Aziende

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Spa è un ente pubblico finanziario controllato al 70% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e al 30% da diverse fondazioni, soprattutto bancarie. L'attività della società si articola in: gestione separata e gestione ordinaria. La sua attività è sottoposta al controllo di una Commissione parlamentare di vigilanza. Cassa depositi e prestiti Spa ha lo scopo di finanziare lo sviluppo del Paese, impiegando risorse per investimenti pubblici, opere infrastrutturali dei servizi pubblici e grandi opere nazionali. La sua fonte principale di raccolta è il Risparmio postale: è l'emittente dei Buoni fruttiferi postali e dei Libretti di risparmio, che godono della garanzia diretta dello Stato italiano. Il portafoglio azionario di Cassa depositi e prestiti Spa è composto da società quotate, non quotate e da quote di fondi di private equity. Cdp Spa è proprietaria, tra l’altro, del 10% di Eni, del 17,36% di Enel, del 35% di Poste, del 29,95% di Terna e del 13,77% di STMicroelectronics (attraverso la proprietà del 50% della holding company).

L'istituto è nato a Torino nel 1850. Dopo aver incorporato le altre Casse del Regno, nel 1898 è stata trasformata in Direzione generale del Ministero del Tesoro. Nel 1983 ha preso il via il processo di separazione della Cassa depositi e prestiti dallo Stato, che si è concluso nel 2003 quando è diventata Società per azioni. Dal 2009 Cdp Spa può finanziare interventi d’interesse pubblico, anche con il concorso di soggetti privati.

Ultimo aggiornamento 01 luglio 2016

Ultime notizie su Cassa depositi e prestiti
    • NovaCento

    Iniziative in corso tra Italia e Stati Uniti

    «L'Italia ha bisogno di più America. L'incontro tra Italia e America genera successo e qualità», sostiene Umberto Mucci, presidente di We The Italians (network di collegamento fra italiani e italoamericani). Uno sguardo alle iniziative in corso fra i due Paesi mostra sicuramente l'esistenza di progetti validi. Ad esempio, il Consolato Generale degli Stati Uniti a Napoli sostiene il viaggio negli USA - dal 18 gennaio al 27 gennaio 2018 - di Alessandra Clemente (Assessore alle Politiche Giovanil...

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    Debito Roma, per il commissario soluzione tecnica

    Dovrebbe arrivare la prossima settimana la nomina del nuovo commissario al debito di Roma, per sostituire Silvia Scozzese dopo le dimissioni arrivate a metà dicembre in seguito alla sua nomina in Corte dei conti. Nei giorni scorsi sulla gestione commissariale si è acceso il solito dibattito fra

    – Gianni Trovati

    • News24

    Il messaggio sbagliato che la Ue non capirà

    Già la Nota di aggiornamento al Def dello scorso settembre ha ridotto allo 0,2% del Pil (3,4 miliardi) gli introiti attesi dall'operazione Enav e dalla cessione di una parte della quota di Eni alla Cassa depositi e prestiti (circa 2,2 miliardi alle attuali quotazioni di mercato). Nel Def di aprile

    – Dino Pesole

    • News24

    Greenrail è la startup italiana dell'anno secondo StartupItalia!

    E' Greenrail, startup fondata nel 2012 da Giovanni Maria De Lisi e incubata all'interno di Polihub, la vincitrice del titolo startup dell'anno, assegnato nell'ambito dell'evento StartupItalia Open Summit 2017 che si è svolto lunedì 18 dicembre a Milano. L'impresa è stata premiata per aver creato una

    – di Silvia Pasqualotto

    • Econopoly

    Italia e venture capital, la grande opportunità. E a Cassa depositi la prima mossa

    Pubblichiamo un post di Mimmo Nesi, di LVenture Group, seed investor in startup digitali quotato al MTA di Borsa Italiana. Precedentemente ha lavorato nella divisione Investment Banking di UniCredit (Milano e Monaco di Baviera) e di UBS (Londra) occupandosi di operazioni straordinarie per grandi aziende nazionali e internazionali. E' laureato in Finance presso l'Università Bocconi - Il mercato del venture capital (VC) italiano rappresenta una chiara opportunità: come coglierla? "Buy low, sell hi...

    – Econopoly

    • News24

    Milano (-0,44%) la peggiore d'Europa, tensione sullo spread

    Chiusura contrastata per le Borse europee (segui qui i principali indici), nonostante la performance rialzista di Wall Street. Gli investitori si interrogano sui flussi di capitali che nei prossimi mesi potrebbero dirigersi di nuovo verso gli States, dove i tassi sono stati portati all'1,5% e dove

    – di Eleonora Micheli

1-10 di 3149 risultati