Aziende

Feltrinelli

Nata nel 1954 a Milano, la casa editrice Feltrinelli ha preso il nome da quello del suo fondatore Giangiacomo Feltrinelli. Sorta sulle ceneri dell’editore Colip (Cooperativa del Libro Popolare, attivo tra il 1949 e il 1954), dal quale ha rilevato la prestigiosa collana “Universale Economica”, Feltrinelli si è connotata fin dall’inizio della sua attività come realtà editoriale all’avanguardia, riuscendo a pubblicare per prima in Italia, già alla fine degli anni Cinquanta, alcuni libri considerati dei capolavori della letteratura mondiale: tra questi “Il dottor Zivago” di Boris Pasternak e “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Nei decenni successivi Feltrinelli ha continuato l’opera di pubblicazione di autori d’avanguardia, come Gabriel Garcia Marquez, Charles Bukowski, Marguerite Duras e Isabelle Allende. Nel 1957 a Pisa ha invece aperto la prima libreria a marchio Feltrinelli: oggi sono invece 26 i punti vendita, sparsi per le principali città italiane, comprese Torino, Napoli, Milano e Roma. Nel 2005, per la gestione delle diverse attività imprenditoriali collegate al marchio Feltrinelli, si è costituita la Holding Effe 2005 che ha unito in sé il controllo sia della casa editrice che delle Librerie Feltrinelli. Successivamente è stato creato il negozio virtuale via internet lafeltrinelli.it: si tratta di un portale che distribuisce tutti i prodotti disponibili nel catalogo Feltrinelli (libri, dvd e cd musicali) e che svolge anche la funzione di aggregatore di opinioni, consigli e informazioni sui prodotti offerti, scambiate direttamente dagli utenti secondo le modalità del social networking. Nel 2008 viene acquisita la maggioranza di Pde (Promozione Distribuzione Editoria), catena che con i suoi 5.000 punti vendita è la seconda realtà distributiva italiana. Altre case editrici che sono controllate dalla holding Feltrinelli sono Apogeo, Kowalski, Eskimosa e Gribaudo.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Feltrinelli
    • Agora

    Calabrese la start up con due milioni di lumache fresche per la "Cucina del Senza" ... sale, grasso e zucchero

    Per cominciare, insalatina di lumache con ravanelli e cipolla rossa di Tropea in agrodolce; quindi, risotto al prezzemolo e limone con lumache e, come secondo, seppie farcite di lumache con salsa di peperoni. Con il dessert sarebbe stato poker. Ma questo non ha impedito che la cena a base di chiocciole colte, spurgate, lavate e cotte da un valente Marco Tronconi, cuoco del ristorante La Cucina dei Frigoriferi milanesi e la consulenza del gastronomo Marcello Coronini conquistasse palati poco avv...

    – Nicola Dante Basile

    • News24

    Tempestose vite di filosofi

    «Dio è arrivato, l'ho incontrato sul treno delle cinque e un quarto». Così John Maynard Keynes, economista già allora molto noto, dopo un casuale incontro con Ludwig Wittgenstein il giorno del suo rientro in Inghilterra. La divinità austriaca tornava alla filosofia dopo gli anni trascorsi come

    – di Maria Bettetini

    • News24

    Messico al voto, l'anti-Trump Lopez Obrador grande favorito

    E' molto più di un'elezione presidenziale di un grande Paese latinoamericano. Il Messico sceglie sì il suo leader politico per i prossimi sei anni ma si accinge a sperimentare un nuovo modello economico: il muro e i dazi patiti dagli Stati Uniti lo proiettano in un'orbita inesplorata. Piaccia o no

    – di Roberto Da Rin

    • News24

    L'adolescenza tra terra e mare

    «Si danno appuntamento in fondo alla curva, dopo Malmousque, dove la corniche ricompare sopra il litorale, via rapida incisa tra terra e mare, limitare d'asfalto. Lunga e stretta segue la costa e al tempo stesso cinge la città, ne contiene gli eccessi, congestionata nelle ore di punta, scorrevole

    – di Lara Ricci

    • Agora

    Il delitto dell'estate: qualcuno ha rubato ai bambini di 10 anni la possibilità di avere un bel ricordo dei #Mondiali. @marcobellinazzo svela i colpevoli

    Di quel mese io ricordo l'aglio appoggiato sopra il televisore per scaramanzia. Ce lo metteva mio zio Gigi, regista delle nostre estati di famiglia che in occasioni come quella diventavano commedie teatrali dal copione perfetto nei minimi dettagli: a inizio giugno aveva già comprato bandiere azzurre per tutti, assegnato i posti in salotto, costretto tutti a imparare a memoria la canzone "Notti magiche" e deciso che quel Mondiale ce lo saremmo ricordati per sempre. Non era solo calcio, è ovvio: ...

    – Francesca Milano

    • News24

    «Siamo imprenditori per natura», parola di capitalista riluttante

    E' un difensore del libero mercato, ma è convinto che il capitalismo sia la causa di molti dei mali che ci affliggono. E' per la deregulation, ma vorrebbe che l'Onu stabilisse cosa le società tecnologiche possono e non possono fare. Ha il mito dell'imprenditore, ma guarda con sospetto alla ricerca

    – di Marco Masciaga

    • NovaCento

    Educare alla complessità?perché "Democrazia è complessità" (1995)

    Recupero e condivido volentieri l'intervista rilasciata  in occasione del Festival EDUCA 2018. Un'intervista in cui, tra le tante questioni trattate (accennate), ritorno anche su una mia vecchia definizione relativa alla democrazia (1995 e sgg.). Con il pensiero e l'attesa rivolti ai prossimi eventi del Festival della Complessità - IX Edizione Complessità tra teoria ed esperienza. Al termine dell'intervista, potrete trovare come sempre i riferimenti bibliografici (una selezione) e il link ad un...

    – Piero Dominici

1-10 di 1117 risultati