Ultime notizie:

Claudio Martelli

    • News24

    Stato-Mafia: condannati Mori e Dell'Utri, assolto Mancino

    La Corte di Assise di Palermo ha condannato a pene comprese tra 8 e 28 anni di carcere per la cosiddetta trattativa Stato-Mafia gli ex vertici del Ros Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, l'ex senatore Marcello Dell'Utri, Massimo Ciancimino e i boss Leoluca Bagarella e Nino Cinà.

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Messina Denaro ma non solo. Chi sarà il nuovo capo di Cosa Nostra?

    Dopo Totò Riina chi? La domanda sulla successione di Cosa nostra è legittima visto che era ancora l'87enne corleonese l'ultimo capo riconosciuto. Né la Commissione provinciale né quella regionale, infatti, dopo il suo arresto il 15 gennaio 1993 e 24 anni di latitanza, sono mai più tornate a

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Matteo Messina Denaro al riparo di una superloggia deviata

    "Sua latitanza" da Castelvetrano Matteo Messina Denaro, in chissà quale eremo, il 26 aprile ha compiuto 55 anni, gran parte dei quali trascorsi nella clandestinità mafiosa. Correva l'estate 1993 quando, dopo una dorata vacanza a Forte dei Marmi (Lucca), diventò uccel di bosco per lo Stato, che

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Nomine, il ministro eserciti i poteri che ha

    L'efficienza della giustizia è un fattore essenziale per la competitività del sistema Paese ma è, più in generale, una grande questione democratica per le sue implicazioni sui diritti dei cittadini e della collettività. E' quindi un imperativo categorico concentrare ogni sforzo - legislativo,

    – Donatella Stasio

    • Agora

    Cosa nostra e 'ndrangheta/ Riservati o invisibili: la cupola è "cosa loro". Ed è in gran fibrillazione

    Da tempo - da anni - la cupola invisibile di Cosa nostra e 'ndrangheta (quella per intenderci che va oltre i dannati capi militari o tenutari conclamati delle sacre regole mafiose come, che so, Riina, Provenzano, Messina Denaro, don Mico Oppedisano) è agitata dalle indagini. No, non da quelle già svelate ma da quelle in corse delle quali - chissà come mai e vi prego di intendere la mia come una riflessione retorica - è sempre informata o tenta disperatamente di informarsi e, di conseguenza, met...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Rete di Matteo Messina Denaro/8 Il senso per gli affari del boss: dai lingotti d'oro a "Castelvetrano due"

    Amati lettori di questo umile e umido blog, da due settimane mi sto occupando dell'interrogazione presentata il 2 febbraio dal senatore Beppe Lumia (Pd) al ministro dell'Interno Angelino Alfano sulla rete di protezione che garantisce da (appena) 22 anni la latitanza del boss Matteo Messina Denaro. Il cuore dell'interrogazione è la richiesta al ministro di acquisire gli elenchi dei massoni trapanesi (e non solo) perché - come del resto emerge dalle indagini della Procura di Palermo ed è già emer...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Super Cosa nostra e Cosa nuova: le indagini sulle mafie in Sicilia e Calabria, all'epoca di "riservati" e "invisibili"

    Nelle udienze relative al processo Archi-Astrea tenute a Reggio Calabria il 31 gennaio e il 14 febbraio 2013, il collaboratore di giustizia reggino Antonino Fiume, incalzato dalle domande della pubblica accusa, ad un certo punto sbottò: «Era Giuseppe (De Stefano, ndr) che diceva, sempre utilizzava... "Questo 'ndi l'amu a tiniri 'mmucciatu": cioè, "Questo dobbiamo cercare sempre di tenerlo più... più... meno in vista possibile", perché la forza di alcune persone della 'ndrangheta sta proprio in q...

    – Roberto Galullo

1-10 di 43 risultati