Asset Italia (una sorta di «Uber» del private equity, un fondo a chiamata, partecipato da note famiglie industriali, Seragnoli, Lavazza, Ferrero) ha messo sul piatto 120 milioni di euro per un aumento di capitale riservato.

    – Simone Filippetti

    • Info Data

    Ferrero nel mondo dopo l'operazione Fannie May. La mappa

    Quella sull'americana Fannie May è un'operazione che porta in dote una rete commerciale di circa 80 negozi, tutti nell'Illinois, uno stabilimento produttivo nell'Ohio - il primo per il Gruppo Ferrero negli Stati Uniti visto che l'azienda produce in Canada i prodotti destinati al mercato americano - e circa 750 adddetti che si affiancano ai 225 che Ferrero conta negli States attualmente, in particolare nelle due sedi del New Jersey, oltre a 500 stagionali.

    – Infodata

    • News24

    Il caso Ferrero: se il made in Italy non è solo una preda

    Superare il limite dei 10 miliardi di euro di fatturato consolidato. Infrangendo il tabù del capitalismo familiare italiano, che di solito a un passo dal raggiungere una simile soglia dimensionale vende tutto e monetizza oppure modifica gli assetti proprietari, anche a costo di perdere - domani o

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Ferrero acquisisce l'americana Fannie May e cresce negli States

    Ferrero fa «shopping» negli Stati Uniti e acqustia Fannie May, produttore statunitense di cioccolato per la fascia alta di mercato. L'operazione, confermano fonti vicine all'azienda, vale cirac 115 milioni di dollari e segue le operazioni fatte dal Gruppo Dolciario di Alba a partire dal 2015: Oltan

    – di Filomena Greco

    • News24

    Ferrero, conquista il cioccolato americano di Fannie May

    Shopping in Usa di Ferrero International che ha annunciato l'acquisizione del produttore di cioccolato americano Fannie May per un controvalore di 115 milioni di dollari, operazione che espande il portafoglio di prodotti Ferrero negli Stati Uniti nel cioccolato di qualità. Il gruppo italiano si

    – di Tiziana Montrasio

    • News24

    Nuova acquisizione per Ferrero: compra in Usa Fannie May

    Continua l'espansione di Ferrero dopo l'acquisizione della britannica Thorntons nel 2015 . Ferrero International ha annunciato l'acquisizione del produttore di cioccolato americano Fannie May per un controvalore di 115 milioni di dollari, operazione che espande il portafoglio di prodotti Ferrero

    • Agora

    Nutella amara in Italia, più dolce all'estero

    Nell'anno della riorganizzazione societaria, Ferrero spa chiude il bilancio con meno ricavi ma con un margine in crescita. La capogruppo italiana del gruppo di Alba ha chiuso l'esercizio civilistico 2015/16 (al 31 agosto) con ricavi per 2,67 miliardi, in calo di una decina di milioni, ma il risultato operativo è cresciuto del 4,9% a 293 milioni. L'utile netto è stato di 201 milioni, dai 206 dell'anno prima. L'incidenza sui ricavi è del 7,5%. I consumi in Italia rimangono ancora piatti, anche se ...

    – Emanuele Scarci

1-10 di 1556 risultati