Aziende

Campari

Campari è una delle aziende più importanti nel settore delle bevande a livello mondiale quotata alla Borsa di Milano dal 2001.

La storia del gruppo Campari è lunghissima. Tutto inizia nel 1860 quando Gaspari Campari apre un bar, chiamato il Caffè dell’Amicizia: in questo locale mette a punto la ricetta del bitter, che ne decreterà il successo in Italia e all’estero. Successivamente la società sposta la propria sede, apre impianti produttivi e si espande all’estero.

Oggi Campari è un’azienda affermata a livello internazionale, con vendite in ben 190 paesi, in particolare in Germania, Stati Uniti, Svizzera e Brasile e controlla alcuni dei marchi più prestigiosi del settore.

Negli ultimi anni il gruppo ha registrato a livello economico una netta espansione, passando da un fatturato di 810 mln di euro (dati 2005) ad un fatturato di € 1.726,5 milioni (dati 2016).

Campari opera in tre settori, e precisamente spirit, wine e soft drink.

Nel segmento spirit si distinguono marchi di grande notorietà come Campari, SKYY Vodka, Wild Turkey e Cynar, oltre a marchi presenti sui mercati locali come Aperol, Cabo Wabo, CampariSoda, GlenGrant, Ouzo 12, Zedda Piras, X-Rated e i brasiliani Dreher, Old Eight e Drury's.

Nel segmento wine spiccano marchi come Cinzano, noto in tutto il mondo, Liebfraumilch, Mondoro, Riccadonna, Sella & Mosca e Teruzzi & Puthod.

Infine il settore dei soft drink è dominato nel mercato italiano da Crodino e Lemonsoda.

Negli anni lo sviluppo di Campari è avvenuto sia con l’espansione della propria attività sia con acquisizioni mirate, mantenendo sempre un buon equilibrio finanziario.

Dal 1995 il gruppo ha realizzato ben 25 acquisizione per un valore complessivo di oltre 2 miliardi di euro, acquisendo da ultimo, per citarne solo alcuni, celebri marchi come Averna, Braulio e Grand Marnier.

La strategia del gruppo è quella di valorizzare i marchi più forti, detta premiumisation, anche con intense campagne di marketing. Infatti sono proprio alcune delle pubblicità di Campari ad aver colpito l’immaginario del pubblico e fatto la storia dell'advertising in Italia.

Il 22 novembre del 2016 scompare Rosa Anna Garavoglia, la signora del Campari, moglie del capostipite Domenico scomparso nel 1992.

La signora Rosa è stata presidente del gruppo dal 1992 al 1994 e consigliere della fondazione Campari dal 1992 al 2014. Sia pure lontana negli ultimi anni da cariche operative, ha sempre continuato a seguire le vicende dell'azienda e delle persone che ne fanno parte.

Con la morte di Rosa Anna Garavoglia, chiarisce un comunicato dell'azienda, «conformemente a un disegno di Domenico Garavoglia risalente agli anni Ottanta del secolo scorso, il figlio Luca Garavoglia consegue ope legis la posizione di soggetto controllante di Alicros, in quanto titolare dei diritti di nuda proprietà sui quali insistevano gli anzidetti diritti di usufrutto». Dunque la famiglia Garavoglia, aggiunge il comunicato, «continuerà in modo immutato a sostenere il ruolo di azionista di lunghissimo termine di Campari».

Ultimo aggiornamento 09 maggio 2017

Ultime notizie su Campari
    • News24

    Milano si sgonfia sul finale ma resta positiva (+0,28%), Creval a picco

    Chiusura in lieve rialzo per le Borse europee (segui qui l'andamento degli indici), che sul finale hanno registrato una brusca frenata, risentendo della volatilità di Wall Street (segui qui i principali indici), in una giornata ricca di dati macro americani. In particolare ha destato preoccupazione

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Wall Street recupera e chiude in positivo Dj +1,40 e Nasdaq +1,44% , Male Milano a -1,33%

    Dopo il tonfo di ieri e dopo una giornata sull'ottovolante Wall Street chiude in ripresa. Il Dow Jones guadagna l'1,40% a 24.194,13 punti, il Nasdaq sale dell'1,44% a 6874,49 punti mentre lo S&P 500 avanza dell'1,50% a 2.619,62 punti. Le borse europee hanno invece chiuso ancora male la peggiore

    – di C. Di Cristofaro e C.Poggi

    • News24

    Milano vola in chiusura a +2,8% con banche, Telecom e Fca

    Giornata di recupero per le Borse europee (segui qui l'andamento dei principali indici), dopo i violenti ribassi delle ultime sedute. Milano ha vantato la performance migliore, con ilFTSE MIBche ha chiuso sui massimi di giornata in progresso del 2,86% poco sotto quota 23mila punti.

    – di Eleonora Micheli

    • Agora

    E' iniziata la scuola per 20 futuri tecnici superiori delle bevande (una novità assoluta) - E ci sono due nuovi aperitivi

    Sono i futuri mastri distillatori, esperti birrai, produttori di succhi di frutta, sidro e altre bevande, i venti ragazzi e ragazze che, alla Fondazione Edmund Mach, hanno iniziato lo scorso 9 gennaio il percorso formativo di alta formazione professionale che li porterà ad ottenere fra due anni il diploma di tecnico superiore delle bevande. Una nuova iniziativa formativa, post diploma, studiata e progettata in collaborazione con il mondo produttivo. Il corso di durata biennale (che si racconta ...

    – Barbara Ganz

    • News24

    Piazza Affari non sfonda quota 24mila. Francoforte la migliore

    Piazza Affari non sfonda quota 24mila punti nel Ftse Mib e corregge dai massimi del luglio 2016 dopo quattro rialzi consecutivi mentre Francoforte, pur limitata nel pomeriggio dall'euro/dollaro spintosi fino a 1,23, chiude in buon rialzo (+0,71%) grazie alla pubblicazione dell'indice Zew sulle

    – di E. Micheli e A. Fontana

    • News24

    Borse al top da due mesi. Milano cauta, acquisti su Leonardo e auto

    Le Borse europee, con l'eccezione di Londra, consolidano i guadagni messi a segno con il rally di inizio anno e chiudono ai massimi da inizio novembre. A Piazza Affari il FTSE MIB è salito dello 0,37%, trainato da Telecom Italia (+1,9%) e dal settore auto. Le quotazioni del gruppo di tlc hanno

    – di A. Fontana e P. Paronetto

    • News24

    Effetto Dow sui listini europei, Milano chiude a +2,8% con super Fca

    Borse europee a passo di carica nella terza seduta del 2018 (segui qui i principali indici), incoraggiate dai nuovi record di Wall Street, con il Dow Jones sopra i 25mila punti, e dai livelli raggiunti da Tokyo, che questa mattina si è spinta su massimi che non vedeva dal lontano 1992.

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Non sai che drink scegliere? Basta consultare la Bitesip (al Bulk di Milano)

    Nasce la bitesip list al Bulkr di Milano Experience. Questa è la chiave. Mai come in questo periodo tutto è alla portata di mano ma per fruirlo e sceglierlo si vuole una preview dell'esperienza. Non facile per una drink list, ma non impossibile. E' nata la nuova Bitesip List al cocktail bar Bulk

    – di Camilla Rocca

    • News24

    L'euro forte frena l'Europa, nuovi record per Wall Street

    Chiusura contrastata per le Borse europee (qui l'andamento degli indici), intimorite dal rafforzamento dell'euro che ha di nuovo superato la soglia di 1,19 dollari. I listini, ben impostati per gran parte della seduta, hanno rallentato il passo sul finale, nonostante Wall Street abbia aggiornato

    – di Eleonora Micheli

1-10 di 506 risultati