Persone

Checco Zalone

Checco Zalone (vero nome Luca Pasquale Medici) è nato il 3 giugno del 1977 a Bari ed è un attore, comico, musicista, cabarettista e sceneggiatore italiano.

Pasquale Medici, dopo aver conseguito il diploma di Liceo Scientifico presso l'istituto scientifico di Sante Simone di Conversano (BA) si è Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro".

Checco Zelone vanta anche un passato di musicista, avendo suonato con diversi musicisti jazz pugliesi, tra cui Vito Ottolino e Pino Mazzarano.

Molti sono i personaggi imitati in chiave ironica da Checco Zalone, tra i quali ricordiamo Nichi Vendola, Raffaele Fitto, Carmen Consoli, Jovanotti, Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Renzo Bossi, Roberto Saviano, Giovanni Allevi, Antonio Cassano, Eros Ramazzotti, Giusy Ferreri e tanti altri.

Apparso per la prima volta in televisione in qualità di comico nella trasmissione Zelig, ha esordito al cinema a partire dal 2009 col film "Cado dalle nubi" (per la regia di Gennaro Nunziante), cui è seguito nel 2011 "Che bella giornata" (sempre di Nunziante), che ha ottenuto al botteghino italiano un totale di 43.474.047 euro, diventando, dietro ad "Avatar" e "Titanic", il terzo film di sempre ad aver ottenuto il maggior incasso in Italia.

Il 2013 è l'anno in cui esce il suo terzo film "Sole a catinelle"(ancora diretto da Nunziante), che lo porta a raggiungere un incasso di 52.000.000 euro, collocandolo al secondo posto dietro "Avatar", tra i campioni d'incasso italiani di sempre.

Il 1° gennaio del 2016 esce (sempre sotto il binomio vincente Zalone-Nunziante) il suo quarto film "Quo vado?" che in soli 6 giorni gli consente di superare l'incasso di 37 milioni di euro, proiettandolo a diventare, con ampissima probabilità, l'attore protagonista del film più visto di sempre nei cinema italiani.

I suoi personaggi cinematografici si caratterizzano per la semplicità e la sottolineatura dei vizi e delle virtù del cittadino medio italiano, i tempi delle battute e la loro ambientazione scenica nascono da un studio accurato che insieme alla simpatia innata dell'attore ed alla giusta collocazione scenografica, riescono a produrre nello spettatore un effetto esilerante ed al contempo uno spunto riflessivo sulle problemantiche più diffuse della vita di tutti i giorni.

Checco Zalone convive da 10 anni con la cantante ed attrice Mariangela Eboli, i due hanno una figlia, Gaia.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Checco Zalone
    • News24

    Il difficile risveglio del cinema italiano nel «dopo Zalone»

    Un dato messo in evidenza solo qualche giorno fa durante un convegno dei rappresentanti dell'intero comparto cineematografico a Roma presso la sede di Agis (Associazione generale italiana dello spettacolo) ha sottolineato come, al di là degli exploit (leggi Quo Vado di Checco Zalone), ci sia da

    – di Andrea Biondi

    • Info Data

    Dalla Brexit a Trump: le parole più cercate dagli italiani nel 2016

    Il 2016 è stato un anno ricco di eventi. Tante le parole cercate sul noto motore di ricerca Google; dalla politica ai cataclismi, dai personaggi famosi che sono venuti a mancare agli ultimi fenomeni di web e social che hanno fatto squillare i nostri cellulari a ritmo di notifiche. Diverse le regioni, diversi gli interessi; non tutti hanno cercato le stesse cose nella stessa maniera, ma vediamo insieme quali sono le ricerche che hanno caratterizzato questo anno che si è da poco concluso. Tra ...

    – Master24

    • News24

    Quella parte di cinema chiamata Zalone

    Il cinema in sala si consola: i dati Cinetel relativi al 2016 vedono un aumento del 6% delle presenze e del 3,8% degli incassi. Si consola anche il cinema italiano: la sua quota di mercato sale al 28,7% rispetto al 21,3% del 2015. Ma è una consolazione, non un segnale netto di crescita. Per due

    – di Marco Mele

    • Info Data

    Youtube, ecco i video musicali (e non) più popolari in Italia

    Manca poco alla fine del 2016 ed è difficile resistere ai bilanci. Quali sono stati i video più popolari, emozionanti, condivisi dell'anno? Come ogni anno Google pubblica sul suo blog la classifica dei video che hanno avuto più successo su YouTube in Italia. Ecco YouTube Rewind 2016! I video musicali più popolari in Italia Al primo posto della classifica si posiziona Alvaro Soler con il tormentone estivo Sofia. Ma è la canzone italiana a farla da padrona con ben sette artisti italiani in classi...

    – Infodata

    • News24

    La «nouvelle vague» del cinema

    Le presenze crescono, gli incassi pure e il settore potrà a breve contare su un "tesoretto" da 400 milioni a sostegno della filiera. Il cinema italiano chiude il 2016 all'insegna dell'ottimismo, vuoi per i dati confortanti che arrivano dal botteghino, vuoi per la specifica Legge licenziata dal

    – di Francesco Prisco

    • News24

    Zalone, l'ironia politicamente scorretta al servizio della ricerca

    Con la stessa ironia con cui ha raccontato gli omosessuali e i musulmani Checco Zalone questa volta prende di mira i disabili e lo fa in uno spot dell'associazione onlus «Famiglie Sma». Nel video il comico pugliese se la prende con Mirko, un ragazzo affetto da atrofia muscolare spinale: a causa sua

    – di Francesca Milano

    • NovaOther

    Il nuovo collega è un infobot

    Nel 1936 Charlie Chaplin fece il suo noto film denuncia «Tempi moderni», una critica sociale in cui un operaio metalmeccanico, stremato dal ritmo frenetico e ossessivamente ripetitivo della catena di montaggio, finiva per perdere la ragione. Sebbene condizioni simili esistano ancora, la percentuale di persone che lavora in queste condizioni si è ridotta in grande misura grazie agli effetti benefici della automazione. La parola Robot è stata coniata da un pittore ceco, Josef Capek, ed usata nel 1...

    – Pierangelo Soldavini

    • News24

    Il nuovo collega è un infobot

    Nel 1936 Charlie Chaplin fece il suo noto film denuncia «Tempi moderni», una critica sociale in cui un operaio metalmeccanico, stremato dal ritmo frenetico e ossessivamente ripetitivo della catena di montaggio, finiva per perdere la ragione.

    – Stefano Quintarelli

    • News24

    Carcere, gli impegni di Orlando

    «La percezione siamo noi». Si riassume in queste parole il primo impegno politico assunto dal ministro della Giustizia Andrea Orlando a conclusione della due giorni sugli Stati generali dell'esecuzione penale nell'Auditorium del carcere romano di Rebibbia, dove ieri hanno sfilato i ministri del

    – di Donatella Stasio

1-10 di 130 risultati