Persone

Carlo Azeglio Ciampi

Carlo Azeglio Ciampi, nato a Livorno il 9 dicembre 1920 e deceduto a Roma il 16 settembre 2016, è stato un banchiere centrale, uomo politico, ex presidente della Repubblica e senatore a vita.

Ha conseguito una laurea in Lettere alla Scuola Normale di Pisa e in Giurisprudenza. La sua lunga carriera in Banca d'Italia inizia nel 1946, dove ha ricoperto diversi ruoli fino a ricoprire la carica di governatore dall'ottobre 1979 fino al 28 aprile 1993. Dall'aprile 1993 al maggio 1994 è stato Presidente del Consiglio, presiedendo un governo chiamato a svolgere un compito di transizione. Durante la XIII legislatura è stato Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, nel governo Prodi (dall'aprile 1996 all'ottobre 1998) e nel governo D'Alema (dall'ottobre 1998 al maggio 1999). Dal 1993 Governatore onorario della Banca d'Italia e dal 1996 membro del consiglio di amministrazione dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Ha ricoperto numerosi incarichi di rilevanza internazionale, tra cui quelli di: presidente del Comitato dei governatori della Comunità europea e del Fondo europeo di cooperazione monetaria (nel 1982 e nel 1987); vice presidente della Banca dei regolamenti internazionali (dal 1994 al 1996); presidente del Gruppo Consultivo per la competitività in seno alla Commissione europea (dal 1995 al 1996); Presidente del comitato interinale del Fondo Monetario Internazionale (dall'ottobre 1998 al maggio 1999).

Il 13 maggio del 1999 è stato eletto, in prima votazione con un'ampia maggioranza, decimo presidente della Repubblica. A maggio del 2006, al termine del suo mandato, ha assunto la carica di Senatore di diritto a vita.

Era sposato con Franca Pilla, chiamata anche "donna Franca". Durante il mandato presidenziale del marito la first lady attirò più volte l'attenzione dei media per i suoi discorsi fuori protocollo come quello sulla "tv deficiente".

Ultimo aggiornamento 16 settembre 2016

Ultime notizie su Carlo Azeglio Ciampi
    • Econopoly

    Perché il professor Paolo Savona è inadatto a fare il ministro dell'Economia

    Lo stesso si potrebbe dire di Carlo Azeglio Ciampi, scomparso nel settembre 2016, che ha la fortuna di non assistere a questo pericolosissimo gioco da Paese dei Balocchi. Ciampi scrisse più volte sul ruolo cruciale giocato dalla credibilità. ... Come poteva Ciampi, laureato in lettere con una tesi su Favorino d'Arelate, amante di Goethe, non avere un rapporto d'oro con i tedeschi, che non a caso lo insignirono nel 2005 del premio Carlo Magno per "l'eccezionale contributo" dato alla causa europea...

    – Beniamino Piccone

    • News24

    Da Previti a Savona, tutte le volte che il Colle ha stoppato la nomina di un ministro

    «Sarebbe davvero imbarazzante se il veto a Roberto Maroni fosse venuto dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi per la questione dell'inchiesta Papalia, ovvero per una questione basata sul codice fascista Rocco», disse con parole di... Già nel nel 2000 Carlo Azeglio Ciampi chiese a Giuliano Amato di confermare il futuro capo dello Stato Sergio Mattarella, che nel governo di Massimo D'Alema era ministro della Difesa.

    – di A.Gagliardi e A. Marini

    • News24

    Le amnesie della politica, tra debito e Bce

    Solo la lungimiranza di due servitori dello Stato - Beniamino Andreatta come ministro del Tesoro e Carlo Azeglio Ciampi - riuscì ad attenuare - almeno in parte - tale dipendenza.

    – di Donato Masciandaro

    • News24

    Il Colle aspetta Fico, pronto alla proroga

    Oggi pomeriggio il presidente della Camera tornerà da Sergio Mattarella per riferire dei suoi due giorni di esplorazione in casa Pd e 5 Stelle. Dal Quirinale non c'è al momento alcuna decisione, come è naturale si attendono i risultati del mandato per trarre delle conclusioni che tra l'altro

    – di Lina Palmerini

    • Agora

    Governabilità, l'esempio del Governo Spadolini

    Le vicende politiche delle ultime settimane, e in particolare la difficoltà di trovare una maggioranza che sostenga un nuovo Governo hanno dato argomento a molte lettere dei lettori del Sole 24 Ore. Tra queste martedì 24 ho scelto quella di Giovanni Giorni che qui riporto con la mia risposta. .-.-.-. Gentile Fabi, le vicende politiche che accompagnano la formazione di un nuovo Governo mi sembrano, almeno per ora, giustificare ampiamente il malessere dei cittadini verso la politica. Si è parlato ...

    – Gianfranco Fabi

    • News24

    Mattarella a Casoli, «uomini della Resistenza erano patrioti»

    «Sono particolarmente lieto di celebrare qui a Casoli, uno dei centri nevralgici della Resistenza abruzzese, il 25 aprile, la festa della Liberazione. Questa occasione ci permette, infatti, di ricordare le pagine di storia, non sempre adeguatamente conosciute, scritte dalla Resistenza nel

    • News24

    Una «linea Gustav» per Palazzo Chigi

    C'è un'immaginaria "linea Gustav" che da tempo tiene lontani i politici meridionali da Palazzo Chigi. A varcarla fu l'ultima volta Ciriaco De Mita esattamente trenta anni fa, quando il 13 aprile 1988 giurò al Quirinale da presidente del Consiglio. Da allora mai nessuno nato idealmente al di là del

    – di Riccardo Ferrazza

    • Econopoly

    L'Italia ignorante non sa che il riscatto parte dalla scuola

    Una buona economia richiede delle buone leggi, poche e che vengano rispettate. Su questi due fronti l'Italia latita da quel dì. Tornato in Italia nel gennaio 1945, Luigi Einaudi, nominato governatore della Banca d'Italia, nel 1949 pubblica le smaglianti Lezioni di politica sociale, sulla base delle lezioni universitarie tenute in Svizzera nel 1944. In una di queste spiega come il mercato sia un'invenzione sociale preziosa, alla quale vanno affiancate alcune istituzioni per regolarlo a puntino: ...

    – Beniamino Piccone

1-10 di 802 risultati