Persone

Denis Verdini

Denis Verdini (l'8 maggio 1951 a Fivizzano Massa-Carrara) è un commercialista e politico italiano.

Laureato in scienze politiche ha esercitato per lungo tempo la professione di commercialista . È stato anche assistente docente di Storia delle dottrine economiche all'università Luiss di Roma nell'anno accademico 1996-97. Per 20 anni (fino al 2010) è stato presidente del Credito cooperativo fiorentino. Coinvolto nel crac dell’istituo di credito a marzo del 2017 è stato condannato in primo grado a 9 anni di reclusione e interdizione perpetua i pubblici uffici per bancarotta e truffa ai danni dello Stato e per presunte truffe allo Stato nei contributi dell'editoria.

Carriera politica: prima repubblicano e poi coordinatore nazionale di Forza Italia è stato eletto alla Camera nel 2001, 2006, 2008 . E’ senatore eletto nel 2013 con il Pdl e nel 2015 ha fondato il gruppo parlamentare Ala (Alleanza liberalpopolare – Autonomie). Verdini è stato anche artefice e sostenitore del cosiddetto “Patto del Nazareno” l’accordo politico siglato tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi.

E’ stato socio fino al 2015 del quotidiano il Foglio con una partecipazione del 21%.

Vive a Firenze, si è sposato due volte e ha tre figli: Tommaso, Francesca e Diletta.

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2017

Ultime notizie su Denis Verdini
    • News24

    Come dare una mano alla «mano invisibile»

    Ma la crisi è arrivata non perché la dimensione locale fosse di per sé inadeguata; è stata determinata da scelte scellerate dei vertici fatte «in spregio delle regole» (come recita la motivazione della condanna di Denis Verdini) per alimentare una politica degli impieghi non meno clientelare di quella che negli anni Novanta aveva messo in ginocchio e cancellato dalla mappa del sistema italiano quasi tutte le banche pubbliche meridionali.

    – di Marco Onado

    • News24

    Verdini, le motivazioni della condanna: condotte gestionali abnormi ed irregolari

    La gestione del Credito cooperativo fiorentino (Ccf) è «risultata imprudente quanto ambiziosa, seguita dalla consapevolezza, maturata dapprima dalsenatore Verdini e, subito dopo, quanto meno a partire dal settembre 2008 anche dal management, di un imminente disastro, ormai inevitabile e reso poi

    • Agora

    Breve riassunto di come si è arrivati al modello tedesco (molto) italianizzato

    Come si è arrivati al minimo comune denominatore tedesco? Matteo Renzi, mentre riconquistava il Partito democratico con le primarie, ha lasciato che si discutesse di ipotesi iper-proporzionaliste nel dialogo con i centristi, ribadendo però che la proposta del Partito democratico era il Mattarellum. Poi, riconquistato il partito, ha abbozzato qualche minuto di politica dei due forni, aprendo al dialogo con Berlusconi e/o con il Movimento 5 Stelle, sapendo in realtà di poter contare sull'appoggio ...

    – Daniele Bellasio

    • News24

    Da Fratelli d'Italia a Mdp, le 18 forze politiche a rischio con lo sbarramento al 5%

    Da Fratelli d'Italia agli alfaniani di Ap, passando per i fittiani di Direzione Italia fino a Sinistra Italiana e i bersaniani di Mdp. Sono 18 i partiti e movimenti che aspirano (o potrebbero aspirare) a entrare in parlamento con le prossime elezioni politiche, ma che con una nuova legge elettorale

    – di Andrea Marini

    • News24

    Legge elettorale, Pd verso bocciatura Italicum bis proposto dal relatore

    Rimane in salita il cammino della riforma della legge elettorale: domani, in occasione dell'avvio dell'esame in commissione Affari costituzionali alla Camera, il Pd boccerà, secondo alcune indiscrezioni , il testo base predisposto dal presidente e relatore Andrea Mazziotti (ex Scelta Civica) e

    • News24

    ChiantiBanca, sfida fra vecchio e nuovo nella Bcc toscana

    Quella in programma domani a Firenze non sarà un'assemblea di routine per i 25mila soci di ChiantiBanca. Il terzo istituto di credito cooperativo italiano per dimensione (dopo quelli di Alba e Roma), con 3,8 miliardi di attivo, 3,4 di raccolta, 2,6 d'impieghi, 52 sportelli e 450 dipendenti, dovrà

    – Cesare Peruzzi

    • News24

    Legge elettorale, presentato testo base: Italicum corretto anche al Senato

    Un sorta di "Italicum bis", ossia l'estensione al Senato della legge elettorale della Camera così come modificata dalla Consulta. E' questo il testo base della legge elettorale depositato dal relatore nonché presidente della commissione Affari costituzionali Andrea Mazziotti. Il sistema estende al

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Scelta civica-Ala per la costituente liberale e popolare-Maie

    E' uno dei gruppi più "giovani", nato solo lo scorso ottobre per iniziativa di Enrico Zanetti che aveva lasciato "Scelta civica per l'Italia" a seguito della bocciatura della sua proposta di alleanza con il gruppo Alleanza Liberalpopolare-Autonomie (Ala), la componnete fondata da Denis Verdini dopo

    • News24

    Civici e innovatori

    All'inizio della legislatura si chiamava "Scelta civica per l'Italia" ed era il gruppo del movimento fondato dal senatore a vita ed ex premier Mario Monti. Poi è stato sottoposto a una serie di smottamenti che ne hanno modificato radicalmente composizione e nome. Lo scorso luglio Enrico Zanetti

1-10 di 594 risultati