Persone

Emma Bonino

Emma Bonino è nata il 9 marzo del 1948 a Bra (CN) ed è una politica italiana.

Dal 28 aprile del 2013 al 22 febbraio del 2014 è stata ministro degli Esteri della Repubblica italiana nel governo Letta.

Esponente del Partito dei Radicali è stata anche deputato di Lista Emma Bonino e di Rosa nel pugno, ha avuto ruoli ministeriali nel governo Prodi II e incarichi europei.

È stata membro della 13esima Commissione permanente (territorio, ambiente, beni ambientali) e Presidente della Commissione per la parità e le pari opportunità nel Senato.

Emma Bonino si è laureata nel 1972 in Lingue e letterature moderne alla Bocconi di Milano.

Nel 1975 ha fondato il Centro informazione sulla sterilizzazione e l’aborto. L’anno successivo è entrata alla Camera nelle fila del Partito Radicale, del quale è stata presidente del gruppo al Parlamento e membro dell’Ufficio di Presidenza.

Nel 1979 è stata eletta al Parlamento Europeo, dove è rimasta fino al 2006.

Dal 1989 al 1993 è diventata presidente del Partito Radicale Transnazionale e due anni più tardi, grazie all'appoggio di Berlusconi, è stata nominata Commissario Europeo.

Nel 2004 è rientrata al Parlamento Europeo per la Lista Bonino.

Alle elezioni del 2006 si è presentata con la lista Rosa nel pugno, si è dimessa dal Parlamento Europeo ed è diventata ministro delle Politiche Europee e del Commercio internazionale con competenze in Politiche Europee del governo Prodi II.

Alle elezioni del 2008 è stata eletta al Senato come capolista del Pd in Piemonte ed è diventata vicepresidente del Senato.

Nel 2010, Emma Bonino ha lanciato la sua candidatura alla presidenza del Lazio, elezione vinta da Renata Polverini.

Nel 2013 si candida alla elezioni politiche nella lista "Amnistia e Libertà", ma non viene rieletta.

Il 14 Aprile del 2013 il Partito Socialista propone ufficialmente Emma Bonino come suo candidato alla Presidenza della Repubblica, la Bonino ottiene il sostegno tra gli altri di personalità illustri del mondo dello spettacolo e della cultura quali Sergio Castellitto, Margherita Hack, Renzo Arbore, Marco Bellocchio, Luca Argentero, Geppi Cucciar e Luca Barbareschi.

Il 12 gennaio del 2015 annuncia dai microfoni di Radio Radicale di essere affetta da una neoplasia polmonare che la costringerà ad un lungo ciclo chemioterapico.

Il 21 maggio dello stesso anno comunica, sempre dalla stessa emittente, il buon andamento della terapia e la remissione della malattia.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Elezione | Partito Radicale | Lista Emma Bonino | Margherita Hack | Renzo Arbore | Marco Bellocchio | Luca Argentero | Sergio Castellitto | Luca Barbareschi | Partito Socialista | Pd | Geppi Cucciar | Renata Polverini | Presidenza della Repubblica | Radio Radicale | Piemonte | Camera dei deputati | Politiche Europee | Senato | Bocconi | Prodi II |

Ultime notizie su Emma Bonino

    Claudia Galimberti, la passione per i diritti

    In uno dei suoi ultimi saggi ha raccontato la storia di Franca Viola, «rimasta un simbolo, il suo no ha significato in un susseguirsi di eventi e di conseguenze l'abolizione dell'articolo 544 (sul matrimonio riparatore, ndr), e ha avvicinato il Sud alla modernità, a quell'evoluzione che ha cambiato

    – di Eliana Di Caro

    Investimenti Pa: scendono del 34% in dieci anni ma sale del +16% la spesa corrente

    Dopo i migranti, la prossima battaglia europea del governo sarà quella sugli spazi fiscali per rilanciare gli investimenti pubblici. L'obiettivo potrebbe essere quello di spuntare un deficit 2019 intorno all'1,4% (contro lo 0,8% programmato) e tenere l'indebitamento strutturale poco sotto

    – di Gianni Trovati

    Ritorno agli anni Trenta? Cosa accomuna Trump, Kurz e Salvini

    WASHINGTON - «I really don't care. Do you?» si è letto sul retro del parka indossato da Melania Trump mentre saliva a bordo di un aereo diretto in Texas per far visita ai bambini migranti chiusi in gabbia: «A me non interessa proprio. A te?». Nessuno - a eccezione di Donald Trump che ha twittato

    – di Edward Luce

    La stagione del '68 e l'azione di donne ribelli

    Che cosa può accomunare Franca Viola (la prima ragazza siciliana a rifiutare il «matrimonio riparatore»), Elena Gianini Belotti (precursora dei gender studies), Amelia Rosselli (poetessa), Carla Accardi (pittrice astrattista), Mira Furlani (impegnata nella comunità dell'Isolotto di Firenze), Carla

    – di Raffaele Liucci

    Social network e fund raising, come cambia la politica

    Si interroga sulle grandi sfide globali e sul rapporto tra politica e social network (dal caso Cambridge Analitics in poi) la seconda edizione del Festival della Geopolitica che si aprirà a Catania domani, venerdì, per iniziativa di Eastwest European Institute (EWEI). In diversi panel e workshop

    – di Gerardo Pelosi

    Conte: ministri tutti politici. Salvini insiste su Savona. Colle irritato: no diktat

    Le tensioni con l'Europa, riaccese dalla dura presa di posizione "sovranista" e anti-Ue di Matteo Salvini, e quelle tra il Colle e i partiti del "quasi governo", M5S e Lega. Nella prima giornata di consultazioni del premier incaricato Giuseppe Conte, da questa mattina impegnato in una maratona di

    – di A. Carli e V. Nuti

    Consultazioni, ecco il calendario di oggi

    All'indomani del faccia a faccia con il capo dello Stato Sergio Mattarella, prima giornata di consultazioni per il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte. Inizio a mezzogiorno, si svolgeranno presso la Sala dei busti a Montecitorio a partire dalle 12 fino alle 19, secondo quanto si

    Nodo firme e votanti all'estero, ecco tutti gli intoppi del voto a luglio

    Il voto a luglio - domenica 8 o 22 che sia - comincia a far paura ai partiti. Lo sconsiglia in primo luogo il rischio astensionismo, messo in evidenza dallo stesso capo dello Stato. Ma lo rendono poco praticabile anche una serie di intoppi procedurali legati all'indizione delle elezioni:

    – di Mariolina Sesto

1-10 di 964 risultati