Persone

Carlo Messina

Carlo Messina è un manager attivo nel settore bancario e professore universitario, nato a Roma nel 1962.

Il 28 aprile del 2016 è stato confermato Ceo e nominato direttore generale di Intesa Sanpaolo. Dal 29 settembre 2013 ha ricoperto la carica di ad del gruppo, al posto di Enrico Tommaso Cucchiani e prima ancora, è stato responsabile della Divisione Banca dei Territori.

Dopo la laurea in Economia e Commercio alla Luiss, ha collezionato diversi incarichi in banche commerciali, il primo nel 1987 presso la direzione Finanza di Bnl. Nel 1995 è passato al Banco Ambrosiano Veneto come Responsabile della Pianificazione e assumendo progressivamente, nel corso delle diverse fasi di integrazione, i ruoli di Responsabile Servizio Pianificazione e Studi, Responsabile Direzione Controllo Direzionale (Intesa BCI), Responsabile Direzione Pianificazione e Controllo, Responsabile Direzione Risk Management (Banca Intesa S.p.A.), Responsabile Area Governo del Valore fino a giugno 2008, Chief Financial Officer e Direttore Generale.

Parallelamente al suo percorso professionale ha svolto anche un'intensa attività accademica, come professore di Economia degli Intermediari Finanziari nella Business School della Luiss e docente di Finanza Aziendale presso la Facoltà di Economia e Commercio di Ancona. Da novembre 2014 è anche nel cda dell'Università Bocconi ed è membro del Comitato Esecutivo dell'ABI.

Riservato, poco amante dei salotti, è stato scelto da Giovanni Bazoli presidente emerito del gruppo bancario torinese, per guidare operativamente Intesa, prima banca italiana per capitalizzazione (dati gennaio 2016).

Ultimo aggiornamento 05 novembre 2016

Ultime notizie su Carlo Messina
    • News24

    Fideuram Intesa P.B. punta al podio europeo

    Una settimana fa Carlo Messina, ceo del Gruppo Intesa, nell'enunciare gli obiettivi del piano d'impresa 2018-2021, ha ribadito che Fideuram Intesa San Paolo Private Banking non sarà quotata. «E' un'azienda fortissima di cui ho grande piacere di detenere il 100%», ha precisato Messina. Tuttavia, per

    – di Lucilla Incorvati

    • Agora

    Messina, Mustier e la partita europea di Intesa e UniCredit

    Quasi come in un dialogo (o un battibecco?) a distanza, sia Carlo Messina che Jean Pierre Mustier hanno proiettato in Europa le loro banche, Intesa e UniCredit, nelle presentazioni di questa settimana. "Vogliamo essere i numeri uno in Europa", ha detto Messina, specificando che in Ca' de Sass si punta a un primato qualitativo. "Vogliamo vincere da banca paneuropea", ha detto (ribattuto?) Mustier. Sfumature? Non proprio. Se in comune le due banche hanno una comprensibile ambizione da Champions L...

    – Marco Ferrando

    • News24

    Venete, Intesa non dovrà rispondere

    Intesa Sanpaolo non ha alcuna responsabilità civile nel procedimento a carico degli ex vertici di Banca Popolare di Vicenza. La decisione, giudicata dalle associazioni dei consumatori «incomprensibile», è stata presa ieri dal giudice per le indagini preliminari di Vicenza, che escludendo da ogni

    – Katy Mandurino

    • Agora

    Ci sono imprese che pagano ancora il conto della crisi delle banche venete

    Ci sono imprese che pagano ancora il conto della crisi delle banche venete. Il presidente di Confindustria Vicenza Luciano Vescovi ha scritto una lettera aperta all'a.d. di Intesa San Paolo Carlo Messina "in merito alle problematiche sull'operatività di numerose Pmi a seguito della "migrazione" dalle ex Banche Venete". Questo il testo: Sono costretto a scriverle con l'urgenza che necessita la condizione in cui si ritrovano numerose imprese vicentine che rappresento. Una condizione davvero dif...

    – Barbara Ganz

    • News24

    Intesa Sp sotto i riflettori, gli analisti promuovono il Piano al 2021

    All'indomani del Piano al 2021 gli acquisti a Piazza Affari spingono il titolo di Intesa Sanpaolo. Corrono anche le risparmio in vista della conversione in ordinarie annunciata ieri. E' positivo il giudizio degli analisti di Morgan Stanley, che questa mattina hanno confermato la raccomandazione di

    – di Enrico Miele

    • News24

    Intesa verso i 6 miliardi di utili

    «Vogliamo diventare la banca numero uno in Europa e pensiamo di poterci riuscire costruendo il nostro futuro su basi e valori solide». Difficilmente poteva apparire più ambizioso Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo, presentando ieri a Milano il nuovo Piano d'impresa 2018-2021. Sull'eredità del

    – Maximilian Cellino

    • Agora

    Gli algoritmi di Wall Street e il filo doppio tra Intesa Sanpaolo e l'Italia

    Flowering. Così ha titolato il Financial Times la sua Lex (notoriamente severa) dedicata al nuovo piano industriale di Intesa Sanpaolo. Non capita tutti i giorni, e Carlo Messina - comprensibilmente - pare abbia apprezzato. Un riconoscimento in più a un piano già premiato dalla Borsa in una giornata di vendite che si caratterizza per due aspetti: l'italianità e la crescita. In pratica, la banca punta a crescere molto pur restando fortemente baricentrata in Italia. La formula ha funzionato con i...

    – Marco Ferrando

    • News24

    Italo, il cda prende tempo per valutare la maxi-offerta Usa e Borsa

    Italo prende tempo sulla maxi-offerta del fondo americano Global Infrastructure Partners (Gip) che prevede un corrispettivo di 1,9 miliardi di euro più i debiti (circa 450 milioni) per il 100% della società. Il cda straordinario riunitosi ieri anche per valutare la proposta (con molti consiglieri

    – di Celestina Dominelli

    • News24

    Messina, più volumi e meno rischi per diventare numero uno in Europa

    «Vogliamo diventare la banca numero uno in Europa, pensiamo di poterci riuscire costruendo il nostro futuro su basi e valori solide». E' decisamente ambizioso l'obiettivo che Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo, si pone presentando al pubblico il piano d'impresa 2018-2021. Dalla sua parte ha un

    – di Maximilian Cellino

    • News24

    Wall Street chiude in forte rialzo, Europa ancora giù

    Seduta al cardiopalma per le principali Borse europee che chiudono con forti perdite (ma comunque sopra i minimi di giornata) mentre a Wall Street, dopo una giornata dominata dalla volatilità, la seduta si chiude in rally, con indici in forte rialzo. Il Dow Jones sale infatti del 2,34% a 24.915,10

    – di Cheo Condina

1-10 di 474 risultati