Persone

Bruno Tabacci

Bruno Tabacci è nato a Quistello nel 1946, si è laureato in Economia e commercio a Parma ed è diventato libero professionista in materia economico-finanziaria.

Nella prima metà degli anni '80 ha diretto l'ufficio studi del Ministero dell'Industria con Giovanni Marcora e successivamente la segreteria tecnica del ministero del Tesoro con Giovanni Goria. Dal 1970 al 1985 è stato consigliere comunale in alcuni comuni del mantovano, tra cui la stessa Mantova. Dal 1985 al 1991 è stato consigliere regionale della Lombardia, e presidente della Lombardia dal 1987 al 1989. Nel 1988 è stato presidente di Alpe Adria, l'associazione delle regioni dell'area alpina e adriatica. Nel 1990 è presidente del gruppo consiliare Dc e poi vice presidente del consiglio regionale. Dal 1992 al 1994 è deputato per la Dc.

È stato consigliere d'amministrazione di Eni, Snam, Efibanca. Nel periodo 1999-2000 è stato presidente dell'Autocisa, dalla quale si è dimesso per candidarsi al Parlamento. È stato presidente della Commissione parlamentare per le Attività produttive, commercio e turismo.

Nel 2006 è stato rieletto nella Camera dei deputati nel collegio di Milano per l'Udc. Dal febbraio 2008 ha lasciato l'Udc per iscriversi al gruppo misto, fondando il movimento la Rosa Bianca. Nel 2009 lascia definitivamente l'Udc e fonda con Francesco Rutelli Alleanza per l'Italia.

Il 10 giugno del 2011 è stato nominato Assessore al Bilancio e ai Tributi nella Giunta del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

(Il Sole 24 ORE, Lombardia, 22 giugno 2011, pagina 3)

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Bruno Tabacci
    • News24

    Colloquio Pisapia-Speranza. «Dare nuova forza al progetto»

    A piazza Santi Apostoli l'ex sindaco di Milano aveva tenuto a battesimo la nuova casa comune del centrosinistra, puntando a tenere insieme le varie anime politiche e sociali a sinistra del Pd e quelle moderate, come il Cd di Bruno Tabacci.

    – di Nicola Barone

    • News24

    Tensioni a sinistra, salta incontro Pisapia-Speranza. L'ex sindaco: «No a politica che guarda indietro»

    L'obiettivo di Campo Progressista è «un nuovo soggetto politico di centrosinistra, alternativo al Pd e antagonista ai populismi e le destre, autonomo e indipendente, in netta discontinuità con il passato, aperto e inclusivo» hanno ribadito Giuliano Pisapia, Ciccio Ferrara, Luigi Manconi, Franco Monaco e Bruno Tabacci spiegando però che «le condizioni positive, allo stato non sono pienamente realizzate, vanno costruite con un progetto e un programma comune».

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    La galassia di Pisapia e l'impresa di trovare l'accordo tra 9 forze politiche

    A guardare a Pisapia non c'è solo la sinistra: anche Bruno Tabacci, leader del Centro Democratico e già alleato del Pd di Pier Luigi Bersani alle politiche del 2013, è sceso a sostengo dell'ex sindaco di Milano, attratto dalla sua idea di allargare l'area di centrosinistra.

    – di Andrea Marini

    • News24

    Duello a sinistra, Pisapia: serve discontinuità. Renzi: leader lo scelgono i voti

    Confronto a distanza, oggi, tra il segretario dem Matteo Renzi e il leader di Campo Progressista Giuliano Pisapia. Da Milano, dove chiude l'assemblea nazionale dei circoli Pd, primo importante appuntamento dopo la batosta alle Amministrative, il segretario dem attacca chi, dentro e fuori il

    – di Vittorio Nuti

    • News24

    Primarie Pd, Renzi e l'obiettivo di superare quota 1,3 milioni di voti

    Le primarie Pd, con il confronto tv fra i tre candidati Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano, entrano nel vivo, in vista delle votazioni di domenica prossima. Il risultato pare al momento scontato, con la riconferma del segretario uscente. Sotto la lente saranno soprattutto due numeri:

    – di Andrea Marini

    • News24

    Democrazia solidale-Centro democratico

    E' uno dei tre "pezzi" nati dall'esplosione di Scelta civica, il progetto politico di Mario Monti (gli altri due sono Civici e Innovatori e Scelta civica-Ala per la Costituente). Il gruppo si chiamava originariamente "Per l'Italia" ed era stato formato dai fuoriusciti da "Scelta civica per l'Italia"

    • News24

    Banche, decolla la Commissione d'inchiesta

    Utilizzare l'ultimo anno di legislatura per attuare fino in fondo le riforme bancarie - a partire da quella delle Popolari - e fare un'approfondita analisi dei tanti nodi che, dopo la Grande Crisi, si sono cumulati sul sistema del credito con la Commissione parlamentare d'inchiesta che il Senato

    – di Davide Colombo e Gianni Trovati

    • News24

    Rossi: «Più tutele per i risparmiatori sui prodotti complessi»

    La recente evoluzione delle norme a tutela del risparmio, soprattutto quelle sovranazionali non ha prodotto una semplificazione delle regole ma una loro complicazione. Per questo non bisogna rinunciare a rendere sempre più accessibili i documenti informativi che accompagnano i prodotti finanziari

    – di Davide Colombo

    • News24

    Per i bilanci sanitari governatori-commissari con verifica ogni 6 mesi

    I governatori Vincenzo De Luca e Mario Oliverio potranno essere commissari di sé stessi per la sanità in Campania e in Calabria. Il Governo fa solo un apparente mezzo passo indietro ma tiene ferma nella sostanza la "norma De Luca" che già l'altro ieri ha fatto scoppiare una bufera in Parlamento

    – di Roberto Turno

    • News24

    Manovra, emendamenti al voto. Venerdì il testo in aula

    Entra nel vivo alla Camera l'iter della legge di Bilancio, mentre al Senato scatta martedi' la seconda lettura del Dl Fiscale. Daoggi la commissione Bilancio di Montecitorio comincia a votare i 1.300 emendamenti presentati alla manovra, con l'obiettivo di portare il provvedimento in aula entro

1-10 di 298 risultati