Persone

Claudio Descalzi

Claudio Descalzi è nato il 1955 a Milano ed è un manager italiano, amministratore delegato di Eni, vice presidente di Confindustria Energia e consigliere di amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala. È membro del National Petroleum Council per il 2016/2017.

Laureatosi in Fisica presso l'Università degli Studi di Milano, nel 1981 entra, con la qualifica d'ingegnere di giacimento, in Eni dove diventa successivamente project manager per lo sviluppo delle attività nel Mare del Nord, Libia, Nigeria e Congo.

Responsabile delle attività operative e di giacimento in Italia, nel 1994 diventa managing director della consociata Eni in Congo. Per assumere dal 2000 al 2001 la carica di direttore dell'area geografica Africa, Medio Oriente e Cina e dal 2002 al 2005 quella di direttore dell'area geografica Italia, Africa e Medio Oriente.

Nel 2006 diventa vice direttore generale di Eni, nella divisione Exploration & Production e nel 2008 è direttore operativo della divisione di Eni Exploration & Production.

Viene nominato, su indicazione del Governo Renzi, amministratore delegato di Eni, il 14 aprile del 2014.

Claudio Descalzi è Visiting Fellow of The University of Oxford. Nel dicembre 2015 entra a far parte del “Global Board of Advisors del Council on Foreign Relations”. Nel dicembre 2016 è stato insignito della Laurea Honoris Causa in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio presso la facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

E' sposato e ha quattro figli.

Ultimo aggiornamento 22 luglio 2017

Ultime notizie su Claudio Descalzi
    • News24

    Eni rinuncia, la nave Saipem lascia le acque di Cipro

    Svolta nel caso della Saipem 12000, la nave noleggiata dall'Eni e bloccata da due settimane al largo della costa sudorientale di Cipro dalla marina militare turca, a circa 50 km dall'area designata per le sue perforazioni su licenza di Nicosia. La piattaforma sta per lasciare le acque del

    • News24

    Eni, la produzione spinge utili e margini

    Sfruttando il traino del quarto trimestre, sostenuto dallo sprint dell'esplorazione e produzione (E&P) (con 1,89 milioni di barili al giorno, il livello trimestrale più elevato degli ultimi 7 anni, e 1,92 milioni boe/giorno a dicembre, massimo storico), nonché dalla ripresa del brent, Eni archivia

    – Celestina Dominelli

    • News24

    Per Eni utile a 3,43 miliardi. Record produzione e cedola 0,80 euro

    Eni ha approvato i risultati dell'esercizio 2017 che si è chiuso con un utile netto di 3,43 miliardi (oltre le attese degli analisti) dalla perdita di 1,46 miliardi del 2016 e con un utile nel quarto trimestre di 2,10 miliardi. L'utile netto adjusted è più che raddoppiato nel quarto trimestre a

    – di Alessandra Capozzi

    • News24

    Falso complotto ai danni di Eni: perquisizioni, arrestato un giudice

    Una operazione congiunta tra la Procura di Roma e Messina ha portato la Guarda di Finanza a effettuare 15 arresti per due associazioni a delinquere dedite alla frode fiscale, reati contro la pubblica amministrazione e corruzione in atti giudiziari. Tra gli arrestati anche Giancarlo Longo, ex pm

    • News24

    Eni avvia il maxi-giacimento di Zohr

    Nei giorni scorsi, gli ultimi test di verifica sui pozzi sottomarini e sulle linee, oltre che sulla prima unità di trattamento del gas onshore, propedeutici all'avvio definitivo. Così ieri Eni ha acceso ufficialmente i motori di Zohr, il maxi-giacimento di gas scoperto nell'offshore egiziano, nel

    – di Celestina Dominelli

    • News24

    Eni avvia il maxi-giacimento di Zohr

    Nei giorni scorsi, gli ultimi test di verifica sui pozzi sottomarini e sulle linee, oltre che sulla prima unità di trattamento del gas onshore, propedeutici all'avvio definitivo. Così ieri Eni ha acceso ufficialmente i motori di Zohr, il maxi-giacimento di gas scoperto nell'offshore egiziano, nel

    – Celestina Dominelli

    • News24

    Eni avvia la produzione del maxi-giacimento di Zohr

    Eni accende ufficialmente i motori di Zohr, il maxi-giacimento a gas nell'offshore egiziano scoperto nell'agosto 2015, il più grande mai individuato nel Mediterraneo. Il gruppo ha avviato oggi la produzione in meno di due anni e mezzo dal rinvenimento, in un tempo giudicato "record" per questa

    – di Celestina Dominelli

1-10 di 298 risultati