Ultime notizie:

Carlo Milani

    • Econopoly

    Il rischio dell'abbraccio mortale tra banche e Stato (e cosa serviva per le venete)

    Il Governo italiano sembra aver trovato una soluzione per la crisi delle banche venete. Sfruttando le pieghe delle regole europee si è scelto di mettere in liquidazione le due banche, scorporare gli attivi di buona qualità per essere ceduti a Intesa-SanPaolo, in cambio di un sostegno pubblico per evitare effetti negativi sui ratio patrimoniali, e creare una bad bank a capitale pubblico per gestire almeno 18 miliardi di euro di crediti deteriorati. Gli azionisti, rappresentati per lo più dal fond...

    – Carlo Milani

    • Econopoly

    Digitalizzazione della PA, ancora lunga è la strada (e proprio dove servirebbe di più)

    Pubblichiamo un post di Mariachiara Marsella, web marketing manager, BEM Research - Il recente Report sull'e-government, ovvero della modalità di interazione telematica tra cittadini e Pubblica Amministrazione, stilato da BEM Research, delinea un quadro ancor più disarmante rispetto allo scorso anno (si veda al riguardo Carlo Milani). Nel 2016, secondo le statistiche più recenti prodotte da Eurostat, ha utilizzato i servizi di e-gov solo il 24% della popolazione residente in Italia, lo stesso v...

    – Econopoly

    • Econopoly

    Proposta: un Patto Fiscale per ridurre il debito pubblico e rilanciare l'Italia

    a cura di Gabor David Friedenthal [1] e Carlo Milani La recente pagella rilasciata dalla Commissione Europea sui conti pubblici vede per l'Italia approvare sostanzialmente le misure fino al momento adottate. Da Bruxelles arrivano comunque delle "raccomandazioni" rilevanti, soprattutto in vista della prossima manovra autunnale che dovrà aggiustare il bilancio statale per il triennio 2018-2020. In particolare, l'attenzione della Commissione si è focalizzata sul tema del rispetto della regola del d...

    – Carlo Milani

    • News24

    Rigore ma con giudizio: i piani economici dei 4 Grandi Ue

    Rigore sì, ma con giudizio. E sempre più spazio a misure per rilanciare la crescita e gli investimenti. E' questo il filo rosso che unisce i documenti inviati a Bruxelles da Italia, Francia, Germania e Spagna. La Commissione Ue sta passando ai raggi X i Def e i Programmi nazionali di riforma in

    – di Chiara Bussi

    • News24

    Rivoluzione e-banking, tanto per (non) cambiare l'Italia è in forte ritardo

    Una maggiore digitalizzazione dei rapporti con la clientela famiglie potrebbe regalare una bella boccata d'ossigeno ai disastrati conti economici degli istituti di credito. Alcune stime econometriche mostrano infatti come l'internet banking consenta di aumentare l'efficienza, ovvero di ridurre

    – a cura di Alberto Annicchiarico

    • Econopoly

    Rivoluzione e-banking, tanto per (non) cambiare l'Italia è in forte ritardo

    Prendendo in considerazione i dati diffusi dalla BCE sui 28 paesi dell'Unione Europea, si osserva che la redditività bancaria negli ultimi anni è stata particolarmente bassa. La media semplice del ROE, ovvero l'utile espresso in percentuale del capitale, di tutti i paesi dell'UE28 per il periodo compreso tra il 2010 e il 2015, è stata negativa per quattro punti percentuali. Tra i principali paesi europei la Francia ha registrato un modesto +6%, UK +3%, Germania +2%, Spagna 0% e infine l'Italia -...

    – Carlo Milani

    • Econopoly

    Sicurezza stradale, il guadagno è assicurato (se serve, per la manovra correttiva)

    Il 2017 sarà un anno decisivo sul fronte dei conti pubblici italiani. Le tensioni legate al potenziale scenario di Frexit, ovvero di uscita della Francia dall'Area euro paventato dalla candidata di estrema destra alle presidenziali francesi Marine Le Pen, stanno pesando sullo spread, con potenziali riflessi sulla spesa per interesse. La Commissione Europea ha recentemente invocato una correzione pari a circa 3,4 miliardi di euro e nel 2018 scatteranno clausole di salvaguardia che implicheranno u...

    – Carlo Milani

    • News24

    La ripresa a singhiozzo dell'Eurozona

    Il "sorpasso" sugli Usa, con un Pil in crescita dell'1,7% nel 2016, la disoccupazione ancora elevata ma al livello più basso dal 2009, la fiducia di consumatori e imprese in recupero. E i prezzi al consumo che rialzano la testa ma appaiono (per ora) sotto controllo. Qualcosa, insomma, timidamente

    – di Chiara Bussi

    • Econopoly

    Euro, il Target 2 è la punta dell'iceberg

    Il dibattito sul costo-opportunità dell'adesione dell'Italia all'Unione Monetaria Europea si è recentemente riacceso. La scintilla è stata provocata da una risposta di Mario Draghi ad un'interrogazione al Parlamento Europeo in cui gli si chiedeva, nella sua veste di Governatore della BCE, delucidazioni sulla posizione netta italiana nel sistema di pagamenti dell'Area euro, il Target2. Nel rispondere Draghi ha fatto presente che secondo le statistiche più recenti, relative a novembre 2016, l'Ital...

    – Carlo Milani

    • News24

    Level 3: quei titoli illiquidi senza valore certo nei bilanci

    Quando nel 2014 la Bce e l'Autorità bancaria europea fecero il primo screening ai bilanci dei 130 maggiori istituti di credito del Vecchio continente, si capì subito da che parte pendeva il baricentro della nascente Unione bancaria europea. Verso Nord. E verso la Germania.

    – di Morya Longo

1-10 di 42 risultati