Ultime notizie:

Bruno Leoni

    • News24

    Quel che Sturzo insegnò alla Thatcher

    Il possibile confronto tra Luigi Sturzo e Margaret Thatcher potrebbe sembrare bizzarro, eppure rappresenta uno degli esempi più interessanti di come le idee non abbiano confini. A torto o a ragione, l'esperienza del thatcherismo viene spesso identificata con il materialismo e la mancanza di valori.

    – di Antonio Masala e Flavio Felice

    • News24

    Una flat tax progressiva per semplificare l'Irpef

    La nostra proposta si pone come obiettivo una semplificazione dell'attuale sistema Irpef, con l'intento, però, di mantenere la progressività dell'imposta e di stimolare i consumi e, così, l'economia. Per incentivare i consumi, prendendo spunto dalla proposta dell'Istituto Leoni, pensiamo di

    • News24

    Pubblica amministrazione, un mercato contro l'in house

    Lasciata alle spalle la prima e unica legge annuale per la concorrenza, resta la sensazione di aver perso più di una buona occasione. Il pensiero va anche e forse soprattutto ai servizi pubblici locali, la grande incompiuta delle deregulation italiane. Nei ragionamenti fatti al ministero dello

    – di Carmine Fotina

    • News24

    I malanni dell'Irpef e le terapie elettorali

    La flat tax, nelle sue molteplici declinazioni, è diventata sempre più terreno di disputa nella campagna elettorale. Partendo dalla suggestione di un'Irpef con aliquota fissa, si è sviluppato un confronto, spesso aspro, al quale va almeno riconosciuto il merito di aver riportato l'attenzione sulla

    – di Salvatore Padula

    • News24

    I costi indiretti delle riforme

    Le campagne elettorali, di solito, non godono di buona stampa. Quella in corso, però, qualche merito l'ha pur avuto: in tema Europa, i toni di chi proclamava o di voler uscire dall'euro o di volerne sfidare le regole, si sono attutiti; e in tema di promesse elettorali, è tutta una corsa a

    – di Franco Debenedetti

    • Econopoly

    L'effetto positivo del Jobs Act (finora): 5 per cento dei nuovi posti fissi

    Autrice di questo post, primo di una serie a cura di Neos Magazine, è Ornella Darova, Research Assistant al CHILD - Collegio Carlo Alberto e master student in Economic and Social Sciences all'Università Bocconi; ha studiato Economia e Statistica (B.A. Hons) all'Università di Torino e al Collegio Carlo Alberto; ha collaborato con Stockholm University, LUISS Laps e Istituto Bruno Leoni  - Politica valutata: Riduzione dei costi di licenziamento e incentivi per i contratti a tempo indeterminato nel...

    – Econopoly

    • News24

    Giostra di numeri, ecco quanto potrebbe costare la flat tax

    Nel suo curioso avvio, la campagna elettorale per le politiche del 4 marzo sembra svolgersi in un Paese che cresce come la Cina dei tempi d'oro senza doversi preoccupare di debito pubblico o vincoli di bilancio. A dominare l'orizzonte fiscale è la "flat tax", con il suo balletto delle aliquote e

    – di Gianni Trovati

    • News24

    Non ignorare il debito, Flat tax fuori dal mondo

    «Questa campagna elettorale è partita male. La politica deve fare proposte compatibili con il debito pubblico altissimo dell'Italia: non servono manovre draconiane, ma dobbiamo assumere un impegno ad accrescere l'avanzo primario fino al 3-4% per arrivare al pareggio di bilancio con gradualità ma

    – di Giorgio Santilli

    • Econopoly

    Inquinamento e salute, le politiche della mobilità non servono a (quasi) niente

    L'autore di questo post è Francesco Ramella, ingegnere dei trasporti; insegna "Trasporti e Logistica" presso l'Università di Torino; research fellow dell'Istituto Bruno Leoni e di IREF; vicepresidente di Bridges Research - Nelle scorse settimane, a seguito del superamento di alcuni limiti previsti dalla vigente normativa europea, sono stati attuati divieti di circolazione estesi anche a veicoli di recentissima immatricolazione e si è riproposta come misura strutturale il potenziamento dei trasp...

    – Econopoly

    • Econopoly

    Bollette smartphone a 28 giorni, la scelta è fra concorrenza e diktat legislativi

    Nel corso degli ultimi due anni tutti i principali operatori di telefonia mobile hanno iniziato a introdurre modalità di rinnovo automatico delle offerte ricaricabili ogni 28 giorni (base quadri-settimanale) anziché su base mensile. Successivamente tale pratica è stata seguita nelle offerte di telefonia fissa, e da ultimo anche dal principale operatore di pay-tv (Sky Italia). Questa condotta e la sua diffusa e parallela adozione da parte dalle maggiori compagnie di telecomunicazioni (Wind, Voda...

    – Giovanni Caccavello

1-10 di 269 risultati