Persone

Emma Bonino

Emma Bonino è nata il 9 marzo del 1948 a Bra (CN) ed è una politica italiana.

Dal 28 aprile del 2013 al 22 febbraio del 2014 è stata ministro degli Esteri della Repubblica italiana nel governo Letta.

Esponente del Partito dei Radicali è stata anche deputato di Lista Emma Bonino e di Rosa nel pugno, ha avuto ruoli ministeriali nel governo Prodi II e incarichi europei.

È stata membro della 13esima Commissione permanente (territorio, ambiente, beni ambientali) e Presidente della Commissione per la parità e le pari opportunità nel Senato.

Emma Bonino si è laureata nel 1972 in Lingue e letterature moderne alla Bocconi di Milano.

Nel 1975 ha fondato il Centro informazione sulla sterilizzazione e l’aborto. L’anno successivo è entrata alla Camera nelle fila del Partito Radicale, del quale è stata presidente del gruppo al Parlamento e membro dell’Ufficio di Presidenza.

Nel 1979 è stata eletta al Parlamento Europeo, dove è rimasta fino al 2006.

Dal 1989 al 1993 è diventata presidente del Partito Radicale Transnazionale e due anni più tardi, grazie all'appoggio di Berlusconi, è stata nominata Commissario Europeo.

Nel 2004 è rientrata al Parlamento Europeo per la Lista Bonino.

Alle elezioni del 2006 si è presentata con la lista Rosa nel pugno, si è dimessa dal Parlamento Europeo ed è diventata ministro delle Politiche Europee e del Commercio internazionale con competenze in Politiche Europee del governo Prodi II.

Alle elezioni del 2008 è stata eletta al Senato come capolista del Pd in Piemonte ed è diventata vicepresidente del Senato.

Nel 2010, Emma Bonino ha lanciato la sua candidatura alla presidenza del Lazio, elezione vinta da Renata Polverini.

Nel 2013 si candida alla elezioni politiche nella lista "Amnistia e Libertà", ma non viene rieletta.

Il 14 Aprile del 2013 il Partito Socialista propone ufficialmente Emma Bonino come suo candidato alla Presidenza della Repubblica, la Bonino ottiene il sostegno tra gli altri di personalità illustri del mondo dello spettacolo e della cultura quali Sergio Castellitto, Margherita Hack, Renzo Arbore, Marco Bellocchio, Luca Argentero, Geppi Cucciar e Luca Barbareschi.

Il 12 gennaio del 2015 annuncia dai microfoni di Radio Radicale di essere affetta da una neoplasia polmonare che la costringerà ad un lungo ciclo chemioterapico.

Il 21 maggio dello stesso anno comunica, sempre dalla stessa emittente, il buon andamento della terapia e la remissione della malattia, precisando che non si possa tuttavia ancora parlare di guarigione definitiva.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Emma Bonino
    • News24

    Il G7 scommette sulle ragazze: colmare il divario digitale

    C'è una stima che va tenuta bene a mente: entro il 2020 5,1 milioni di posti di lavoro nel mondo andranno persi, pari alla differenza tra i 7,1 milioni di "colletti bianchi" e impiegati che diventeranno inutili e i 2 milioni di nuovi mestieri creati in una manciata di settori chiave. Informatica,

    – di Manuela Perrone

    • Agora

    Nuovo polo in costruzione, gran traffico al centro (attorno a Parisi e Fitto)

    Maurizio Sacconi, già ministro del centrodestra e poi esponente del Nuovo centrodestra, con un post scritto su Facebook ha annunciato di aderire al progetto di Stefano Parisi, Energie per l'Italia. Questa piccola notizia è la spia di un grande fermento (preelettorale) al centro. Con Silvio Berlusconi che torna in campo? Sì, ma in quale parte del campo gioca stavolta? L'ex premier si potrebbe presto trovare di fronte a un bivio. Guarda alla sua destra il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ...

    – Daniele Bellasio

    • Agora

    Electorali's Karma

    Forza Europa a Milano, con Emma Bonino, Benedetto Della Vedova, Francesco Rutelli e Mario Monti, sabato, presente anche Giorgio Gori, sindaco di Bergamo (e aspirante candidato alla presidenza della Lombardia?), ha rimesso la palla dell'integrazione continentale al centro di un dibattito (per una volta) dai toni positivi. Centristi per l'Europa a Roma, con Pierferdinando Casini, il ministro Gian Luca Galletti e il deputato Gianpiero D'Alia, ha fatto più o meno la stessa cosa. Perfino l'intervista...

    – Daniele Bellasio

    • News24

    La guerriglia dei renziani a Padoan con lo slogan «spuntato» delle tasse

    L'attacco dei deputati renziani contro le "nuove tasse" messe nella manovrina da Padoan, rompe una tregua. E' il primo gesto di guerriglia al Governo Gentiloni piantando uno slogan che, peraltro, non ha portato grandi risultati a Renzi. Se è vero che ha abbassato le tasse è pure vero che ha perso il

    – di Lina Palmerini

    • Agora

    Immigrazione, un ritorno al passato inutile e dannoso

    Nel 2008 ci provò Berlusconi, ora ci riprova Gentiloni per mezzo del neo ministro all'Interno Marco Minniti, da più parti incoronato come "uno dei massimi esperti di sicurezza" di questo paese: pur di fermare le partenze dei migranti dalla Libia l'Italia sembra dunque pronta a resuscitare l'accordo siglato dall'allora leader del centro destra al Governo con Muhammar Gheddafi. Il nostro ministro è volato a Tripoli per incontrare il leader al Serraj e il ministro degli Esteri Taher Siyala. Il vert...

    – Stefano Natoli

    • News24

    Science for Peace: «I migranti vanno accolti e integrati»

    «Affrontare le cause alla base dei flussi migratori, creare canali sicuri di accesso all'Europa, accogliere i migranti e gestire le procedure di asilo, integrarli nelle nostre società». E' l'appello finale che arriva dall'ottava conferenza mondiale di Science for Peace, l'iniziativa di mobilitazione

    – di Stefano Natoli

    • News24

    A Milano l'addio laico a Umberto Veronesi. Le lacrime del sindaco

    MILANO - Una cerimonia laica piena di commozione, a Palazzo Marino, e il grande applauso in una piazza della Scala gremita di folla. Così Milano ha dato il suo addio allo scienziato e oncologo che ha acceso nuove speranze nella lotta contro il cancro. «Grazie, professore» è il saluto ripetuto dai

    – di Silvia Sperandio

    • News24

    Ghannouchi: «Più impegno da Italia e Ue per la stabilità tunisina»

    Rashid Ghannouchi è il leader del partito tunisino Ennhada, membro del governo di coalizione nazionale. Ennhada nel luglio scorso ha annunciato la svolta storica di tagliare con l'"islam politico" estremista per prendere nettamente le distanze dal jihadismo. Di questo Gannouchi ha parlato in un

    – di Alberto Negri

    • Agora

    Intervista Nikos Xydakis, ministro greco per gli Affari europei: "No all'Europa à la carte"

    "La dichiarazione di Atene è un movimento dei sette paesi mediterranei per reinventare l'Europa, la sua politica per rinsaldare l'unità europea basata sui valori di pace, stabilità e prosperità e ridare nuova fiducia ai cittadini europei". Nikos Xydakis, 58 anni, ministro greco per gli Affari europei e membro di Syriza, è a Roma in questi giorni dove ha incontrato il ministro italiano per l'Europa Sandro Gozi, Giuliano Amato ed Emma Bonino in occasione di un incontro con altri ministri per gli A...

    – Vittorio Da Rold

1-10 di 880 risultati