Enti e organizzazioni

Inps

L'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) è il principale ente previdenziale del sistema pensionistico pubblico italiano, dove sono obbligatoriamente iscritti tutti i lavoratori dipendenti pubblici o privati e la maggior parte dei lavoratori autonomi priivi di una propria cassa previdenziale autonoma.

Il primo ente previdenziale, la Cassa nazionale di previdenza per l'invalidità e la vecchiaia degli operai, risale al 1898 ed era di natura volontaria.

Nel 1919 la previdenza sociale diventa obbligatoria e nasce la Cassa nazionale per le assicurazioni sociali.

Col governo Mussolini nasce l'Istituto nazionale fascista della previdenza sociale (INFPS) che nel 1943 diventa l'attuale INPS, ente di diritto pubblico dotato di personalità giuridica ed avente lo scopo di garantire la previdenza sociale ai lavoratori.

Le principali attività dell'INPS sono:

— previdenziale (pensioni di vecchiaia, di anzianità, di reversibilità ecc.);

— gestione delle prestazioni a sostegno del reddito (indennità di malattia, di maternità, assegno al nucleo familiare ecc.);

— assistenziale (pensioni d'invalidità civile, assegno sociale ecc.);

— ispettiva (collabora con gl'Ispettori del Lavoro, con le Direzioni regionali del lavoro (DRL), con i carabinieri e con L'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (l'INAIL).

Presidente dell'INPS è il prof. Tito Boeri, mentre direttore generale è il dott. Massimo Cioffi.

Ultimo aggiornamento 14 ottobre 2016

Ultime notizie su Inps
    • News24

    Pensioni, l'Ape al debutto avrà interessi più vantaggiosi

    I tecnici impegnati alla stesura del Dpcm per l'Ape volontaria stanno chiudendo anche sui format della modulistica online messa a punto dall'Inps a cui si accederà con il proprio Spid (identità elettronica) per chiedere la certificazione sui requisiti di accesso all'Ape, la sottoscrizione del finanziamento assicurato e la sigla sulla commissione di accesso al fondo di garanzia Mef-Inps.

    • News24

    Equilibrio Ape-pensione se l'anticipo è all'85%

    Infatti il meccanismo messo a punto dal governo si basa su un prestito che viene erogato a favore del lavoratore tramite l'Inps e nell'ambito di una convenzione sottoscritta tra ministeri e banche.

    – di Matteo Prioschi e Fabio Venanzi

    • News24

    Via alla fase 2 con cuneo e «pensione minima»

    Si riparte il 6 aprile dal tema della pensione minima di garanzia e del sostegno previdenziale ai giovani con carriere discontinue. E si prosegue il 13 aprile con un incontro sulla governance Inps, al quale, parteciperà, oltre al ministero del Lavoro, anche il Mef. L'agenda della "fase 2" del piano

    – di D.Col. e M.Rog.

    • News24

    Doppia uscita per la social: dal 1° maggio al 30 giugno, poi fino al 30 novembre

    Saranno due le finestre per consentire ai lavoratori in possesso dei requisiti di presentare le domande per l'anticipo pensionistico. La prima scatterà dal 1° maggio al 30 giugno, la seconda dal 1° luglio fino al 30 novembre e servirà per accogliere le domande sulla base delle risorse residue.

    – di Giorgio Pogliotti

    • News24

    Pensioni, ecco quanto costa l'Ape volontaria

    Per accedere al finanziamento bancario assicurato che attiva l'Ape volontaria si dovrà pagare un tasso annuo nominale (Tan) attorno al 2,75%. E' questo il valore di riferimento su cui si starebbe per chiudere l'intesa con le banche (meno di una decina) che aderiranno alla convenzione da allegare al

    – di D. Colombo e M. Rogari

    • News24

    Pensioni: Poletti, a giorni decreti Ape per entrata in vigore dal 1 maggio

    «Nei prossimi giorni presenteremo i decreti per l'applicazione dell'anticipo pensionistico perchè la scadenza la vogliamo rispettare». Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti in conferenza stampa al termine dell'incontro di approfondimento sui temi della previdenzaincontra con i segretari generali

    • News24

    Taglio dei vitalizi, non delle pensioni. Da M5S «irruzione» e bagarre in Aula

    Nessuno si illudeva, in casa Cinque Stelle, che la proposta di delibera per equiparare le pensioni dei parlamentari a quella dei cittadini avesse qualche chance di essere approvata dall'Ufficio di presidenza di Montecitorio. E così è stato: bocciata la delibera, al suo posto ieri è stato varato il

    – di Manuela Perrone e Mariolina Sesto

1-10 di 9714 risultati