Le nostre Firme

Carl Bildt

Carl Bildt è un diplomatico e politico svedese. E’ stato ministro degli Esteri dal 2006 al 2014 e premier dal 1991 al 1994. E’ membro dell’European Council on Foreign Relations.

Ultimo aggiornamento 28 aprile 2017

Ultime notizie su Carl Bildt
    • News24

    Perché sono un sostenitore della globalizzazione

    Lo confesso: sono un energico sostenitore dei benefici della globalizzazione. Sono dell'opinione che la graduale interconnessione di regioni, paesi e popoli sia il progresso più colossale e positivo della nostra epoca. Adesso, però, negli Stati Uniti un populista ha assunto la carica di presidente

    – di Carl Bildt

    • News24

    Il «problema infernale» del nuovo disordine mondiale

    Nel suo libro "A Problem from Hell": America and the Age of Genocide (ed. italiana "Voci dall'inferno: l'America e l'era del genocidio", Baldini Castoldi Dalai, 2004 ), che uscì nel 2002 e vinse il Premio Pulitzer l'anno successivo, Samantha Power condannava l'inazione degli Stati Uniti nel

    – di R. Frydman, S. Whatley, K. Murphy, J. Stein

    • News24

    «Cosa è successo in Svezia!?». La gaffe di Trump infiamma i social

    Il rischio, quando si guarda un servizio tv senza audio, è di fraintenderne il contenuto. E quando si commenta qualcosa che non si è capito, si rischia di dire cose per cui non si viene perdonati. Soprattutto dai social. Ancora una volta nel mirino di questo corto circuito comunicativo il

    – di Ma.l.C.

    • News24

    Come sopravvivere all'era Trump (e al declino dell'America)

    A seguito dell'insediamento di Donald Trump non è scoppiata l'Apocalisse, ma la retorica dell'ira divina certamente sì. Invece di adottare le parole di conforto o i toni distinti di Washington, Lincoln, Franklin D. Roosevelt, Kennedy o Reagan, il discorso inaugurale di Trump conteneva espressioni

    – di R. Frydman, K. Murphy e J. Stein

    • News24

    Il populismo e il nuovo disordine mondiale

    Si suppone che il nuovo anno inizi nella speranza. Anche nei giorni più bui della Seconda Guerra Mondiale, le celebrazioni del Nuovo Anno erano sostenute dalla convinzione che in qualche modo il corso degli eventi si sarebbe orientato verso la pace. E pare oggi profetico quanto scrisse Arthur

    • News24

    Se Trump porterà il nuovo boom

    Dopo anni di letargo, assisteremo nel prossimo biennio a un ritorno dell'economia americana al centro della scena mondiale? Vista l'ostinazione della nuova amministrazione repubblicana a reflazionare un'economia già prossima alla piena occupazione, l'aumento del prezzo dei beni concorrenti

    – di Kenneth Rogoff

    • News24

    «Mappamondo»: la nuova bussola online per capire con il Sole i grandi trend globali

    Benvenuti nell'era dell'incertezza planetaria. Qual è il volto autentico di Donald Trump? Il megafono rabbioso della classe media frustrata dalla crisi, l'irriducibile isolazionista nelle relazioni commerciali, il leader filorusso e anticinese in politica estera, l'amico di Wall Street e dei grandi

    – di Marco Mariani

    • News24

    Enigma Trump: benvenuti nell'era dell'incertezza

    L'ex governatore dello Stato di New York Mario Cuomo una volta disse argutamente che i politici trionfanti tendono a «fare campagna elettorale in poesia e a governare in prosa». La retorica della campagna di Donald J. Trump è stata tutt'altro che poetica, e la transizione verso la presidenza

    – di John Andrews

    • News24

    Il cambiamento climatico nell'Era del Trumpocene

    Nell'anno in cui è stato siglato l'Accordo di Parigi sul clima, i tentativi del mondo di limitare il riscaldamento globale a 2º Celsius al di sopra dei livelli pre-industriali sembravano aver acquistato slancio. Un numero sufficiente di Paesi firmatari aveva preso le necessarie misure per

    – di Bo Lidegaard

    • News24

    Il cambiamento climatico nell'Era del Trumpocene

    COPENHAGEN - Nell'anno in cui è stato siglato l'Accordo di Parigi sul clima, i tentativi del mondo di limitare il riscaldamento globale a 2º Celsius al di sopra dei livelli pre-industriali sembravano aver acquistato slancio. Un numero sufficiente di paesi firmatari aveva preso le necessarie misure

    – di Bo Lidegaard

1-10 di 55 risultati