Ultime notizie:

Emanuele Scarci

    • Agora

    Etichetta d'origine: ricorso in Europa, ma gli industriali puntano all'intesa di filiera

    Gli industriali pastari, da un lato, spingono il reclamo alla Ue sull'etichetta d'origine della pasta e, dall'altro, realizzano un'intesa con la filiera del grano duro. L'organizzazione dell'industria alimentare europea FoodDrinkEurope (a cui aderisce anche Federalimentare) ha presentato un reclamo ufficiale alla Commissione Ue contro l'Italia per l'adozione dei decreti sull'indicazione obbligatoria di origine per il grano duro nella pasta, riso e pomodoro nei prodotti a base di pomodoro, nonch...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    La marcia delle cooperative agroalimentari, il vino cresce di più: +112% in dieci anni

    La forza della cooperazione si vede di più nel vino: negli ultimi dieci anni il vitivinicolo delle prime 25 cooperative ha aumentato il fatturato del 112%, seguito dall'ortofrutticolo, +82%, e dal lattiero-caseario. Nel complesso sono aumentate anche le retribuzioni lorde, +42%. In generale sono le imprese cooperative le vere amiche dei prodotti made in Italy: lavorano materia prima per il 74% di provenienza locale, per il 24% nazionale e solo per il 2% estera. A vantare il forte legame con la b...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    Centromarca: il Bollino blu di Auchan a rischio distorsione della concorrenza

    Auchan fa sul serio e ha valutato oltre 100mila prodotti con il Bollino blu in 12 Paesi L'obiettivo, spiega la multinazionale francese, è quello di guidare attivamente il cliente nella scelta dei prodotti maggiormente in linea con il concetto di "corretta alimentazione per l'adulto", tra le principali categorie alimentari dell'ipermercato (più di 10mila prodotti di marca e a marchio Auchan), per mezzo del logo "Prodotti blu" che li rende immediatamente riconoscibili sugli scaffali. Secondo Auch...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    Vino, nel 2017 l'export crescerà del 6% ma la promozione si è bloccata

    Colpo d'acceleratore del vino italiano. Nei primi otto mesi del 2017 l'export strappa di circa l'8% a 3,75 miliardi, un tasso di crescita che non si vedeva da 5 anni. Il boom arriva da Russia (+48%), Cina (+24%) e Canada (+11%). Tra i mercati con più di 100 milioni, seguono a velocità "moderata"  Svizzera e Svezia (+11%), Giappone (+9%), Regno Unito (+8%) e Stati Uniti(+5,8%). Non mancano però le spine: secondo le elaborazioni di Nomisma wine monitor, l'export di vino italiano accelera, ma meno ...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    La birra italiana piace all'estero, ma l'export è un terzo dell'import (soprattutto dalla Germania)

    La birra italiana al record di produzione ed export. Nel 2016 i consumi sono rimasti su livelli record (anche nel 2017) insieme alla produzione e alle esportazioni. Risultati importanti per un Paese che non vanta la tradizione birraria della Germania o del Regno Unito. Nel nostro Paese la domanda si è spostata ulteriormente verso i consumi domestici, a scapito degli esercizi pubblici, preferendo birre main stream ma anche speciali e premium. Quanto al mercato, quote in crescita, a volume, per il...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    Ora la pizza napoletana è diventata patrimonio dell'umanità

    "L'Arte del pizzaiuolo napoletano" è diventata patrimonio dell'umanità grazie alla pronuncia positiva del 12° Comitato per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco, riunito sull'isola coreana di Jeju. Per il Belpaese si tratta del 58esimo bene tutelato, dopo la dieta mediterranea del 2010 e la coltivazione della vite ad alberello di Pantelleria del 2014. La decisione dell'Unesco recita che «il know how culinario legato alla produzione della pizza, che comprende gesti, can...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    De Cecco alla ricerca di capitali freschi: quotazione o strumenti di debito

    De Cecco ha dato mandato agli advisor  Unicredit e Credit Suisse per prepararsi allo sbarco sul mercato dei capitali. Tra le opzioni ci sono la quotazione, ma anche l'emissione di altri strumenti di debito o equity, come accaduto all'inizio dell'anno. La multinazionale abruzzese ha bisogno di finanziare l'apertura di uno stabilimento negli Stati Uniti (troppo costoso esportare) e forse ridurre anche il debito. L'azienda non ha confermato, ma l'obiettivo è realizzare l'operazione il prossimo ann...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    L'Autorità multa Unilever Italia con un'ammenda di 60 milioni

    Ammenda choc per i gelati Algida. L'Autorità antitrust ha sanzionato con un'ammenda pecuniaria di oltre 60 milioni di euro Unilever Italia Mkt. Operations srl per aver violato l'art. 102 del Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea, ponendo in essere un abuso di natura escludente idoneo a

    – di Emanuele Scarci

    • Agora

    Consumi, le tredicesime aumentano di 1 miliardo ma shopping di Natale senza corse

    Perché la fiducia delle famiglie cresce così tanto in mancanza di una crescita del reddito? si chiede il direttore dell'ufficio studi di Confcommercio, Mariano Bella, "Il quadro è meno sicuro di quanto alcuni si sforzano di immaginare e di raccontare. Il fatto che i prezzi scendono per il terzo mese consecutivo tradisce una poco rassicurante debolezza dei consumi, che hanno beneficiato della ripresa meno degli investimenti, questi ultimi evidentemente supportati dagli incentivi agli ammortamenti...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Laudemio, il marchio toscano dell'olio di qualità, premia gli chef

    Un olio toscano di eccellenza su un piatto di uno chef napoletano. La prima edizione del Premio Laudemio se l'è aggiudicata lo chef Salvatore Bianco del Ristorante "Il Comandante" dell'Hotel Romeo di Napoli.Sul secondo gradino del podio Marco Stabile del Ristorante "Ora d'Aria" di Firenze e piazza

    – di Emanuele Scarci

1-10 di 3339 risultati