Ultime notizie:

Cristina Battocletti

    • Agora

    Dietro le quinte di "The Post": Meryl Streep e Tom Hanks raccontano il coraggio dell'editrice che sfidò Nixon

    L'intervista con Tom Hanks e Meryl Streep Una signora dell'aristocrazia americana, Katharine Graham, figlia dell'editore del «Washington Post», che ha sempre "fatto la moglie" di un uomo cui ha lasciato la direzione dell'azienda di famiglia, un giorno del 1971 rovescia il tavolo della sua esistenza, piena di cicatrici nonostante i luccichii della mondanità e le vacanze passate con il gotha della politica, e salva migliaia di vite di giovani soldati in Vietnam. In poche righe questo è il succo d...

    – Cristina Battocletti

    • Agora

    "Corpo a Anima" racconta la vincitrice della Berlinale Ildikó Enyedi è un film junghiano "ma non troppo"

    Endre (Géza Morcsányi) non riesce a muovere parte del braccio sinistro. Mária (Alexandra Borbély) non sente gli impulsi della tattilità e dei sentimenti in generale. Entrambi lavorano nel macello di una non precisata cittadina ungherese, l'uno come direttore, l'altra come addetta al controllo di qualità. Senza saperlo, nella notte fanno lo stesso sogno, in cui due cervi, un maschio e una femmina, pascolano in un bosco. Corpo e Anima, scritto e diretto da Ildikó Enyedi, ha vinto lo scorso anno la...

    – Cristina Battocletti

    • Agora

    L'orchestra che vince la barbarie: la favola di Paolo Rumiz per diventare grandi in pace

    E' una storia di venti, buoni e cattivi, La regina del silenzio di Paolo Rumiz, giornalista di «Repubblica» e autore di molti libri che hanno analizzato la nostra contemporaneità e la Storia che ci sta alle spalle, accompagnandola a volte con la trama del sogno o dell'incubo mitteleuropeo, che da triestino si porta dentro. Figli di un sogno sono i venti di questa fiaba, che si chiamano Invernone, Burja, Ustria e Severnaja, Brisa, Ilarione, Severino e Basilio; portano presentimenti e notizie prima...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Rottamatori delle stelle

    Nel buio universo de Gli ultimi Jedi, ottavo episodio di Star Wars, a brillare è soprattutto il politically correct: oltre alla Resistenza, coesa contro il Male e pericolosa nonostante la superiorità militare di Primo Ordine, la diversità, che permea ogni cosa. Si sparino bombe o missili o si

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Infanzia abbandonata

    Un albero spoglio con mille dita scheletriche e nere appare dal basso come un re afflitto da una feroce solitudine. E' l'inizio di Loveless, nei cinema dal 6 dicembre, di Andrey Zvyagintsev. Il regista russo conosce bene la Natura desolata: è nato a Novosibirsk, in Siberia; più vicino alla Mongolia

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Reciprocamente atterriti

    Ci sono buone ragioni per pensare che Gli Sdraiati di Francesca Archibugi diventi un riempisala, fronteggiando anche il cinepanettoncino anticipato napoletan-torinese, Caccia al tesoro di Carlo Vanzina, con tanto di San Gennaro. Gli sdraiati anzitutto può contare sul richiamo al successo

    – di Cristina Battocletti

    • Agora

    Gli sdraiati è una riuscita commedia agrodolce di Archibugi: generazioni l'una contro l'altra armate con amore

    Ci sono buone ragioni per pensare che Gli Sdraiati di Francesca Archibugi diventi un riempisala, fronteggiando anche il cinepanettoncino anticipato napoletan-torinese, Caccia al tesoro di Carlo Vanzina, con tanto di San Gennaro. Gli sdraiati anzitutto può contare sul richiamo al successo dell'omonimo bestseller di Michele Serra (Feltrinelli, 2015) da cui è stato liberamente tratto, e sul fatto che attira due filoni di pubblico su cui il botteghino fa molto affidamento: gli over quaranta e gli a...

    – Cristina Battocletti

    • Agora

    La borghesia senza amore di Michael Haneke: "E'?la fotografia della nevrosi dei Paesi ricchi contro quelli poveri"

    Michael Haneke precipita i bambini dei suoi film nello stesso gorgo feroce degli adulti: ne Il nastro bianco (Palma d'oro a Cannes nel 2009) infilzavano uccellini con le forbici. In Happy End, dal 30 novembre nei cinema, E've (Fantine Harduin), una quasi tredicenne che ha nel corpo tutte le acerbità di una bambina, affronta la depressione della madre, finge di aver assorbito la morte del fratellino e la nuova famiglia del padre Thomas (Mathieu Kassovitz) riproducendo gli schemi di indifferenza e ...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Borghesia senza amore

    Michael Haneke precipita i bambini dei suoi film nello stesso gorgo feroce degli adulti: ne Il nastro bianco (Palma d'oro a Cannes nel 2009) infilzavano uccellini con le forbici. In Happy End, dal 30 novembre nei cinema, E've (Fantine Harduin), una quasi tredicenne che ha nel corpo tutte le acerbità

    – di Cristina Battocletti

    • Agora

    I nuovi Balcani in libreria: manuali d'esilio, romanzi, riflessioni platoniche ci riportano all'ex Iugoslavia

    Cristina Battocletti L'ex Iugoslavia ci aveva abituato a una letteratura ironica e inquieta, aggraziata dall'esotismo del primo Oriente europeo attraverso i libri di Ivo Andri? e Danilo Ki?. Ma anche ai roboanti film partigiani in cui figuravano Yul Brynner, Franco Nero e Orson Welles. Poi la scossa e l'orrore delle cronache di un'umanità messa in ginocchio dalla pazzia, che fece implodere la Iugoslavia dal 1991 al 2001, con la prosa di Predrag Matvejevi?, Milienko Jergovic, Abdulah Sidran, Jova...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 557 risultati