Ultime notizie:

Cristina Battocletti

    • Agora

    Frears racconta il prossimo film sulla relazione tra la regina Vittoria e un giovane musulmano

    Il regista narra una «liaison» della sovrana d'Inghilterra. Si dispera per la Brexit ed è con Trump sulla Siria Racconta forse qualcosa di sé Stephen Frears nell'anticipare la nuova eroina che porterà nei cinema in autunno: la regina Vittoria, interpretata da Judi Dench. Lo si intuisce DAL rapimento con cui pesa gli aggettivi: «Era un personaggio profondamente eccentrico, folle e meraviglioso nello stesso tempo e io sono riuscito solo in parte . Non amava procreare (aveva nove figli, n.d.r.), ...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    La regina Vittoria e il musulmano

    Racconta forse qualcosa di sé Stephen Frears nell'anticipare la nuova eroina che porterà nei cinema in autunno: la regina Vittoria, interpretata da Judi Dench. Lo si intuisce dal rapimento con cui pesa gli aggettivi: «Era un personaggio profondamente eccentrico, folle e meraviglioso nello stesso

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Bologna si conferma capitale dei libri per ragazzi

    Di bambino ha solo l'anima la manifestazione "Bologna children's book fair", che si è confermata anche quest'anno la più importante dell'editoria internazionale per bambini e ragazzi e che ieri ha chiuso la 54esima edizione. I numeri sulla fiera, dedicata allo scambio e alla commercializzazione dei

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Ceylan: «?echov è il mio maestro. Il mio prossimo film su un insegnante»

    Il nuovo film di Nuri Bilge Ceylan racconterà la Turchia di un paesino lontano dalla metropoli di Istanbul, e avrà come protagonista un insegnante. Il regista turco lo ha raccontato questa mattina al Festival del Cinema Europeo, fino all'8 aprile a Lecce. Probabile che la nuova pellicola di Ceylan

    – di Cristina Battocletti

    • Agora

    Da domani nelle sale "I'm not your negro", un monito contro ogni tipo di razzismo. L'intervista al regista Raoul Peck

    «Il futuro dei negri in questo Paese è luminoso o buio quanto lo è quello della nazione». Con parole cadenzate James Baldwin avvertiva l'America degli anni Sessanta, mentre fischiava e sputava sui ragazzini di colore che entravano per la prima volta, scortati dalla polizia, nelle scuole per sedere sui banchi accanto ai bianchi. La sua figura magra e sconsolata, il suo periodare secco, mai tribunizio, appaiono in I'm not your negro di Raoul Peck, in corsa questa notte agli Oscar come miglior docu...

    – Cristina Battocletti

    • Agora

    La paternità a morsi di Toni Erdmann: Ade racconta in maniera dolce e paradossale il riavvicinamento tra un padre e una figlia

    Non ha (cinematograficamente) paura di nulla Maren Ade, tanto meno di iniziare il suo secondo lungometraggio, Vi presento Toni Erdmann, con una panoramica sull'ingresso di un'anonima casa, bidoni della spazzatura annessi. L'inquadratura non ha un'ambizione metaforica, ma l'intento di mettere subito in chiaro una certa visione del mondo, quella della porta di servizio - che in questo caso è anche la principale -, da cui ridacchiare delle convenzioni di cui il nostro mondo è schiavo. Dopo diversi...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    «Europei guardate il mio film»

    «Il futuro dei negri in questo Paese è luminoso o buio quanto lo è quello della nazione». Con parole cadenzate James Baldwin avvertiva l'America degli anni Sessanta, mentre fischiava e sputava sui ragazzini di colore che entravano per la prima volta, scortati dalla polizia, nelle scuole per sedere

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Il corpo del Presidente

    Seduta nel carro funebre accanto al corpo senza vita del marito, Jacqueline Lee Bouvier Kennedy (Natalie Portman) chiede all'autista se conosce James Garfield e William McKinley, ma non ottiene risposta. Fino a poche ore prima erano tre i presidenti degli Stati Uniti morti assassinati: oltre a

    – di Cristina Battocletti

    • Agora

    Arriva la "Jackie" di Pablo Larraín: enigmatica first lady, creò la leggenda dei Kennedy. L'intervista al regista

    Seduta nel carro funebre accanto al corpo senza vita del marito, Jacqueline Lee Bouvier Kennedy (Natalie Portman) chiede all'autista se conosce James Garfield e William McKinley, ma non ottiene risposta. Fino a poche ore prima erano tre i presidenti degli Stati Uniti morti assassinati: oltre a Garfield e McKinley, Abraham Lincoln, che l'autista ricorda per aver liberato il Paese dalla schiavitù. Ora a quella maledetta terna si aggiungeva anche John Fitzgerald Kennedy, colpito a Dallas, in Texas,...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Il corpo del Presidente

    Seduta nel carro funebre accanto al corpo senza vita del marito, Jacqueline Lee Bouvier Kennedy (Natalie Portman) chiede all'autista se conosce James Garfield e William McKinley, ma non ottiene risposta. Fino a poche ore prima erano tre i presidenti degli Stati Uniti morti assassinati: oltre a

    – Cristina Battocletti

1-10 di 505 risultati