Enti e organizzazioni

Fed

La Fed (Federal Reserve System) è la banca centrale degli Stati Uniti. Istituita nel 1913 con l'approvazione del Federal Reserve Act iniziò a operare nel 1914.

Ha sede a Washington D.C. ed è composta da 7 governatori (Board of governorsnominati dal Presidente degli Stati Uniti ) e da dodici presidenti delle Federal Reserve Bank regionali.

Il comitato dei governatori è responsabile della politica monetaria interna e, in stretto contatto con il ministro del Tesoro, della politica del tasso di cambio e delle relazioni monetarie esterne, sorveglia inoltre l'esatta applicazione delle leggi bancarie, determina i tassi di interesse, stabilisce la riserva obbligatoria per le banche.

Dal 3 febbraio 2014 la Fed è guidata dalla presidente Janet Yellen. La carica dura 4 anni.

Ultimo aggiornamento 20 marzo 2017

Ultime notizie su Fed
    • News24

    Dieci grafici essenziali per capire come si muoveranno i mercati

    Un elemento nuovo che non era emerso nell'analogo sondaggio realizzato un mese fa in cui era soprattutto il potenziale errore nelle scelte di politica monetaria di Fed e Bce a dominare nella classifica dei rischi. ... In secondo luogo le aspettative sulle politiche monetarie delle altre grandi banche centrali che potrebbero seguire la Fed sulla strada della "normalizzazione" del costo del denaro.

    – di Andrea Franceschi

    • News24

    S&P: la Bce non alzerà i tassi prima di fine 2019, tapering al via in ottobre

    La Bce non alzerà i tassi di interesse fino alla seconda metà del 2019, mentre il programma di acquisto di asset noto come quantitative easing verrà ridotto a partire dal quarto trimestre di quest'anno, per terminare all'inizio del prossimo. Queste le previsioni di S&P Global Ratings, annunciate

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Borse e bond: perché ora tutto (o quasi) dipende dai titoli di Stato Usa

    Piazza Affari potrebbe chiudere oggi l'undicesima seduta consecutiva in rialzo. Wall Street non si ferma più: ogni giorno macina record con i suoi tre principali indici (Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq). Il tutto nell'anno in cui solo sei Paesi sugli oltre 200 che compongono il pianeta dovrebbero

    – di Vito Lops

    • Econopoly

    Il boom dei lavoratori inattivi in America è siesta forever o un grosso problema?

    C'è molto da imparare osservando la curiosa evoluzione del mercato del lavoro statunitense ed è una buona prassi seguirne le vicissitudini, innanzitutto perché l'andamento dell'occupazione è uno dei punti di riferimento della Fed. I dati sul lavoro contribuiscono a definire la politica monetaria Usa che, ci piaccia o meno, ha effetti globali. Ma non è l'unico motivo per cui è opportuno ragionarci sopra. Gli andamenti che vediamo all'opera in questo paese somigliano notevolmente a quelli osservat...

    – Maurizio Sgroi

    • News24

    «Per i mercati si avvicina una svolta epocale»

    «Sul mercato si pensa che il cambio di passo delle politiche monetarie possa non essere problematico, perché quando è stata la Fed a ritirare gli stimoli e ad alzare i tassi non ci sono stati contraccolpi su Borse e bond. Ma questa volta è diverso: nel 2018 per la prima volta tutte le maggiori

    – Morya Longo

    • News24

    Bce e Germania spingono euro e listini. Sterlina al top su dollaro

    La Bce che prepara la fine del quantitative easing e il patto di governo Cdu-Spd in Germania spingono l'euro (massimi da tre anni a 1,2127) e i listini azionari continentali tutti positivi in chiusura. Piazza Affari ha guadagnato lo 0,53% nel FTSE MIB proseguendo la serie positiva del nuovo anno:

    – di E. Micheli e A.Fontana

    • News24

    Da Moneygram ai T-Bond: la «guerra fredda» Usa-Cina sempre più calda

    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Non sappiamo se a Pechino conoscono il John Belushi di "Animal House", ma quello che mercoledì è andato in scena sui mercati - facendo colare a picco i prezzi dei titoli di Stato statunitensi e mandando i tassi del decennale ai massimi da

    – di Enrico Marro

    • News24

    Il monito lanciato dai mercati obbligazionari

    Il panico improvviso scoppiato ieri sui mercati obbligazionari globali, che ha causato un brusco rialzo dei rendimenti, dimostra quanto sia fragile l'equilibrio che li sostiene. E' bastato infatti che la Banca centrale del Giappone annunciasse acquisti inferiori alle attese di titoli di Stato, per

    – di Morya Longo

    • News24

    Sconti Rc auto contro privacy

    Alla fine, tutto starà nel trovare un prezzo conveniente per la rinuncia alla propria privacy. Gli sconti di entità predeterminata sulle polizze assicurative Rc auto previsti dalla legge sulla concorrenza approvata lo scorso agosto per chi accetta di montare la scatola nera o dispositivi

    – di Maurizio Caprino

1-10 di 8121 risultati