Aziende

Crespi

Giovanni Crespi Spa è una holding industriale di un gruppo di 19 aziende articolate in tre raggruppamenti: materiali sintetici (6 aziende in Italia, Cina e Brasile), poliuretani espansi (6 aziende in Italia) e tecnologia tessile avanzata (3 aziende in Italia e 4 aziende in Polonia). Con 1.500 dipendenti Giovanni Crespi Spa distribuisce i propri prodotti in 80 Paesi nel mondo.

Nata nel 1936 come produzione di tomaie sintetiche, Giovanni Crespi Spa si è orientata alla realizzazione di materiali sintetici. Divenuta Società per azioni nel 1953, ha trasferito nel 1964 l'attività dei poliuretani espansi nella Società Orsa. Nel 1995 Giovanni Crespi Spa è stata ammessa alla quotazione in Borsa e due anni più tardi è iniziata la joint-venture in Cina. Dopo l’acquisizione di Its Artea e della Fondazione di Giovanni Crespi/Its Artea, nel 2000 è iniziata la costruzione dello stabilimento in Sud Italia e l’avvio della Crespi do Brasil. Dal 2004 è diventato attivo anche lo stabilimento a Pisticci per la produzione di tessuto non tessuto.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Crespi
    • News24

    «Basicnet trainata dall'export, utili netti verso il raddoppio»

    Leapfrogging, una delle molte parole inglesi composte praticamente intraducibili nella nostra e in altre lingue. O meglio, per tradurla serve un'intera frase: fare un balzo in avanti simile a quelli che solo le rane (e forse i canguri) sono capaci di fare. Per indicare un'azienda che corre veloce,

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Dalla gavetta alla mensa aziendale: breve storia della pausa pranzo

    I materiali riguardano, fra le altre, aziende come la Dalmine (oggi Tenaris) e la Ansaldo, la Fiat e la Olivetti, la Pirelli e la Montecatini, la Falck e il Cotonificio Crespi, la Marzotto e la Breda, la Barilla e la Zanussi, la Piaggio e la Montedison, la Sit Siemens e l'Alfa Romeo.

    – di Paolo Bricco

    • NovaCento

    La condivisione della conoscenza per una globalizzazione etica fondata sulla responsabilità

     La condivisione della conoscenza per una globalizzazione etica fondata sulla responsabilità (2000)   Attraversamenti e dialettiche della Società Ipercomplessa (Dominici, 2000 e sgg.) Augurandomi possa interessare, condivido un estratto da una delle pubblicazioni. Come sempre, senza "tempi di lettura" (Al termine, come sempre, note e riferimenti bibliografici)   Dopo aver attraversato gli impervi ed incerti sentieri della prima modernità industriale - segnati, come abbiamo visto, da...

    – Piero Dominici

    • News24

    Tutti a caccia di pezzi di design nelle aste italiane

    ...Z di Gabriella Crespi con struttura in legno e rivestimenti in acciaio, prima versione, numerato "30", Prod. Crespi del 1974, 125 x 65 x 76 cm, è stato venduto per 55mila euro contro una stima di 30-40mila (record italiano per un mobile di Gabriella Crespi), e il grande tavolo ovale di Franco Albini con struttura in ferro laccato e piano in ferro...

    – di Stefano Cosenz

    • Agora

    Ivrea e l'Olivetti patrimonio Unesco dell'Umanità, attesi milioni di turisti

    Via libera dell'Unesco a Ivrea città industriale nel Patrimonio dell'Umanità. La città va ad aggiungersi a Crespi d'Adda come testimonianza della storia dell'economia. Attesi ora milioni di turisti con il richiamo dell'Unesco. "Il si Unesco a Ivrea come Città industriale del XX Secolo, rappresenta una tappa fondamentale di quel percorso di sviluppo territoriale e di orgoglio ritrovato, in termini di compattezza e di condivisione inclusiva, iniziato da qualche anno sul territorio canavesano - com...

    – Vincenzo Chierchia

    • News24

    Un rifugio deluxe ante litteram

    Oggi restano soltanto alcuni pilastri in cemento, proprio in corrispondenza del Passo San Giacomo, che a quota 2.318 metri collega la Val Formazza con la Val Bedretto, in Svizzera. All'inizio del secolo scorso, tuttavia, in quell'assolata e sperduta terra di confine, l'architetto milanese Piero

    • NovaCento

    Il manuale dell'eremita

    A leggere Il manuale dell'eremita (edizioni dell'asino, Euro 14) di Vittorio Giacopini c'è di che trovare vite da romanzo, storie rubate al rigattiere, un'accozzaglia di divertiti divertissement diversamente difformi dal tran tran quotidiano trasformati dal desiderio di fare, bizzarrie che hanno modificato, slittato, conformato esistenze. Giacopini ordina, in una sintassi senza oracolo, principio e riassunto di anni, scelte, passioni, le vite di alcuni tra i personaggi più strampalati, genial...

    – Mauro Garofalo

    • NovaCento

    Educare alla complessità?perché "Democrazia è complessità" (1995)

    Recupero e condivido volentieri l'intervista rilasciata  in occasione del Festival EDUCA 2018. Un'intervista in cui, tra le tante questioni trattate (accennate), ritorno anche su una mia vecchia definizione relativa alla democrazia (1995 e sgg.). Con il pensiero e l'attesa rivolti ai prossimi eventi del Festival della Complessità - IX Edizione Complessità tra teoria ed esperienza. Al termine dell'intervista, potrete trovare come sempre i riferimenti bibliografici (una selezione) e il link ad un...

    – Piero Dominici

    • News24

    Week end culturale/ Napoli e il Museo Archeologico

    Ultimi appuntamenti a Napoli il 7 e il 13 al Museo Archeologico per la rassegna di "Fuoriclassico. La contemporaneità ambigua dell'antico" una rassegna, il cui tema si pone in rapporto ideale con Ovidio (a duemila anni dalla morte) e con Vico (a 350 anni dalla nascita: Vico insegnò proprio nella

1-10 di 358 risultati