Persone

Dario Franceschini

Dario Franceschini è nato il 19 ottobre del 1958 a Ferrara, già Ministro per i Rapporti con il Parlamento e per il coordinamento dell'attività di Governo (nel Governo Letta) è dal 22 febbraio 2014 Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, prima nel Governo Renzi ed attualmente in quello Gentiloni.

Figlio di Giorgio, partigiano cattolico e deputato per la Democrazia Cristiana tra il 1953 ed il 1958 (II Legilsatura) sì è laureato in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Ferrara ed a partire dal 1985 ha esercitato la libera professione come avvocato civilista.

E' iscritto all'albo dei revisori contabili ed è stato membro effettivo del collegio sindacale dell'Eni.

Già fin dagli anni del Liceo si appassiona all'attività politica, fondando l'Associazione Studentesca Democratica, di ispirazione cattolica e centrista.

Iscrittosi alla Democrazia Cristiana, nel 1980 viene eletto consigliere comunale di Ferrara e nel 1983 diventa capogruppo consiliare.

Nel 1994 diventa Assessore alla Cutura ed al Turismo del comune di Ferrara, dove nel 1995 si candida alla carica di sindaco (sostenuto da Verdi, Cristiano Sociali e Laburisti) non risultando però eletto.

Tra il 1997 ed il 1999 è stato vicesegretario nazionale del Partito Popolare Italiano, successivamente entra a far parte della direzione nazionale e dell'ufficio di segreteria con l'incarico per le politiche della Comunicazione.

Entra nel secondo Governo D'Alema come sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle riforme istituzionali, riconfermato poi dal successivo governo Amato.

Nel 2001 viene eletto, con l'Ulivo, deputato nel collegio maggioritario di Ferrara, diventando componente della giunta delle elezioni e della prima commissione permanente per gli affari costituzionali.

Nel 2006 viene rieletto deputato e diventa presidente del gruppo parlamentare dell'Ulivo alla Camera dei deputati.

Nel 2007 diventa vicesegretario del Partito Democratico sotto la segreteria di Walter Veltroni.

Eletto nuovamente deputato nel 2008, rappresenta fino al 2012 il Parlamento italiano al Consiglio d'Europa ed all'assemblea dell'Unione Europea Occidentale.

Nel 2009, candidatosi segretario alle primarie del PD, pur ottenendo oltre un milione di voti, viene superato da Bersani che diventa il nuovo segretario.

Nel 2013 si ricandida, come capolista del PD nella circoscrizione Emilia Romagna, deputato alle elezioni politiche, eletto ottiene, nel Governo Letta, l'incarico di Ministro per i Rapporti con il Parlamento ed il Coordinamento dell'attività di governo.

Durante il secondo semestre 2014 ha presieduto il Consiglio dei ministri europei della Cultura ed il Forum europeo dei Ministri della Cultura e del Turismo.

Separato e padre di due fliglie, si è recentemente risposato con l'attivista politica del PD Michela Di Biase.

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

Ultime notizie su Dario Franceschini
    • News24

    Manovra, ok a norma salva direttori stranieri nei musei

    Via libera della Commissione Bilancio alla manovra-bis con mandato al relatore. Il testo approderà in Aula a Montecitorio martedì pomeriggio, con l'avvio della discussione generale. Da segnalare, l'ok della stessa commissione alla norma salva direttori stranieri dei musei, dopo la sentenza del Tar

    – di A. Gagliardi e V. Nuti

    • News24

    Legge elettorale, asse Pd-Fi-M5s per il modello tedesco

    Ed è anche per convincere la minoranza di Orlando che teme che il tedesco porti dritto "all'abbraccio mortale" con Berlusconi che ieri Dario Franceschini ha difeso il sistema elettorale della Germania come anticamera di una possibile alleanza post-voto con la sinistra che supera il 5%.

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    La raccolta dei diritti di riproduzione e di seguito per l'arte visiva cresce del 27,4%

    Le gallerie si stanno già attivando per portare avanti ulteriori battaglie come Iva d'importazione (10% in Italia contro 5% nel Regno Unito), dogane, art bonus per l'arte contemporanea e tax credit per i costi di produzione, anche nell'ambito di un quadro più generale che vede attivo in prima persona il Ministro Dario Franceschini dalla cabina di regia degli Stati generali della fotografia.

    – di Silvia Anna Barrilà e Marilena Pirrelli

    • News24

    Musei, la vera dimenticanza è stata del Parlamento

    Ha fatto subito notizia e suscitato reazioni stizzite l'annullamento da parte del Tar del Lazio della nomina di cinque direttori di musei disposta meno di due anni fa dal ministro Dario Franceschini.

    – di Marcello Clarich

    • News24

    Musei, sulla riforma decide il Consiglio di Stato

    Restano gli altri cinque direttori (di cui uno straniero) che da ieri sono rimasti a casa, in attesa dell'appello al Consiglio di Stato, che i Beni culturali - come ha ribadito il ministro Dario Franceschini - presenterà al più presto, confidando in un celere accoglimento della richiesta di sospensiva dei verdetti del Tar.

    – di Antonello Cherchi

    • News24

    Musei, Franceschini: nomine conformi a legge, subito ricorso

    «Faremo subito appello al Consiglio di Stato». Lo ha detto oggi a Roma il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, parlando della sentenza del Tar del Lazio che ha bocciato la nomina di alcuni dei 20 direttori dei principali musei. I giudici hanno contestato, tra l'altro, la partecipazione

    – di Alessia Tripodi

    • News24

    Musei, il Tar Lazio boccia le nomine di Franceschini. «No a stranieri»

    Il Tar del Lazio ha inferto un duro colpo alla riforma dei musei voluta dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. Con due sentenze depositate ieri, i giudici hanno bocciato la nomina di cinque dei venti direttori dei super-musei. E', però, l'intero meccanismo a vacillare, perché il Tar ha

    – di Antonello Cherchi

    • News24

    Salone del libro, code agli ingressi Franceschini: «Insostituibile»

    La prova di forza tra Milano e Torino è andata in scena con l'apertura della trentesima edizione del Salone del Libro del Lingotto. Sulla carta, è l'edizione del riscatto, costruita ex novo dal direttore Nicola Lagioia e dal presidente Massimo Bray. Arrivata dopo lo strappo con Milano e andata in

    – di Filomena Greco

1-10 di 1715 risultati