Aziende

Erg

Fondata a Genova nel 1938 da Edoardo Garrone, Erg ha iniziato nel 1947 la produzione nella raffineria di Genova San Quirico e nel 1967, ad Arquata Scrivia, ha completato la prima struttura italiana di logistica petrolifera. A partire dagli anni Ottanta Erg ha acquistato 780 stazioni di servizio della Elf e nel 1985 ha acquisito la rete di Chevron Italia facendo salire la sua quota di mercato al 5%. Dal 1997 Il titolo Erg è quotato in Borsa e nel 1999 la rete di distribuzione di carburanti Erg sul territorio nazionale ha raggiunto il 6%.

Nel 2002 è nata Erg Raffinerie Mediterranee (72% Erg e 28% Eni) che ha integrato la raffineria Isab di Siracusa con la ex Eni di Priolo: successivamente Erg ha modificato il suo assetto costituendo la Erg Petroli e la Erg Power & Gas. Nel settore della raffinazione Erg rappresenta oggi circa l’11% della effettiva capacità tecnico-bilanciata totale nazionale e si posiziona tra i primi operatori del settore in Italia mentre attualmente le vendite di prodotti petroliferi, attraverso la controllata Erg Raffinerie Mediterranee, coprono circa il 6% del fabbisogno nazionale. Grazie a una rete di circa 2.000 stazioni di servizio Erg Petroli commercializza circa il 7% di quota di mercato di carburanti in Italia. Grazie a Erg Power & Gas le vendite Erg di energia elettrica rappresentano circa il 2% del mercato interno. Attraverso la controllata Erg Renew (77,4%), anch’essa quotata alla Borsa di Milano, Erg opera dal 2008 nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Erg Renew ha 208,5 megawatt installati nel settore eolico (di cui 144 megawatt in Italia e 64,4 megawatt in Francia) ed una potenza di circa 2,2 megawatt nel settore mini-idro. La storica sigla Erg, che riprende l’acronimo Edoardo Raffinerie Garrone, voluto dal fondatore, ha oggi nel marchio, molto visibile nelle stazioni di servizio e in importanti sponsorizzazioni sportive (su tutte quella alla squadra di calcio della Sampdoria), un colore sfondo verde che racconta dell’impegno nelle energie rinnovabili.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Erg
    • Agora

    L'attrazione degli investitori asiatici per il solare italiano di Rtr Rete Rinnovabile

    Dopo i colossi italiani dell'energia (Enel ed Erg), dopo i gruppi petroliferi (Eni e Bp) ora anche l'Asia si affaccia sul sole italiano. Che il settore delle rinnovabili interessasse ai gruppi asiatici è abbastanza noto. Soprattutto i gruppi cinesi sono tra i più attivi. Non noto era invece l'interesse degli stessi gruppi asiatici ad entrare nel mercato italiano dell'energia, tramite l'acquisto di Rtr Rete Rinnovabile. E' infatti partita da una decina di giorni l'asta su Rtr Rete Rinnovabile,...

    – Carlo Festa

    • News24

    L'Asia punta sul solare italiano. Da Fosun a Mizuho ecco i pretendenti per Rtr

    L'Asia si affaccia sul solare italiano. E' partita da una decina di giorni l'asta su Rtr Rete Rinnovabile, tra le maggiori società europee del settore fotovoltaico. Nel giro di qualche settimana dovrebbero arrivare le manifestazioni d'interesse preliminari all'azionista Terra Firma, aiutato dagli

    – di Carlo Festa

    • Agora

    Ecco perché le "big oil" stanno guardando l'energia verde di Rtr Rete Rinnovabile

    I grandi gruppi petroliferi si danno anche all'energia verde. E' davvero una svolta quella a cui si sta assistendo? La cessione dell'italiana Rtr Rete Rinnovabile, una delle maggiori cessioni europee degli ultimi anni per il settore, sarà un banco di prova. La vendita è stata organizzata dal private equity internazionale Terra Firma sui suoi asset fotovoltaici italiani confluiti nel gruppo Rtr Rete Rinnovabile. E tra i possibili compratori ci sarebbero appunto i gruppi petroliferi, da Eni fino...

    – Carlo Festa

    • News24

    All'asta il fotovoltaico Rtr. In gara i colossi del petrolio

    Parte una delle maggiori cessioni europee degli ultimi anni per il settore delle rinnovabili: quella avviata dal private equity internazionale Terra Firma sui suoi asset fotovoltaici italiani confluiti nel gruppo Rtr Rete Rinnovabile.

    – di Carlo Festa

    • Agora

    Erg sfida Enel-F2i: con la conquista di Rtr c'è il primato nel solare

    C'è in palio una leadership importante nell'asta che si sta preparando con il nuovo anno: quella, organizzata dall'azionista inglese Terra Firma, della cessione di Rtr-Rete Rinnovabile, uno dei più rilevanti asset in Italia nell'energia rinnovabile e il maggiore nell'energia solare per presenza nel territorio italiano. Il controvalore del deal, in termini di equity value, secondo quanto indicato da Reuters, sarebbe pari a 1-1,2 miliardi di euro. Non è un caso che all'asta si starebbero prepar...

    – Carlo Festa

    • News24

    Rinnovabili, Erg sfida Enel-F2i

    C'è in palio una leadership importante nell'asta che si sta preparando con il nuovo anno: quella, organizzata dall'azionista inglese Terra Firma, della cessione di Rtr-Rete Rinnovabile, uno dei più rilevanti asset in Italia nell'energia rinnovabile e il maggiore nell'energia solare per numero di

    – Carlo Festa

    • News24

    Le Pmi sostenibili di Piazza Affari: ecco l'ebook realizzato da Plus24

    Più informazioni sulle piccole e medie imprese. E' l'obiettivo della ricerca condotta da Plus24 e dall'Ufficio Studi&Analisi del Sole24Ore, che per la prima volta hanno mappato le Pmi di Piazza Affari (indici Aim, Star e Midex) sui temi della sostenibilità, da sintetizzare in una sigla: Esg, che sta

    • News24

    Tensioni sul prezzo del gas, scattano i titoli delle utilities

    Titoli delle utilities in evidenza a Piazza Affari. Le quotazioni del comparto, spiegano dalle sale operative, beneficiano delle tensioni sul prezzo del gas dovute a problemi sulle interconnessioni e alle temperature in calo. Sul mercato italiano del gas i prezzi sono «fortemente risaliti nelle

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Basilea 4 mette il turbo alle Borse. Ora la partita si gioca sui tassi Usa

    L'accordo finale sulla cosiddetta Basilea4, il pacchetto di nuove regole per gli istituti bancari che sarà meno severo del previsto e scatterà a partire dal 2022, mette il turbo alle banche quotate, per lo scampato pericolo di paletti più stringenti, e determina un finale di settimana brillante per

    – di P.Paronetto e A.Fontana

1-10 di 480 risultati