Le nostre Firme

Carlo Calenda

    • News24

    Ilva, Di Maio: «La gara è stata un pasticcio. Avviamo indagine al Mise»

    Sulle nomine Cdp «non ci sono contrasti, il nostro obiettivo è trovare i migliori». E «nessuno ha mai chiesto le dimissioni» del ministro dell'Economia Tria. Lo assicura il vicepremier, Luigi Di Maio, parlando con i cronisti a Montecitorio. E dallo stesso Mef sono definite di «pura fantasia» le

    – di Al.Tr.

    • News24

    Cabina di regia per Roma, il Campidoglio chiede più poteri e risorse al governo

    E' il nuovo strumento con cui Governo e Campidoglio intendono rilanciare la Capitale, archiviato il "Tavolo per Roma" voluto dall'ex ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda, che non è mai riuscito a decollare. ... Ieri, al termine del faccia a faccia con Di Maio la prima cittadina non aveva fatto mancare una frecciatina all'ex titolare del Mise, Carlo Calenda, con cui più volte in passato si era scontrata sui risultati del cosiddetto Tavolo per Roma: «Questa volta - ha detto Raggi - si fa...

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    I rischi per chi vuole investire

    Accordi auspicati anche da Carlo Calenda alla fine del suo mandato di ministro dello Sviluppo economico, in una sua lettera al Segretario generale e a tutti i Direttori generali del ministero, in cui chiedeva di individuare «specifici modelli di agevolazione condizionata» a una credibile strategia aziendale di crescita multinazionale con forte radicamento nel tessuto produttivo italiano.

    – di Fabrizio Onida

    • News24

    Embraco, dal 16 luglio sito e 417 lavoratori al gruppo Ventures

    Svolta decisiva per i 417 lavoratori dello stabilimento di Riva di Chieri di Embraco, azienda del gruppo Whirlpool. Con un accordo firmato oggi, stabilimento e dipendenti passeranno dal 16 luglio al gruppo israeliano-cineseVentures, che produrrà robot per pulire pannelli fotovoltaici e, in seguito,

    • News24

    Il Pd fa i conti con la sconfitta, l'ipotesi del «modello Zingaretti»

    Pisa, Massa, Siena. Non ancora metabolizzato il voto politico del 4 marzo, il Partito democratico deve fare i conti con le sconfitte che non avrebbe mai voluto vivere: quelle nella regione un tempo "rossa", la Toscana. Ma pesano anche le perdite simboliche dell'emiliana Imola e, in Umbria, di Terni

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Si accende il dibattito nei Dem. Calenda: andare oltre il Pd. Ma Martina chiude

    La debacle ai ballottaggi delle comunali, con la perdita di roccaforti tradizionali della sinistra come Siena, Pisa, Massa e, in Umbria, Terni, ha infiammato il dibattito all'interno del Pd, con un botta e risposta a distanza tra il segretario reggente Maurizio Martina e l'ex ministro dello

    – di Redazione Roma

1-10 di 1328 risultati