House Ad
House Ad

Enrico Letta

Enrico Letta

Enrico Letta è un politico italiano, Presidente del Consiglio dei Ministri dal 28 Aprile 2013.

Dopo la laurea in scienze politiche e il dottorato in Diritto delle Comunità Europee, Letta inizia la sua carriera politica al fianco di Beniamino Andreatta, grazie al quale ottiene incarichi di governo rilevanti già durante il governo Ciampi. Proprio Ciampi nel 1996 lo elegge segretario generale del Comitato per l’euro del Ministero del Tesoro. Successivamente a questo, Enrico Letta ricopre importanti incarichi istituzionali: nel 1998 sale alla guida del Ministero per le politiche comunitarie nel primo governo D'Alema, risultando così il più giovane ministro della storia della repubblica, mentre dal 2000 al 2001 è Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato nel secondo governo D'Alema e nel governo Amato.

Nel 2001 Enrico Letta diventa per la prima volta deputato e si iscrive al gruppo della Margherita. Nel giugno 2004 si dimette dalla Camera e, da capolista dell’Ulivo, viene eletto deputato europeo al Parlamento Europeo.

Durante il governo Prodi, ricopre l’incarico di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio; nel 2007 si candida alle primarie del Partito Democratico, vinte però da Walter Veltroni. In quell’occasione comunque Letta ottiene l’incarico di “ministro ombra” del Welfare. Alle elezioni del 2008 viene eletto alla Camera dei Deputati.

Dalla fine del 2009 al 2013, Enrico Letta è vicesegretario unico del Partito Democratico.

Il 24 Aprile 2013 il Presidente della Repubblica Napolitano gli conferisce l'incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri, che Letta accetta con riserva.

Il 27 Aprile scioglie la riserva e forma il 62° governo della Repubblica italiana; il 28 Aprile giura fedeltà alla Costituzione davanti al Presidente della Repubblica.

(Aggiornato il 29 aprile 2013 )

Ultime notizie su Enrico Letta

News24

Scuola:?primi sì alla Camera, governo battuto su emendamento. Presidio in piazza dei sindacati

15/05/2015 10:28

Nonostante i buoni propositi di approvare anche l'articolo 8 del ddl scuola l'Aula della Camera ha chiuso i lavori in serata e ha scelto di rinviare a lunedì

News24

Al Senato si riparte da Rai e unioni civili

07/05/2015 06:37

La riforma costituzionale con il Senato che dovrà dare l'addio a se stesso, sarà la portata principale. Ma lo slalom tra riforma della Rai, e, quando

News24

Letta: Italicum parente del Porcellum, domani voto no. Cuperlo: noi contrari, ma no agguati

03/05/2015 03:59

«Il Porcellum l'ha eliminato la Corte costituzionale», mentre con l'Italicum «abbiamo un parente stretto del Porcellum». Una ragione sufficiente, secondo l'ex

News24

Per Renzi Expo risposta ai «gufi». E nel discorso «dimentica» Prodi

01/05/2015 07:14

«Oggi inizia il domani dell'Italia. La pagina più bella di questo Paese la dobbiamo ancora scrivere e la scriveremo tutti insieme, forti del vertiginoso

News24

Italicum, ok della Camera anche alla terza fiducia: 342 sì. Aventino delle opposizioni

30/04/2015 08:30

Ok della Camera con 342 sì e 15 no alla terza e ultima fiducia posta dal governo sull'Italicum (sull'articolo 4). Quasi tutte le opposizioni (da Sel al

News24

Italicum, ok alla prima fiducia: 352 sì e 207 no. Minoranza Pd: 38 non votano

29/04/2015 10:44

Via libera della Camera alla fiducia sull'articolo 1 della legge elettorale con 352 sì, 207 no e un astenuto. Superato dunque il primo test per la maggioranza,

News24

Ban Ki-moon: no alla distruzione dei barconi

29/04/2015 06:38

ROMA

News24

I no degli ex big democratici, test di leadership per serrare i ranghi della minoranza

29/04/2015 06:36

Pierluigi Bersani, Enrico Letta e Roberto Speranza. Non sono tre nomi qualsiasi a scendere in campo contro Renzi annunciando che non voteranno la fiducia di

News24

Tre fiducie sull'Italicum, Renzi: se vogliono mi mandino a casa

28/04/2015 11:27

Insulti, grida, parolacce da parte delle opposizioni. E poi lacerazioni, strappi, tormenti anche nella maggioranza, prima di tutto in casa Pd. Con il premier

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9