Persone

Debora Serracchiani

Debora Serracchiani è nata il 10 novembre del 1970 a Roma ed è una politica italiana, attuale presidente della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia.

Dopo essersi diplomata alle scuole tecniche di Roma, si è laureata in legge ed ha intrapreso l'attività forense, associandosi allo studio Businello, Virgilio, De Toma di Udine.

Diventata consigliere nella II circoscrizione di Udine e coordinatrice della Commissione circoscrizionale Urbanistica - territorio e lavori pubblici, nel 2006 viene eletta, con i Democratici di Sinistra, al consiglio provinciale di Udine.

Rieletta consigliere provinciale nel 2008, ricopre il ruolo di vice capogruppo e vice presidente della Commissione Consiliare Ambiente ed Energia.

Nel dicembre del 2008 viene eletta segretario del Partito Democratico di Udine.

Il 21 marzo del 2009 tiene un applauditissimo intervento di 13 minuti all'Assemblea dei Circoli del PD, dove critica molte decisioni assunte dalla dirigenza del partito e riesce a guadagnarsi un'improvvisa notorietà nazionale e internazionale.

Il 3 aprile del 2009 viene candidata alle elezioni europee del 2009 nella circoscrizione Nord-Est, dove viene eletta risultando la persona più votata nella regione Friuli-Venezia Giulia.

Il 21 aprile del 2013 si è candidata con le liste Partito Democratico, Sinistra Ecologia Libertà, Italia dei Valori, Slovenska Skupnost e Cittadini per Debora Serracchiani, presidente alla presidenza della regione Friuli Venezia Giulia.

Il 22 aprile del 2013 è risultata eletta col 39,39 % dei voti, contro il 39,00 % dei voti del candidato uscente.

Il 6 maggio del 2013 si dimette dalla carica di europarlamentare per assolvere a quella di Presidente della regione Friuli Venezia Giulia.

Il 28 marzo del 2014, l'Assemblea nazionale Pd, su volontà del Segretario nazionale Matteo Renzi, appena nominato Premier, approva la sua nomina a Vicesegretario nazionale del PD in tandem con Lorenzo Guerini.

Il 13 gennaio del 2015 Debora Serracchiani ha ricevuto a Lubiana, direttamente dal Presidente della Slovenia, Borut Pahor, l'onorificienza dell'Ordine d'Oro al Merito "per aver contribuito ad approfondire i rapporti di collaborazione sloveno-italiana a livello bilaterale e regionale ed il sostegno allo sviluppo della minoranza slovena in Italia come elemento di avvicinamento tra i due Stati".

E' unità civilmente al libero professionista Riccardo Chiappa, dal 2012.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Debora Serracchiani
    • News24

    Le critiche del Gip alla Governatrice del Friuli

    Risale alla primavera del 2017 anche il caso di Giorgio Nicoli, Gip al tribunale di Trieste che in un post sul suo profilo Facebook (seguito da scuse e cancellazione) usò parole molto critiche verso la presidente della Regione Friuli Debora Serracchiani (è «supponente e inconsistente, lascerà il

    • News24

    Regole di bon ton per i sindaci, fa discutere l'iniziativa della Serracchiani

    Debora Serracchiani non si ricandiderà per un nuovo mandato a presidente del Friuli Venezia Giulia. L'esponente del Pd lascia in eredità ai sindaci della Regione un manuale che già fa discutere: regole di bon ton istituzionale. Un'iniziativa che ha subito suscitato la protesta di primi cittadini

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Election day: in Lombardia rottura a sinistra, nel Lazio si tratta ancora

    Election day: per gli elettori di Lazio (4,4 milioni) e per la Lombardia (7,5 milioni) il 4 marzo - in base a quanto comunicato dal Viminale - si voterà non solo per il rinnovo di Camera e Senato, ma anche per eleggere il nuovo governatore. Una decisione che dovrebbe consentire di risparmiare quasi

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    • News24

    A Iccrea il Mediocredito Friuli

    Alla fine è stato Iccrea ad aggiudicarsi il controllo di Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia. Questo l'esito di un accordo firmato dai principali soci della banca friulana, Regione Friuli e Fondazione Cassa Risparmio Trieste, con il gruppo del credito cooperativo. Iccrea acquisirà, secondo

    • News24

    Biotestamento, bufera sulle parole di Salvini. «Mi occupo dei vivi»

    Premesso che «più che di una buona morte mi interessa occuparmi di una buona vita», sul biotestamento la Lega «aspetta Renzi. Quando smetterà di smanettare su Facebook ci dica cosa vuole fare al Senato. Perciò «vediamo se e quando decidono, magari estraendo a sorte come fanno a Bruxelles, fra

    – di Nicola Barone

    • News24

    Mattarella: attività delle università è avanguardia del Paese

    «L'attività delle nostre università riguarda il futuro, è di avanguardia, guarda al futuro». Lo ha affermato il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo all'apertura dell'anno accademico dell'università di Udine. Quello che si inaugura oggi è il 40esimo anno dalla fondazione

    – di Redazione online

    • News24

    Non solo Sicilia. Con Lombardia e Lazio nel 2018 al voto sette regioni

    Le elezioni regionali siciliane saranno una svolta cruciale in vista delle prossime politiche del 2018. Ma queste ultime non saranno l'unico appuntamento elettorale di peso del prossimo anno: sono attesi infatti i rinnovi di ben 7 consigli regionali. Si parte con Lombardia, Lazio e Molise (che

    – di Andrea Marini

    • News24

    Dagli indipendentisti altoatesini ai sardi, tutte le piccole «Catalogne» d'Italia

    Un detonatore. Il referendum in Catalogna ha ridato voce ai movimenti autonomisti, indipendentisti e secessionisti in Italia. Lo ha fatto rispolverando vecchi e mai sopiti sentimenti di separazione. Con annessa solidarietà al popolo catalano. Umori che potrebbero essere ulteriormente alimentati dai

    – di A. Gagliardi e A. Marini

    • News24

    All'armi siam razzisti

    E' possibile, è giusto, giudicare in blocco i comportamenti di un intero popolo? La risposta di Primo Levi, come sappiamo, era sì. Ci sono tendenze generali, a cui i singoli possono sottrarsi (e così facendo non condividerne la responsabilità) ma a cui la maggioranza obbedisce: e questa obbedienza

    – di Guido Barbujani

    • News24

    Sì del Senato al distacco dal Veneto del comune di Sappada

    Sì del Senato al ddl che prevede il distacco del comune di Sappada dal Veneto e la sua annessione al Friuli Venezia Giulia. Il testo, che ha diviso il gruppo delle Autonomia, è passato con 168 sì, un no e 8 astenuti a 10 anni dal referendum. Il ddl ora dovrà andare alla Camera per il via libera

1-10 di 310 risultati