Aziende

Caltagirone

Holding finanziaria quotata alla Borsa di Milano e alla quale fanno capo attività differenziate nei settori dei grandi lavori, del cemento, immobiliare, finanziario e dell’editoria, Caltagirone S.p.A. ha strutturato la sua attività industriale attraverso la partecipazione all’azionariato di quattro società quotate anch’esse a Piazza Affari: Cementir S.p.A. (partecipazione del 31,67%), Caltagirone Editore S.p.A. (partecipazione del 29,08%), Vianini Lavori S.p.A. (partecipazione del 54,21%), Vianini Industria S.p.A. (partecipazione del 62,11%). Nell’editoria Caltagirone S.p.A. è presente con il gruppo editoriale Caltagirone Editore, società che ha coperto il mercato dei quotidiani e delle free press locali e nazionali grazie alle testate Il Messaggero, Il Mattino, Il Gazzettino di Venezia, Il Corriere Adriatico, Il Nuovo Quotidiano di Puglia e Leggo. Caltagirone S.p.A. è inoltre attiva nel settore del cemento con Cementir, azienda che produce e distribuisce cemento grigio e bianco, inerti, calcestruzzo e manufatti in cemento in Italia, Turchia, Danimarca e Paesi scandinavi. Nel settore dei grandi lavori e dell’ingegneria civile opera Vianini Lavori Spa, società controllata dalla holding Caltagirone S.p.A. e anch’essa quotata in Borsa. Le attività di business sono suddivise tra quella delle costruzioni e quella della prestazione di servizi di tipo commerciale, iniziata con l’acquisizione del 13.1 % di Grandi Stazioni S.p.A., società costituita per sviluppare gli asset commerciali delle principali stazioni italiane, e del 23.7% di Acqua Campania, che gestisce gli acquedotti nella parte occidentale della Campania. Ad Aprile, l’assemblea degli azionisti della Caltagirone S.p.A. ha approvato il bilancio 2009 che ha presentato ricavi in calo del 18% e ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione composto da 11 membri, secondo il modello di governance societaria.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Caltagirone
    • News24

    Assemblea Generali, i soci italiani superano quelli esteri. Pronte le linee guida del piano

    Grazie all'ascesa della famiglia Benetton, che ha il 3,04% di Trieste, e alla crescita di Francesco Gaetano Caltagirone che ha raggiunto il 4% (ed è proiettato verso il 5%), il blocco italiano capitanato da Mediobanca (12,97%) e che conta anche Leonardo Del Vecchio (3,16%) si è presentato con il 23,12%.

    – dalla nostra inviata Laura Galvagni

    • News24

    Generali alla conta in assemblea. Con Mediobanca i grandi soci italiani al 25%

    Un anno fa, considerate le quote di Mediobanca, Francesco Gaetano Caltagirone, Leonardo Del Vecchio, la famiglia De Agostini e i Benetton, si parlava più o meno di un 22,3% del gruppo assicurativo. Domani, invece, complice il rafforzamento di Caltagirone, che potrebbe proseguire nei prosismi mesi, e il 2,1% acquistato da Ponzano?Veneto, quello stesso aggregato sfiorerà il 25%.

    – di Laura Galvagni

    • News24

    Europa guardinga sui dazi. Milano chiude positiva in scia a Wall Street

    Prima seduta settimanale guardinga per le Borse europee: nonostante la chiara risalita di Wall Street, dopo il tonfo di venerdì sera, il botta e risposta a colpi di dazi Usa-Cina consiglia cautela agli investitori e a questo si aggiunge il rafforzamento dell'euro/dollaro sopra 1,23 in attesa

    – di E. Micheli e A.Fontana

    • News24

    Il cemento di Buzzi tra l'incognita M5S e la crisi del mercato italiano

    Non nominate la parola M5S a Pietro Buzzi. Pessimista sul Governo, «non si riuscirà a fare e si tornerà a votare», l'amministratore delegato, assieme ai fratelli Enrico e Michele, dell'azienda di famiglia Buzzi Unicem vede come il peggior scenario un esecutivo pentastellato. Loro, produttori di

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Caltagirone compra ancora e sale al 4% nel capitale delle Generali

    Con un investimento da 13,3 milioni di euro, che vale lo 0,05% del capitale delle Generali, Francesco Gaetano Caltagirone raggiunge il 4% del Leone di Trieste. L'imprenditore, secondo quanto è emerso dai documenti di internal dealing, ha effettuato nuovi acquisti sul titolo, in data 3 e 4 aprile,

    – di L.G.

    • Econopoly

    24 marzo 1979, un giorno nero per il Paese: attacco politico-giudiziario alla Banca d'Italia

    Il 23 marzo 1979 Antonio Maccanico, segretario generale al Quirinale con Sandro Pertini, scrive nei suoi diari: «Ho ricevuto Giovanni De Matteo (capo della procura di Roma, ndr), il quale mi ha informato della proposta di un suo sostituto di procedere contro Baffi e Sarcinelli... Sono rimasto allibito... Ho informato il presidente, La Malfa e Baffi... Ho un gran sospetto che vi sia un legame con l'Affare Caltagirone, cioè che si voglia premere su Baffi e Sarcinelli perché questi divengano più ar...

    – Beniamino Piccone

    • News24

    Benetton, dopo Abertis l'obiettivo è il 5% di Generali

    A Ponzano Veneto è il momento dei grandi cambiamenti. Dopo autostrade, costruzioni e torri ora è il turno delle assicurazioni. La famiglia Benetton, secondo fonti qualificate, sta valutando di salire a ridosso del 5% delle Generali. Una posizione che, allo stato attuale, ne farebbe il secondo

    – di Laura Galvagni e Marigia Mangano

    • News24

    Fondi attivisti all'assalto in Europa: operazioni in crescita anche in Italia

    La «solita» Amber Capital che sale al 10% nel capitale di Caltagirone Editore bloccando di fatto l'Opa e il successivo delisting della società, Litespeed Management che chiede un dividendo di un euro per azione all'Assemblea di Ansaldo Sts (che poi deciderà di non distribuire cedole) inserendosi

    – di Maximilian Cellino

    • Agora

    Anche l'Inter trasloca a Porta Nuova

    La scommessa di Porta Nuova, il nuovo ma ormai consolidato business district milanese, va avanti. E a nomi noti se ne aggiungono altri, che scelgono di cambiare uffici e si spostano così all'ombra della Unicredit tower. Secondo le ultime indiscrezioni di mercato sarà l'Inter la prossima società a traslocare a Porta Nuova, precisamente nell'edificio The Corner che Generali sta ultimando e che ha già in parte affittato a Versace. Il brand della moda occuperà circa 8.500 mq dei totali 23mila metri ...

    – Paola Dezza

    • News24

    Afiniti e l'algoritmo da 1,3 miliardi che rende più umano il call center

    «Pronto, buongiorno. Vorrei disdire il contratto con voi». Un algoritmo prevede in tempo reale, combinando intelligenza artificiale e big data, quale sarà il comportamento della persona che chiama il call center di una società. Il sistema cerca l'operatore più adatto per interagire con quella

    – di Riccardo Barlaam

1-10 di 691 risultati