Persone

Carlo Calenda

Carlo Calenda è nato il 9 aprile del 1973 a Roma ed è un dirigente d'azienda e politico italiano, Ministro dello Sviluppo economico dal 10 maggio del 2016 prima nel Governo Renzi poi in quello Gentiloni.

E' stato Vice ministro dello Sviluppo Economico nei governi Letta e Renzi e Rappresentante permanente dell'Italia presso l'Unione europea.

L'8 maggio il 2016 il premier in carica Matteo Renzi, annuncia la sua nomina a ministro dello Sviluppo Economico, in sostituzione del ministro dimissionario Federica Guidi

Figlio dell'economista Fabio Calenda e nipote del famoso regista italiano Luigi Comencini, è noto per aver interpretato "Enrico Bottini", il protagonista del fotunato sceneggiato televisivo "Cuore" - liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Edmondo De Amicis del 1886 - e diretto nel 1984 per la RAI, dal nonno Luigi.

Laureatosi in Giurisprudenza ha prestato la sua attività lavorativa prima nella Ferrari, col ruolo di responsabile relazione clienti, poi in Sky, quale responsabile marketing.

Durante la direzione di Cordero di Montezemolo (2004-2008) è stato nominato prima assistente del presidente e poi direttore dell'area strategica ed affari internazionali.

Coordinatore politico dell'associazione Italia Futura, nel 2013 si è candidato alla Camera nella lista di Scelta Civica senza riuscire ad essere eletto.

Il 2 maggio del 2013 è stato nominato Vice ministro dello Sviluppo Economico con delega al commercio estero, nel Governo Letta, per essere poi riconfermato in tale incarico, col Governo Renzi.

Nel febbraio del 2015, insieme ad altri esponenti di Scelta Civica, dichiara concluso il progetto del suo partito e dedice di aderire al Partito Democratico.

Il 20 gennaio del 2016 viene nominato Rappresentante permanente dell'Italia presso l'Unione europea.

Il 10 maggio del 2016 riceve l'incarico di Ministro dello Sviluppo economico nel Governo Renzi, incarico mantenuto nell'attuale Governo Gentiloni.

E' sposato ed ha quattro figli.

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

Ultime notizie su Carlo Calenda
    • News24

    Industria «4.0», una spinta dall'alleanza tra Governo e associazioni imprenditoriali

    In poche settimane comunque, secondo il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, il bando pubblico per selezionare i centri dovrebbe essere disponibile. ... Se il sistema funzionerà lo si capirà monitorando i risultati: «A un anno dal lancio del network - dice Calenda - certificheremo gli hub e i punti impresa digitale che stanno lavorando bene e lo faremo sulla base dei dati delle imprese che hanno avuto effettivamente accesso ai servizi».

    – di Carmine Fotina

    • News24

    Rafforzare la Cdp? Dibattito aperto

    Ritornare al ruolo dello Stato azionista per rilanciare le imprese italiane? Per il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, i problemi delle nostre aziende non si risolvono in questo modo. Anzi, «non bisogna confondere il fatto che ci sia uno Stato meno azionista col fatto che l'Italia ha

    – di Simona Rossitto

    • News24

    Calenda:?a breve scudo contro shopping predatorio cinese nell'Ict

    L'annuncio è del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, in occasione del convegno lo Stato azionista, sottolineando il pericolo che l'acquisizione avvenga da parte di soggetti che appartengono «a un'economia non di mercato». ... «Se si comprano aziende europee ad alto contenuto tecnologico da parte di soggetti che appartengono a economie non di mercato, lo Stato deve avere voce in capitolo», ha chiarito Calenda. ...ha spiegato Calenda.

    – di Marzio Bartoloni

    • News24

    L'Italia può guidare le politiche sul clima

    Si sta muovendo l'asse delle politiche sull'energia e sul clima del mondo. Non sembra più l'Europa la bussola che suggerisce la via al resto del mondo. La rotta delle politiche sull'energia e sul clima pare indicata da quella Cina che fino a qualche anno fa era la fabbrica inquinatrice del mondo. E

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    L'addio al carbone costerà 2,7 miliardi

    Quanto ci costerà passare all'energia libera dal carbone? I conti sono stati inseriti nella nuova Strategia energetica nazionale presentata ieri dal governo: un costo per la collettività tra i 2,3 e i 2,7 miliardi per una transizione al 2025-2030. Nel contempo si lavorerà su una serie di misure per

    – di Carmine Fotina

    • News24

    L'addio al carbone costerà 2,7 miliardi

    Quanto ci costerà passare all'energia libera dal carbone? I conti sono stati inseriti nella nuova Strategia energetica nazionale presentata ieri dal governo: un costo per la collettività tra i 2,3 e i 2,7 miliardi per una transizione al 2025-2030. Nel contempo si lavorerà su una serie di misure per

    – di Carmine Fotina

    • News24

    Calenda:?«Parco auto italiano disastroso, serve rottamazione selettiva»

    «La situazione del parco auto italiano è abbastanza disastrosa. Credo sia uno dei parchi circolanti peggiori in Europa». Lo ha evidenziato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, presentando alla Camera le linee guida della nuova Strategia energetica nazionale, ipotizzando

1-10 di 791 risultati