Ultime notizie:

Cristina Da Rold

    • Info Data

    Altro che Airbnb: gli italiani abitano in case sovraffollate e malsane

    Se ci si limita a guardare gli annunci su Airbnb, l'idea che ci si fa del parco abitativo italiano è di splendide dimore, per lo più ampie, con una bella vista sulle meraviglie naturali e artistiche del nostro paese. Un'Italia tutta da Instagram. La verità sotto la patina però è un'altra: siamo uno dei paesi in Europa con i tassi più elevati di affollamento delle case e di disagio abitativo, un indicatore, quest'ultimo, che rappresenta il numero di persone che vivono in case con problemi struttu...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    Altro che Airbnb e Instagram: ecco quanti italiani abitano in case sovraffollate e malsane

    Se ci si limita a guardare gli annunci su Airbnb, l'idea che ci si fa del parco abitativo italiano è di splendide dimore, per lo più ampie, con una bella vista sulle meraviglie naturali e artistiche del nostro paese. Un'Italia tutta da Instagram. La verità sotto la patina però è un'altra: siamo uno dei paesi in Europa con i tassi più elevati di affollamento delle case e di disagio abitativo, un indicatore, quest'ultimo, che rappresenta il numero di persone che vivono in case con problemi struttu...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    Tasse ed equità: e se a pagare le tasse fossero solo i milionari?

    La flat-tax proposta dal nuovo governo sta facendo discutere: due aliquote, una del 15% per i redditi familiari fino a 80 mila euro e del 20% per quelli superiori, miliardari compresi. L'idea di fondo, espressa dal Ministro Matteo Salvini si basa su due punti: che "tutti riescano ad avere qualche lira in più nelle tasche da spendere", e che "è chiaro che se uno fattura di più e paga di più, risparmia di più, reinveste di più, assume un operaio in più, acquista una macchina in più, e crea lavoro ...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    Gli immigrati guadagnano circa il 19% in meno dei "nativi" italiani

    Che gli immigrati, intra ed extra UE presentino i medesimi tassi di occupazione degli italiani ma che guadagnino meno a parità di mansione e titolo di studio lo rende noto anche il secondo rapporto annuale "Immigrant Integration in Europe and Italy" dell'Osservatorio sulle Migrazioni Centro Studi Luca d'Agliano di Milano e del Collegio Carlo Alberto di Torino, che utilizza i dati dell'ultima edizione della European Labour Force Survey (2016). Fra la popolazione compresa tra i 25 e i 64 i tassi d...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    Flat-tax ed equità: e se a pagare le tasse fossero solo i milionari?

    La flat-tax proposta dal nuovo governo sta facendo discutere: due aliquote, una del 15% per i redditi familiari fino a 80 mila euro e del 20% per quelli superiori, miliardari compresi. L'idea di fondo, espressa dal Ministro Matteo Salvini si basa su due punti: che "tutti riescano ad avere qualche lira in più nelle tasche da spendere", e che "è chiaro che se uno fattura di più e paga di più, risparmia di più, reinveste di più, assume un operaio in più, acquista una macchina in più, e crea lavoro ...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    C'è una correlazione tra i disturbi mentali e la disparità economica di una società?

    A fine giugno uscirà in inglese "The Inner Level. How More Equal Societies Reduce Stress, Restore Sanity and Improve Everyone's Wellbeing" (come società più eque possono ridurre lo stress e migliorare il benessere di tutti) scritto da due colonne portanti a livello mondiale nella ricerca sulle disuguaglianze sociali nella salute e dei determinanti sociali della salute: Richard Wilnkinson e Kate Pickett. Perché l'incidenza della malattia mentale nel Regno Unito è doppia rispetto a quella in Germ...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    I migranti irregolari sono sottoposti ai controlli sanitari?

    Il 93,3% dei migranti irregolari che sono sbarcati sulle coste italiane nel 2017 è stato sottoposto a osservazione sanitaria: 111.361 persone controllate su 119.369 (dato UNHCR ). Nel 2016 era stato controllato il 94,5% dei migranti, nel 2015 l'86,5% e nel 2014 l'83,3%. Ma il dato principale è che ancora una volta tra le condizioni osservate all'arrivo, troviamo al primo posto le parassitosi cutanee, come scabbia e pediculosi, che altro non sono che condizioni legate alla promiscuita? e alla sca...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    La metà degli adulti del Sud non ha il diploma

    Ancora oggi 4 italiani su 10 dai 25 ai 64 non posseggono un diploma, al Sud a non avere questo titolo di studio è la metà della popolazione di questa età. Lo stacco rispetto a 14 anni fa è di 10 punti percentuali nel complesso (nel 2007 il 48% degli italiani non era diplomato), ma al sud la crescita è stata ancora una volta più rallentata: +9 punti percentuali dal 2004 al 2016, contro i 13 del nord e i 12 del centro. Vi sono regioni come la Basilicata dove in 14 anni le cose sono migliorate di p...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    Scuola italiana: chi parte svantaggiato, ci resta

    Di mobilità sociale si parla sempre, da decenni, ma il risultato è che in Italia le condizioni di partenza definiscono ancora gran parte dei percorsi di vita dei giovani. Chi proviene da famiglie più svantaggiate, non solo in termini economici, ma anche di titolo di studio dei genitori, di fatto studia di meno e quando anche arriva a iscriversi all'università, sceglie corsi di laurea più brevi. Come ci raccontano i sociologi, la disequità sociale comincia prima della scuola, anzi, ancora prima d...

    – Cristina Da Rold

    • Info Data

    Maggiori disturbi mentali nelle società meno eque

    A fine giugno uscirà in inglese "The Inner Level. How More Equal Societies Reduce Stress, Restore Sanity and Improve Everyone's Wellbeing" (come società più eque possono ridurre lo stress e migliorare il benessere di tutti) scritto da due colonne portanti a livello mondiale nella ricerca sulle disuguaglianze sociali nella salute e dei determinanti sociali della salute: Richard Wilnkinson e Kate Pickett. Perché l'incidenza della malattia mentale nel Regno Unito è doppia rispetto a quella in Germ...

    – Cristina Da Rold

1-10 di 61 risultati