Aziende

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Spa è un ente pubblico finanziario controllato al 70% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e al 30% da diverse fondazioni, soprattutto bancarie. L'attività della società si articola in: gestione separata e gestione ordinaria. La sua attività è sottoposta al controllo di una Commissione parlamentare di vigilanza. Cassa depositi e prestiti Spa ha lo scopo di finanziare lo sviluppo del Paese, impiegando risorse per investimenti pubblici, opere infrastrutturali dei servizi pubblici e grandi opere nazionali. La sua fonte principale di raccolta è il Risparmio postale: è l'emittente dei Buoni fruttiferi postali e dei Libretti di risparmio, che godono della garanzia diretta dello Stato italiano. Il portafoglio azionario di Cassa depositi e prestiti Spa è composto da società quotate, non quotate e da quote di fondi di private equity. Cdp Spa è proprietaria, tra l’altro, del 10% di Eni, del 17,36% di Enel, del 35% di Poste, del 29,95% di Terna e del 13,77% di STMicroelectronics (attraverso la proprietà del 50% della holding company).

L'istituto è nato a Torino nel 1850. Dopo aver incorporato le altre Casse del Regno, nel 1898 è stata trasformata in Direzione generale del Ministero del Tesoro. Nel 1983 ha preso il via il processo di separazione della Cassa depositi e prestiti dallo Stato, che si è concluso nel 2003 quando è diventata Società per azioni. Dal 2009 Cdp Spa può finanziare interventi d’interesse pubblico, anche con il concorso di soggetti privati.

Ultimo aggiornamento 01 luglio 2016

Ultime notizie su Cassa depositi e prestiti
    • News24

    Resort nell'ex Ospedale a mare Il Lido di Venezia cambia faccia

    Un Lido di Venezia a destinazione turistica e balneare alla moda come lo è stato in passato, quando dalla Belle Époque agli anni Settanta la lunga distesa di 12 chilometri di sabbia affacciata sull'Adriatico ha ospitato all'ombra degli stabilimenti balneari regnanti, attori, industriali, magnati

    – di Paola Dezza

    • News24

    Raggi ai pm: Lanzalone suggerito da Bonafede e Fraccaro

    L'avvocato Luca Lanzalone era diretta espressione dei vertici del M5S: «Mi fu suggerito dagli attuali ministro Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro dopo l'arresto dell'ex dirigente e mio collaboratore Raffaele Marra», assicura Virginia Raggi. Per questo gli aveva dovuto attribuire pieni poteri

    – di Ivan Cimmarusti

    • News24

    Stadio Roma, arrestati per corruzione Parnasi, Lanzalone e politici M5S-Pd-Fi

    Un «modello di corruzione sistemica» ideato dall'imprenditore Luca Parnasi per mettere «a frutto il rapporto preferenziale con il Movimento 5 Stelle», così da aggirare la macchina burocratica per la costruzione del Nuovo Stadio della Roma. Una rete di relazioni che sarebbe stata intessuta

    – di Ivan Cimmarusti

    • News24

    Poste apre la gara per l'Rc auto: le compagnie vogliono l'esclusiva

    Le offerte sarebbero arrivate sul tavolo di Poste la settimana scorsa. Sul piatto ci sarebbe la potenziale alleanza con la società nell'Rc Auto. In corsa, stando a quanto si apprende, ci sarebbero almeno cinque o sei compagnie, tra le quali Generali, Unipol, Allianz e probabilmente anche Axa. I

    – di Laura Galvagni e Laura Serafini

    • Econopoly

    Con Tria la Borsa va a rimbalzo, ecco perché i mercati apprezzano

    Non si hanno ancora notizie sull'improvvisa afasia accusata da diversi esponenti della coalizione giallo-verde all'indomani della sorprendente intervista al Corriere della Sera del ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria. Il professore ha di fatto rovesciato le tesi portanti dei programmi delle forze politiche che lo hanno accomodato sulla poltrona di via XX Settembre. Sarà perché erano tutti un po' presi dai risultati delle amministrative - c'era da capire da che parte sarebbe and...

    – Alberto Annicchiarico

    • News24

    Fintecna, svendita «illecita» di partecipazioni: arrestato l'ex dg Riccardo Taddei

    L'ex direttore generale di Fintecna spa (controllata da Cassa depositi e prestiti), Riccardo Taddei, finisce in carcere. L'accusa è di aver contribuito, assieme ad altri tre soggetti arrestati, a svendere partecipazioni e crediti di società controllate per oltre 64 milioni di euro. L'indagine è

    – di Ivan Cimmarusti

    • News24

    Bce, Nato, def i primi «salti» dal contratto ai fatti

    A poche ore dall'insediamento e la fiducia, per il premier Conte e non solo per lui, non c'è tempo per la luna di miele. Debutta al G7 e non sarà un primo test facile soprattutto per il clima di scontro che troverà sui dazi e certo la dichiarazione di Salvini che "giustifica" Trump contro «la

    – di Lina Palmerini

1-10 di 3231 risultati