Persone

Fabrizio Viola

Fabrizio Viola è nato il 19 gennaio del 1958 a Roma ed è stato amministratore delegato e direttore generale di Banca Monte dei Paschi di Siena (Mps) dal 2012 al 2106. Dal 6 dicembre 2016 è a capo della Banca Popolare di Vicenza e consigliere di Veneto Banca con delega al progetto di fusione delle due banche.

Conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto "Tito Livio" di Milano si è iscritto all'Università Bocconi dove si è laureato in Economia.

Entrato nel gruppo Imi nel 1987, passa poi a fondiaria Assicurazioni, alla Banca Popolare di Milano (di cui diventa vice direttore generale), alla Banca Popolare di Vicenza (sempre in qualità di vice direttore generale) petr ritornare alla Banca Popolare di Milano (quale direttore generale), mentre tra il 2008 ed il 2011 entra nella Banca Popolare dell'Emilia Romagna come amministratore delegato.

Il 12 gennaio 2012, diventa, anche grazie al sostegno di Giuseppe Guzzetti (presidente dell'Associazione delle fondazioni e casse di risparmio) sia direttore generale che amministratore delegato di Mps.

Fabrizio Viola è stato, inisieme a Massimo Tonoli (presidente del CDA della Banca Monte dei Paschi di Siena) protagonista di un ampio piano di risanamento del gruppo Mps.

Ultimo aggiornamento 03 aprile 2017

Ultime notizie su Fabrizio Viola
    • News24

    Banche venete, incontro decisivo tra Intesa, Mef e Bankitalia sul salvataggio

    E' iniziato dopo pranzo un incontro in conference call tra i vertici di Banca d'Italia, il Mef e Intesa Sanpaolo per discutere dei dettagli relativi alla proposta di acquisto delle due banche venete da parte di Ca de' Sass. Il confronto, tutto sul fronte italiano, dovrebbe permettere di trovare la

    – di Luca Davi e Marco Ferrando

    • News24

    Banche venete, verso bad bank da 20 miliardi

    Operazione complessa che richiede approfondita conoscenza del perimetro in questione, ed è per questo che probabilmente tra i commissari figureranno Fabrizio Viola e Cristiano Carrus, gli attuali amministratori delegati dei due istituti.

    – di Luca Davi e Marco Ferrando

    • News24

    Fabrizio Viola

    • News24

    Banche venete, piano in stand-by. Ora l'Europa riesamina il dossier

    Oggi è giorno di consiglio a Vicenza e Montebelluna, ma ancora una volta il destino delle due venete, la Popolare di Vicenza e Veneto Banca, si decide lontano. A Milano, dove UniCredit è possibilista sul piano di salvataggio a spese delle banche sane e Intesa sonderà gli umori del consiglio nella

    – di Luca Davi e Marco Ferrando

    • News24

    Venete, banche alla conta sul piano. Prima serve l'ok di Bce e Dg Comp

    Lo schema di massima c'è e anche l'intenzione, per lo meno da parte di UniCredit e Intesa Sanpaolo, di portarlo a compimento. Ma ci sono ancora due elementi di incertezza sul piano di salvataggio di Popolare di Vicenza e Veneto Banca: quale forma avrà il veicolo per la ricapitalizzazione e la

    – di Marco Ferrando

    • News24

    Banche venete, avanza il piano di salvataggio di «sistema»

    Le decisioni non saranno «immediate» come ancora ieri è tornato a chiedere il ceo di Popolare di Vicenza, Fabrizio Viola, ma pur a fatica il piano di salvataggio per le ex popolari venete avanza: a meno di una (non impossibile) accelerazione nel week end, l'obiettivo è chiudere tra lunedì e

    – di Luca Davi e Marco Ferrando

    • News24

    Banche venete, si stringono i tempi per chiedere lo «sconto» all'Europa

    Superato lo scoglio più grande con l'accordo di principio ottenuto sulla ricapitalizzazione di MontePaschi, il lavorio bancario del Tesoro si concentra ora sul negoziato per spuntare lo stesso risultato su PopVicenza e Veneto Banca. Con gli occhi, preoccupati, al calendario. Nelle stanze

    – di Gianni Trovati

    • News24

    Soluzione entro un mese per le banche venete

    Le parole decisive su Popolare di Vicenza e Veneto Banca arriveranno solo dopo la chiusura del dossier Mps, e per conoscere il destino dei due istituti occorrerà attendere la fine di giugno, a quanto risulta al Sole 24 Ore da fonti europee. Poco più di quattro settimane, di fatto, in cui il

    – Gianni Trovati

    • News24

    Draghi in prima fila, i banchieri del Tesoro e l'applauso a Ciampi

    Si è aperto con un applauso alla memoria di Carlo Azeglio Ciampi, scomparso il 16 settembre, il discorso di Ignazio Visco. In prima fila - tra Rosy Bindi e Mario Monti - nel salone al primo piano di Palazzo Koch c'è Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea, che non si vedeva qui in Via

    – di Marco Ferrando

1-10 di 585 risultati