Persone

Fabio Aru

Fabio Aru è nato il 3 luglio del 1990 a San Gavino Monreale (nella provincia del Medio Campidano in Sardegna) ed è un ciclista su strada italiano che corre per il team Astana.

Professionista fin dal 2012, Aru è un abile scalatore che vanta la vittoria di tre tappe del Giro d'Italia ed è salito sul podio finale della Corsa Rosa nel 2014 (3°) e nel 2015 (2°) con un distacco di solo 1 minuto e 53 secondi in classifica generale dal vincitore dell'edizione 2015 Alberto Contador .

Fabio Aru vanta il primato di essere il primo ciclista sardo della storia ad aver indossato la maglia rosa al Giro d'Italia.

Vissuto e cresciuto nel comune sardo di Villacidro Aru pratica fin da bambino diverse discipline sportive, soprattutto calcio e tennis, senza però tralasciare la bicicletta.

E' all'età di 15 anni, tuttavia, che Aru scopre la sua inclinazione sportiva per il ciclismo e decide di dedicarvisi a tempo pieno.

Aru fa il suo debutto da professionista con la maglia dell'Astana il 20 agosto del 2012, quando prende parte alla USA Pro Cycling Challenge, in Colorado, ed ottiene un secondo posto nella sesta tappa dietro a Rory Sutherland.

Nel 2013 arriva quarto al Giro del Trentino, e vince la classifica giovanile, inoltre gli viene attribuito il Memorial Gastone Nencini.

Nel 2014 partecipa ancora al Giro d'Italia come gregario, al termine della diciannovesima frazione, la cronoscalata del Monte Grappa, si classifica secondo a 17 secondi dalla maglia rosa, Nairo Quintana.

Termina il Giro d'Italia del 2014 conquistando il podio col terzo posto in classifica generale.

Sempre nel 2014 presentatosi al via della Vuelta a España, conquista il suo secondo successo da professionista vincendo l'undicesima tappa, da Pamplona al Santuario di San Miguel de Arala.

Nel 2015 partecipa alla Parigi-Nizza, ottenendo l'ottavo posto nella quarta tappa con arrivo in salita a Croix de Chaubouret.

Sempre nel 2015 partecipa alla Volta Ciclista a Catalunya, nella quale si classifica sesto a 27 secondi dal vincitore Richie Porte.

Infine, prende parte alla novantottesima edizione del Giro d'Italia conclusasi il 31 maggio scorso classificandosi secondo, in classifica generale, con un distacco di soli 1 minuto e 53 secondi dal vincitore Alberto Contador.

Nell'edizione 2015 del Giro d'Italia, Fabio Aru riporta la vittoria di due memorabili tappe per scalatori 19ª tappa (Gravellona Toce > Cervinia) e 20ª tappa (Saint-Vincent > Sestriere).

Fabio Aru è fidanzato con Valentina.

Ultimo aggiornamento 03 maggio 2016

Ultime notizie su Fabio Aru
    • News24

    Giro d'Italia, Aru non si arrende: "Arriverò fino a Roma"

    Un Giro d'Italia da dimenticare per Fabio Aru, crollato nel corso della quindicesima tappa della "Corsa Rosa" ed arrivato sul traguardo di Sappada, al termine dei 176 km da Tolmezzo, con un ritardo di 19'32" da Simon Yates.

    – a cura di Datasport

    • News24

    Giro d'Italia, 14a tappa: Froome doma lo Zoncolan, Yates guadagna su Dumoulin

    L'olandese vola, manda parzialmente in crisi Dumoulin che rientra due volte col suo passo e per poco non stacca anche il suo capitano: la sua azione è mostruosa e fa male a tanti corridori, su tutti a Fabio Aru e Davide Formolo, che cedono a 5km... La missione riesce, con Chris Froome che vince la tappa precedendo di 6" il connazionale e doma lo Zoncolan: dietro di loro un autentico sparpaglio, con Pozzovivo terzo a 23", Lopez a 25", Dumoulin a 37", Pinot a 42" e Fabio Aru staccato di 2'23".

    – a cura di Datasport

    • News24

    Giro d'Italia: Al Gran Sasso prima la maglia rosa. Aru e Froome in difficoltà

    ll Gran Sasso, dall'alto dei suoi 2135 metri, emette la sua inequivocabile sentenza: al momento non c'è storia. Il più forte è la maglia rosa, Simon Yates. Ha un'altra marcia, un altro motore. Un altro passo.Il britannico, con la facilità dei predestinati, precede tutti nel lungo sprint in salita a

    – di Dario Ceccarelli

    • News24

    Giro d'Italia, tappa 6: Chaves re dell'Etna, Yates nuova maglia rosa

    Sull'Etna brillano le stelle della Mitchelton-Scott. Esteban Chaves e Simon Yates, giovani capitani del team australiano, lasciano il segno in cima al vulcano siciliano. La tappa va al colombiano, la maglia rosa invece passa al britannico, che la sfila dalle spalle di Rohan Dennis della della BMC.

    – a cura di Datasport

    • News24

    Giro d'Italia, ribaltone sull'Etna: Yates conquista la maglia rosa

    Ciak, si gira. Prima vera salita, prima vera selezione. Nella tappa dell'Etna, la sesta, a far fuoco e fiamme in cima al vulcano sono due giovani capitani della stessa squadra (l'australiana Mitchelton Scott) che praticamente arrivano a braccetto e si dividono il bottino come due vecchi amici: al

    – di Dario Ceccarelli

    • News24

    Giro, Dumoulin subito in maglia rosa. Deludono Froome e Aru

    Anche se cambia il fondale, e siamo a Gerusalemme, il Giro riparte da dove era finito: il numero uno, in questa prima tappa a cronometro, è ancora l'olandese Tom Dumoulin, già vincitore dell'edizione 2017.

    – di Dario Ceccarelli

1-10 di 226 risultati