Persone

Ettore Scola

Ettore Scola è nato il 10 maggio del 1931 a Trevico (AV) ed è deceduto a Roma il 19 gennaio del 2016, è stato un regista cinematografico e sceneggiatore italiano.

Vantava la direzione di alcuni capolavori del cinema italiano, quali "C'eravamo tanto amati" (1974), "Brutti, sporchi e cattivi" (1976), "Una giornata particolare" (1977), "La terrazza" (1980) e "La famiglia" (1987).

Trasferitosi subito dopo la nascita a Roma con la famiglia, Scola frequenta il Liceo classico Pilo Albertelli, studente della facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma, fin dagli anni '50 scrive, insieme a Ruggero Maccari, sceneggiature di commedie all'italiana.

Il suo primo successo da regista avviene nel 1968 col film "Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l'amico misteriosamente scomparso in Africa?" che vede, tra gli interpreti, attori del calibro di Alberto Sordi, Nino Manfredi e Bernard Blier.

Ettore Scola dirige Sordi anche in "Il commissario Pepe" (1969), "Dramma della gelosia - Tutti i particolari in cronaca" (1970) (al quale prendono parte anche Marcello Mastroianni, Monica Vitti e Giancarlo Giannini) e "Romanzo di un giovane povero" (1995) dove presta la sua ultima interpretazione cinematografica Mario Carotenuto.

Gli anni '70 sono per Scola gli anni dei grandi successi:

— "C'eravamo tanto amati" (1974) (con la partecipazione di Vittorio Gasmann, Nino Manfredi, Stefano Satta Flores e Stefania Sandrelli e la comparsa, nel ruolo di se stessi, di

Marcello Mastroianni, Federico Fellini e Mike Bongiorno);

— "Brutti, sporchi e cattivi" (1976) (interpretato da Nino Manfredi);

— "Una giornata particolare" (1977) (con la partecipazione di Marcello Mastroianni e Sophia Loren).

Negli anni '80 dirige, tra gli altri, "La famiglia" (con Vittorio Gassman e Stefania Sandrelli),"Splendor" (1988) e "Che ora è?" (1989), (entrambi interpretati da Mastroianni e Massimo Troisi).

Più recentemente ha girato "La cena" (1998) (sempre con Gassman e la Sandrelli) e nel 2001 "Concorrenza sleale" (con l'interpretazione di Diego Abatantuono, Sergio Castellitto e Gérard Depardieu).

Ettore Scola ha ricevuto numerosi premi cinematografici, tra i quali:

— Palma d'oro al Festival Di Cannes nel 1976 (per la migliore regia) col film "Brutti, sporchi e cattivi";

— David di Donatello nel 1978, 1984 e 1987 (per la migliore regia) nel 1983 e 1987 (per la migliore sceneggiatura) 1984 e 1987 (per il miglior film) ed infine 2011 (alla carriera);

— Premio Oscar nel 1978 (per "Una giornata particolare"), nel 1979 (per "I nuovi mostri"), 1984 (per "Ballando ballando") e 1988 (per "La famiglia").

E' stato insignito delle seguenti onorificienze:

— Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (Roma.1995);

— Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte (Roma, 2001);

— Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (Roma, 2003).

E' scomparso la sera del 19 gennaio del 2016 presso il Policlinico Umberto I di Roma, dove era stato ricoverato in seguito a gravi problemi di salute alcuni giorni prima.

Ettore Scola era sposato con Gigliola ed aveva due figlie, Silvia e Paola.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Ettore Scola
    • News24

    Ettore Scola

    Ettore ScolaUltimo erede della generazione dei grandi registi italiani del dopoguerra, ci ha regalato opere di grande intensità come «Una giornata particolare», ma è per l'inconfondibile tocco delle sue commedie che lo ricorderemo. Sapete, per esempio, perché Nocera è «Inferiore»? No? Rivedetevi

    • News24

    Piacere, Ettore Scola: una mostra a Roma celebra il grande regista

    Ci ha lasciato lo scorso 19 gennaio il grande regista Ettore Scola, ma il ricordo della sua personalità e delle sue opere è più vivo che mai nella mente di chi l'ha seguito nel corso della sua lunga carriera.Tra le iniziative più interessanti per ripensare al suo lavoro, una segnalazione d'obbligo

    – di Andrea Chimento

    • NovaCento

    Notizie di oggi e ricordi di ieri, sotto il sole d'agosto

    Va bene, lo ammetto: l'immagine qui sopra mi è stata inviata dalla Sicilia, qualche giorno fa, da un mio amico (smile). Il periodo centrale dell'estate è il tempo in cui, di solito, i ritmi rallentano, e volendo ci si può lasciare andare un po' ai ricordi. Siamo nel 2016, e per gli appassionati del calcio italiano, quest'anno ricorre il decennale del Mondiale vinto dall'Italia in Germania. Che altro succedeva dieci anni fa? Nell'estate del 2006 a Londra, ricordo che ci furono giornate molto ca...

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    Addio all'attore Riccardo Garrone

    E' morto a Milano Riccardo Garrone. L'attore, che avrebbe compiuto 90 anni il prossimo 1 novembre, è stato uno dei pilastri della commedia all'italiana. Dopo l'accademia drammatica e l'esordio con Mario Mattoli (Adamo ed Eva) ha lavorato con tutti i grandi nomi da Fellini (La Dolce Vita) a Mario

    – di S.Bio.

    • NovaCento

    ETTORE SCOLA GIOVANE, CON FEDERICO FELLINI

    Da non perdersi l'appuntamento di questa sera, giovedì 21, sul canale Rai Storia, alle ore 21:26. Va in onda Che strano chiamarsi Federico - Scola racconta Fellini , dove Fellini appena diciannovenne, interpretato da Tommaso Lazotti, viene mostrato mentre inizia la sua collaborazione con il giornale satirico Marc'Aurelio, nel 1939. Divertentissima e istruttiva ricostruzione della vita di redazione al giornale, con tanti disegnatori e umoristi, fra i quali anche Age e Scarpelli, Marcello Marche...

    – Luca Boschi

1-10 di 154 risultati